05/11/2018, 11.22
INDIA
Invia ad un amico

Chiesa indiana: l’11 novembre la ‘Domenica per la liberazione dei dalit’

di Nirmala Carvalho

L’iniziativa si svolge dal 2007 ed è promossa dall’Ufficio per le caste e le tribù svantaggiate della Cbci. La discriminazione degli ex “intoccabili” esiste sia nella Chiesa sia nella società.

Mumbai (AsiaNews) – Cattolici e protestanti dell’India celebreranno il prossimo 11 novembre la “Domenica per la liberazione dei dalit”. L’iniziativa è promossa dall’Ufficio per le caste e le tribù svantaggiate della Conferenza episcopale indiana (Cbci), in collaborazione con il National Council of Churches in India, un forum che riunisce le Chiese protestanti e ortodosse.

L’iniziativa di svolge dal 2007 e dallo scorso anno è in programma nella seconda domenica di novembre. Il tema di questa edizione è “Quanto a me e alla mia casa, vogliamo servire il Signore” (Giosuè 24:15). Esso è stato scelto anche per ricordare il 10mo anniversario delle violenze contro i cristiani del Kandhamal, in Orissa. Per p. Raj, segretario dell’Ufficio per le caste e le tribù svantaggiate, l’evento è “un sonoro appello all’intera comunità cristiana a rinnovare la nostra fede, risvegliare la nostra coscienza ad essere la voce di chi non ha voce e stare dalla parte dei dalit vulnerabili”.

Il segretario spiega che l’obiettivo è attirare l’attenzione “sulla discriminazione dei dalit cristiani, sia all’interno della Chiesa sia nella società”. “La nostra Costituzione – afferma il sacerdote – garantisce la libertà di professare, praticare e diffondere la propria religione. Ma nella realtà dei fatti non è così, perché ai nostri fratelli e sorelle dalit vengono negati i diritti riservati alle caste svantaggiate [scheduled castes], solo perché essi si sono convertiti al cristianesimo. Pertanto viene loro negata anche la libertà di credo”.

In India la divisione in caste è stata abolita dalla Costituzione, ma la discriminazione è ancora radicata nella società. L’Ordine costituzionale del 1950 esclude cristiani e musulmani dalle quote riservate per l’accesso ai posti di lavoro e alle scuole, che invece vengono garantite agli altri dalit indù, buddisti e sikh. Per superare l’emarginazione degli ex “intoccabili” nelle gerarchie ecclesiastiche, nel 2016 la Cbci ha approvato un piano d’azione per l’inclusione dei dalit.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Kerala, l’omicidio di un cristiano dalit è un ‘delitto d’onore’
08/11/2018 12:29
Chiesa indiana: il 12 novembre la ‘Domenica per la liberazione dei dalit’ (Video)
10/11/2017 11:16
I vescovi lanciano un sito per incentivare i matrimoni tra le caste
23/02/2018 09:01
Vescovo di Chingleput: nelle scuole cattoliche sconti per i dalit
18/05/2017 12:20
Vescovi indiani invitano a celebrare aprile come ‘mese della storia dei dalit’
21/03/2018 11:42