21 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 19/11/2012, 00.00

    RUSSIA

    Chiese ortodosse nelle scuole pubbliche, è polemica su proposta di legge alla Duma

    Nina Achmatova

    La Camera bassa del parlamento russo discute emendamenti alla legge sulla libertà di coscienza e a quella sull'istruzione. Soddisfazione del Patriarcato e perplessità dalle comunità ebree e musulmane.

    Mosca (AsiaNews) - Grazie alle riforme della legge sulla libertà di coscienza e sull'istruzione, in via di discussione alla Duma, in Russia potrebbero aprire chiese e cappelle in scuole e istituti superiori pubblici. La notizia diffusa dalle agenzie russe, ha trovato soddisfazione nel Patriarcato di Mosca e perplessità fra le altre comunità religiose.

    A metà novembre, insieme al disegno di legge sull'istruzione (proposto dal governo), la Duma (la camera bassa del parlamento) ha approvato in prima lettura anche alcuni emendamenti alla legge "sulla libertà di coscienza e associazioni religiose". In esse si prevede che le scuole russe possono decidere se assegnare ai fedeli spazi adibito al culto, all'interno delle loro strutture. Suor Kseni Chernega, direttrice dell'ufficio legale del Patriarcato di Mosca, ha spiegato a Ria Novosti che la decisione può essere presa solo in seguito a richiesta degli studenti o dei loro genitori.

    La mossa rientra almeno in parte nel programma di restituzione dei beni ecclesiastici confiscati dal regime sovietico e adibiti durante l'Urss ad altro uso, come ad esempio quello scolastico. Secondo suor Chernega, questi edifici "possono ora essere ristrutturati e ritornare luoghi di culto". L'agenzia di stampa russa riporta come esempio quello della cappella di Santa Tatiana, parte dell'Università statale Mgu di Mosca, dove da poco si è già ripreso a celebrare liturgie.

    A detta della religiosa, gli emendamenti in discussione "non violano il principio del carattere laico dell'istruzione pubblica e il divieto (a oggi in essere) della costruzione di strutture di associazioni religiose nelle scuole". Suor Chernega ha poi ricordato che spazi per la preghiera sono già ammessi in ospedali, prigioni e case di riposo.

    L'iniziativa legislativa sarebbe in linea anche con le direttive della Corte europea dei diritti umani (Echr), la quale ha stabilito nel 2007 che i servizi religiosi nelle scuole possono essere condotti in spazi dedicati, purché fuori dall'orario di lezione e senza l'obbligo di partecipazione per studenti e alunni.

    Al favore del Patriarcato si contrappongono le perplessità delle altre comunità, come ebrei e musulmani. Secondo il vice presidente del consiglio ecclesiastico dei musulmani della Russia europea, Farid Asadullin, "l'educazione pubblica deve essere separata dalla religione". "Esistono già le scuole della domenica, dove alunni che professano una certa fede possono praticare il loro credo", ha dichiarato a Ria Novosti. Dal canto suo, il direttore del dipartimento delle Pubbliche relazione della Federazione delle comunità ebraiche di Russia, Borukh Gorin, ha paragonato la conversione di spazi ed edifici a uso religioso con l'introduzione qualche anno fa nelle scuole dei discussi corsi di "fondamenti delle culture religiose e dell'etica laica". A suo dire, l'iniziativa si è rivelata inutile per la bassa qualità degli insegnanti della materia. "Queste innovazioni - ha denunciato - seminano odio religioso e xenofobia e a volte anche avversione verso le organizzazioni religiose".

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    23/04/2012 RUSSIA
    Mosca, decine di migliaia in Difesa della fede insieme a Kirill
    Dopo settimane di scandali mediatici che lo hanno coinvolto, il Patriarca di tutte le Russie guida una processione e una preghiera alla cattedrale di Cristo Salvatore: "Proteggere la Chiesa da forze anti-russe".

    07/01/2013 RUSSIA
    Kirill: Le campagne contro la Chiesa ortodossa russa non la ridurranno a una Chiesa del silenzio
    Il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie ha celebrato la notte scorsa il Natale nella cattedrale del Cristo Salvatore, dove è avvenuto l'oltraggio delle Pussy Riot. Per Kirill, nonostante l'opposizione alla Chiesa, "la società è divenuta più sensibile alla parola di Cristo". Nel 2013 saranno 1025 anni dal battesimo della Rus', "inizio di una nuova era" nella vita della nazione.

    11/10/2012 RUSSIA
    Le Pussy Riot si dividono, ma giurano che la protesta andrà avanti
    La sentenza d'appello concede la sospensione della pena a una delle tre attiviste. Confermata la condanna a due anni di colonia penale per le altre due. La Chiesa auspica che la libertà concessa alla ragazza non porti a nuove azioni blasfeme.

    18/05/2017 13:02:00 RUSSIA
    La condanna di Sokolovskij e il delitto di ateismo

    Il giovane è stato condannato a tre anni e mezzo di prigione per aver offeso i sentimenti religiosi. Ha giocato a Pokemon Go in una chiesa e si è dichiarato ateo. La polemica di Vladimir Pozner, noto conduttore televisivo. Una legge del 2013 (dopo l’episodio delle Pussy Riots) dà valore penale alle offese contro i sentimenti religiosi dei credenti. L’imparazzo della Chiesa ortodossa.



    13/01/2012 RUSSIA
    Il Patriarcato di Mosca propone di formare partiti cristiani
    E’ polemica in Russia sull’idea dell’arciprete Chaplin di creare formazioni ortodosse. Secondo gli esperti, infrangerebbero la legge e porterebbero a tensioni interreligiose.



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®