29 Luglio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 11/09/2014, 00.00

    FILIPPINE

    Card. Tagle: La visita di Papa Francesco farà la differenza nella vita del popolo filippino

    Card. Luis Antonio Tagle

    L'arcivescovo di Manila scrive una lettera alla comunità cattolica del Paese. Il ricordo del viaggio di Paolo VI (1970) e dell'influenza sulla sua vita spirituale. L'invito a condividere - alla fine del viaggio - le proprie storie.

    Manila (AsiaNews/Cbcp) - La visita di un papa può cambiare qualcosa nella vita di una persona e nella società di un Paese? Per il l'arcivescovo di Manila, card. Luis Antonio Tagle, sì. Per preparare la comunità filippina al viaggio apostolico di papa Francesco (15-19 gennaio 2015), il porporato scrive una lettera ai cattolici del Paese, raccontando di come proprio una visita papale - quella di Paolo VI nel 1970 - fu un momento decisivo nel suo cammino di fede. (Traduzione a cura di AsiaNews)

    Cari amici,

    le Filippine sono state benedette da tre visite papali: papa Paolo VI nel 1970, san Giovanni Paolo II nel 1981 e nel 1995. Con giubilo accogliamo papa Francesco nel gennaio 2015. Alcuni potrebbero chiedersi: queste visite possono fare la differenza nelle nostre vite di singoli e nella società? Sì, possono, se permettiamo a esse di farlo! Lasciate che vi racconti una storia. La mia storia!

    Avevo 13 anni quando papa Paolo VI ha visitato le Filippine. Stretto in mezzo tra tanti miei compagni, ho allungato il collo e ho fissato i miei occhi per riuscire a vederlo, mentre la sua macchina correva dinanzi a noi. Il volto sereno e il contegno del papa mi hanno impressionato. Quell'immagine non ha abbandonato la mia mente, come i ricordi della sua visita a Tondo. Diciotto anni più tardi, nel 1985, mi sono iscritto alla Catholic University of America per studiare teologia.

    Dato il mio interesse per il Concilio Vaticano II, il mio direttore mi propose una traccia di studio che ho seguito con piacere. Ho scritto una tesi sul card. Giovanni Battista Montini (il futuro Paolo VI) e sul suo progetto per il Concilio. Non avrei mai immaginato, nel 1970, che un giorno avrei "viaggiato" dentro la mente, il cuore e l'anima di questo grande papa, che ha guidato il rinnovamento della Chiesa nel mondo moderno. I miei studi su Paolo VI e sul Concilio Vaticano II mi hanno portato a una serie di incarichi, che hanno previsto la mia collaborazione con san Giovanni Paolo II, il papa emerito Benedetto XVI e ora papa Francesco. La visita papale nel 1970 ha misteriosamente aperto per me una porta verso il mistero e la missione della Chiesa.

    La visita pastorale di papa Francesco, focalizzata sulla Misericordia e sulla Compassione, offrirà senz'altro vaste opportunità di sperimentare la grazia, udire chiamate, mettere in discussione ambienti sicuri, valorizzare i poveri, rinnovare la società, prendersi cura del creato e vivere in modo onorevole. Alla fine della visita, condividiamo insieme le storie di come il viaggio di papa Francesco ci ha condotto verso altri cammini di fede e missione. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    11/02/2014 FILIPPINE
    Manila, cattolici in preghiera per la Giornata del malato
    Il card. Rosales, arcivescovo emerito della capitale ha presieduto una messa solenne davanti a centinaia di ammalati, giunti nella chiesa dello Spirito Santo grazie all'aiuto dell'Ordine di Malta e Radio Veritas. Il suo successore, il cardinal Tagle, ha partecipato al Congresso cattolico per i non vedenti.

    31/03/2006 giovanni paolo ii - vaticano
    Benedetto XVI ed il mondo intero ricordano la morte di Giovanni Paolo II

    Riti religiosi e iniziative commemorative in Vaticano e nel mondo. In Asia, a Seoul una mostra ed un film ne ricordano i viaggi in Corea, a New Delhi un incontro interreligioso, a Manila torneranno a riunirsi i giovani.



    12/02/2011 INDIA
    India, concluso il viaggio del card. O’Connor per i 25 anni della visita di Giovanni Paolo II
    In rappresentanza ufficiale di Benedetto XVI, l’arcivescovo emerito di Westminster si è rivolto ai giovani, come già fece papa Giovanni Paolo II nel 1986. Alla celebrazione erano presenti anche il card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai, e mons. Salvatore Pennacchio, nunzio apostolico in India.

    31/03/2006 giovanni paolo II - filippine
    Vescovo di Manila: "Il Papa ha convinto tutti noi a spalancare le porte a Cristo"

    Il vescovo ausiliare di Manila, mons. Cortez, ricorda ad AsiaNews Giovanni Paolo II: "Ci ha spronato all'evangelizzazione dei giovani e con i giovani lo ricorderemo nel primo anniversario della sua morte".



    03/04/2006 giovanni paolo ii - siria
    A Damasco tornano a risuonare le parole di Giovanni Paolo II per il dialogo

    Nelle cerimonie dei cristiani si rileggono i discorsi del viaggio del 2001. Il gran mufti ricorda la visita alla grande moschea. Anche Assad parla di dialogo fra le fedi.





    In evidenza

    POLONIA – CINA – GMG
    I trucchi e le violenze di Pechino per fermare i giovani cinesi alla Gmg

    Vincenzo Faccioli Pintozzi

    Il governo ha bloccato ieri un gruppo di 50 giovani pellegrini, già imbarcati su un aereo diretto a Cracovia. Interrogati per ore all’immigrazione, sono stati “ammoniti” e rimandati a casa con l’ordine di non contattare nessuno all’estero. Nel frattempo, per i luoghi centrali della Giornata mondiale della Gioventù si aggirano “giovani cattolici cinesi”, in gruppi di cinque o sei persone, che hanno il compito di spiare i compatrioti. Lavorano per Istituti culturali o aziende cinesi in Polonia.


    ISLAM-EUROPA
    P. Samir: Terrore islamico in Francia e Germania: crisi dell’integrazione, ma soprattutto crisi della politica

    Samir Khalil Samir

    Il sequestro e l’uccisione di un sacerdote vicino a Rouen (Francia) e i vari attacchi a Würzburg, Monaco, Ansbach (Germania) sono stati compiuti da gente molto giovane e indottrinata con facilità. La Germania era un modello per l’integrazione dei rifugiati. Ma l’islamismo radicale non si lascia assimilare. Esso è sostenuto da Arabia saudita e Qatar. Non c’è altra strada all’integrazione. Ma occorre dire la verità: nel Corano ci sono elementi di guerra e violenza. Ignoranza e perdita di senso morale dei politici occidentali.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®