31 Maggio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 13/06/2012, 00.00

    CINA - VATICANO

    Cattolici di Harbin pregano e digiunano contro l'ordinazione episcopale senza il mandato del papa

    Bernardo Cervellera

    Fonti di AsiaNews affermano che nessuno vuole questa ordinazione - né i cattolici ufficiali, né i sotterranei e neppure il candidato - ma l'Associazione patriottica ha deciso questa prova di forza contro la Santa Sede. P. Giuseppe Yue Fusheng è considerato « un debole » ; nel 2010 è stato eletto vicepresidente dell'Associazione.

    Roma (AsiaNews) -  I cattolici di Harbin (Heilongjiang), nell'estremo nord-est della Cina, pregano e digiunano per scongiurare un'ordinazione episcopale senza il mandato del papa. Fonti di AsiaNews affermano che « nessuno vuole questa ordinazione : nè i cattolici ufficiali, né i sotterranei, e nemmeno il candidato. La vuole solo l'Associazione patriottica (Ap) per affermare il suo potere sulla Chiesa e dare uno schiaffo al Vaticano ».

    Il candidato a diventare vescovo è il p. Giuseppe Yue Fusheng, 48 anni, da diversi anni amministratore diocesano dell'Heilongjiang. Da diversi anni l'Ap vuole farlo diventare vescovo, ma sia lui, sia i fedeli sono contrari a un'ordinazione senza il mandato del pontefice.

    Secondo fonti locali, il p. Yue era stato designato già nel '99 a divenire vescovo. Alcuni attribuiscono questa scelta al fatto che egli « non è coraggioso e piuttosto debole di carattere ». Nel dicembre 2010 (v. : 09/12/2010 L'Assemblea patriottica cinese vota la sua leadership. Un grave danno per la Chiesa) è stato scelto come uno dei tre vicepresidenti dell'AP nazionale, insieme a  Paolo Lei Shiyin (diocesi di Leshan) e Giuseppe Huang Bingzhang (di Shantou), entrambi divenuti vescovi senza l'approvazione papale (v. : 29/06/2011 Leshan, sette vescovi legittimi all'ordinazione episcopale senza mandato del papa ; 14/07/2011 Otto vescovi in comunione col papa costretti all'ordinazione illecita di Shantou).

    Poi l'anno scorso si è diffusa la notizia che sarebbe stato ordinato, ma l'opposizione dei fedeli e di tutti i sacerdoti aveva frenato il gesto. Ora però il p. Yue è stato votato « liberamente » da un comitato diocesano (controllato dall'Ap) e alla cattedrale del Sacro Cuore sono cominciati i restauri in preparazione all'avvenimento.

    I fedeli temono che l'ordinazione venga effettuata il prossimo 29 giugno, festa dei santi Pietro e Paolo, quasi come una beffa verso il papa, successore di Pietro.

    « Tutti conoscono bene il diritto canonico - affermano fonti di AsiaNews - e anche l'ultimo fedele sa che non è giusto ordinare un vescovo senza il mandato del papa. Ma è evidente che la cosa è stata decisa dall'alto, come un'ulteriore affermazione del potere dell'Ap sulla Chiesa ».

    Harbin conta diverse migliaia -almeno 6mila - di fedeli, distribuiti nelle comunità sotterranee e in quelle ufficiali. Fra loro il rapporto è tranquillo. « Sia gli uni che gli altri - aggiungono le fonti di AsiaNews - hanno deciso di non collaborare per nulla con l'ordinazione e non vogliono fare alcuna preparazione. Anzi pregano e digiunano perchè non succeda ».

    La polizia ta incontrando ad uno ad uno i sacerdoti sotterranei per « invitarli » a non fare nulla contro l'ordinazione, di non esprimere giudizi e mantenere il silenzio.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    18/11/2010 VATICANO - CINA
    La Santa Sede contro un’ordinazione episcopale illecita e la violenza sui vescovi
    Il governo prepara la cerimonia per il 20 novembre e ha sequestrato due vescovi per obbligarli a partecipare. Il Vaticano denuncia “gravi violazioni alla libertà religiosa e di coscienza”. Un ricatto in previsione dell’Assemblea nazionale dei rappresentanti cattolici, un organismo “inconciliabile” con la fede cattolica, a cui i vescovi non vorrebbero partecipare

    24/11/2010 VATICANO - CINA
    Il coraggio del Vaticano, lo scacco per Hu Jintao
    La seconda potenza economica mondiale usa ancora metodi medievali e feudali. La politica religiosa è affidata a un uomo, Liu Bainian, il cui stile ricorda quello dei tempi di Mao Zedong. Il destino del nuovo vescovo è l’isolamento perché il popolo cristiano lo rifiuta.

    25/11/2011 CINA - VATICANO
    Sichuan, nuova ordinazione episcopale dopo le scomuniche
    P. Pietro Luo Xuegang, col permesso del papa, sarà ordinato vescovo coadiutore di Yibin. Ma alla cerimonia potrebbe partecipare Lei Shiyin, vescovo scomunicato di Leshan. Continua la campagna dell’Associazione patriottica di sottomettere la Chiesa.

    22/11/2010 VATICANO - CINA
    Il dolore del card. Zen per l’ordinazione illecita di Chengde
    Sacerdoti, suore, fedeli delle comunità ufficiali e sotterranee piangono per l’avvilente ordinazione illecita avvenuta il 20 novembre scorso a Chengde (Hebei). Ad essa vi hanno partecipato 8 vescovi in comunione col papa, sequestrati e costretti a parteciparvi. Lo sfogo del vescovo emerito di Hong Kong, paladino della libertà religiosa in Cina.

    04/05/2006 Cina – Vaticano
    Mons. Li Duan, le relazioni sino-vaticane "si realizzeranno entro cinque anni"

    Il vescovo di Xian dice di essere "speranzoso" sul riallacciamento dei canali diplomatici fra Pechino e la Santa Sede. "L'importante è la riunificazione della chiesa cinese: il Papa lo sa ed è per questo che ha invitato vescovi ufficiali e non ufficiali al Sinodo sull'Eucarestia".





    In evidenza

    IRAQ
    Patriarca di Baghdad: cristiani e musulmani in preghiera per la pace, fra Mese di Maggio e Ramadan

    Joseph Mahmoud

    Il 30 maggio la chiesa della Regina del Rosario a Baghdad ospiterà una preghiera interreligiosa contro le violenze e il terrorismo. A lanciare l’iniziativa il patriarca caldeo: non le opzioni militari, ma la preghiera contro conflitti che colpiscono “la popolazione innocente”. Un invito anche ai musulmani a riflettere per formare una nuova mentalità, una nuova cultura.

     


    EGITTO-ISLAM-VATICANO
    Papa Francesco e il Grande imam di Al Azhar, il detto e il “non detto”

    Samir Khalil Samir

    Vi sono molti aspetti positivi nell’incontro fra il pontefice e la suprema autorità sunnita, insieme a qualche silenzio. Per Al Tayyib l’islam non ha niente a che fare con il terrorismo. Ma l’Isis usa la bandiera nera di Maometto, la spada del profeta, le frasi del Corano. I terroristi prendono le loro affermazioni sanguinarie da molti imam. E’ urgente un nuovo rinascimento dell’islam, rileggendo la tradizione nella modernità: un lavoro interrotto dal fondamentalismo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®