28 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 22/08/2012, 00.00

    SRI LANKA

    Colombo chiude tutte le università del Paese, professori e studenti scendono in piazza

    Melani Manel Perera

    Restano aperte le facoltà di medicina. Il governo vuole contrastare lo sciopero dei docenti universitari, in corso da due mesi. I professori chiedono salari più alti e maggiori fondi da destinare all’istruzione. Prevista per domani una manifestazione di massa.

    Colombo (AsiaNews) - Il governo dello Sri Lanka ha dato ordine di chiudere tutte le università del Paese, ad esclusione delle facoltà di medicina. Annunciata ieri, la decisione dell'esecutivo del presidente Mahinda Rajapaksa risponde allo sciopero dei docenti universitari in corso ormai da due mesi. Per il governo, con il loro comportamento i professori stanno compromettendo il futuro degli studenti. Per la Federazione delle associazioni dei docenti universitari (Futa), sono i politici che con decisioni "stupide e ingiuste" stanno distruggendo il settore educativo del Paese. Contro la chiusura delle facoltà, la Futa ha annunciato una grande manifestazione di massa, prevista per domani a Colombo.

    La Futa chiede di assegnare il 6% del Pil al settore dell'istruzione; di aumentare lo stipendio dei docenti; di garantire l'indipendenza delle università da qualunque interferenza politica. Lo sciopero dei professori è iniziato il 4 luglio scorso e ha paralizzato le attività accademiche in tutto il Paese.

    Per organizzare la protesta di domani, membri della Futa, politici dell'opposizione e leader religiosi si sono incontrati ieri sera al Centre for Society and Religion (Csr). "L'intero sistema educativo - ha sottolineato il monaco buddista Ven. Shobitha Thero - sta attraversando una profonda crisi. Gli aiuti economici alle università non sono sufficienti, e questo sta creando una situazione malsana. Già 20 professori sono stati costretti ad abbandonare il Paese".

    Secondo Sanjeewa Bandara, presidente del movimento studentesco universitario, "questo problema dovrebbe riguardare tutta la popolazione, perché questa crisi colpisce in modo molto grave noi giovani, il nostro futuro, e l'intero settore educativo. Dovremmo lottare tutti insieme e impegnarci per i diritti rivendicati dalla Futa, e per garantire un'educazione libera e gratuita per i nostri figli. Tra il 2005 e il 2010, lo Stato ha chiuso 355 scuole, costringendo gli studenti a trasferirsi in città e spendere molti soldi, se volevano ancora studiare. Questo governo sta annullando il valore dell'istruzione, cercando di renderla un bene di consumo". 

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    24/09/2012 SRI LANKA
    Sri Lanka, quattro giorni di marcia per rinnovare le università
    Migliaia di persone hanno aderito alla nuova protesta della Federazione della associazioni dei docenti universitari (Futa). Intanto, continua lo sciopero dei professori, iniziato più di due mesi fa. Leader religiosi dello Stato invitano governo e insegnanti a “focalizzarsi sugli studenti”, la “risorsa più preziosa del Paese”.

    24/08/2012 SRI LANKA
    Sri Lanka, tremila persone in marcia per difendere l’istruzione pubblica
    Organizzati dal sindacato dei docenti universitari (Futa), studenti, professori e leader religiosi protestavano contro la chiusura di facoltà. La polizia ha interrotto il raduno pacifico prima della sua conclusione. Da luglio la Futa ha indetto uno sciopero, per chiedere salari più alti e maggiori fondi da destinare all’istruzione.

    11/10/2012 NEPAL
    Kathmandu, chiuse 66 università straniere: hanno truffato gli studenti
    Da anni gli istituti organizzavano nuovi corsi universitari a pagamento senza l'autorizzazione del governo. Centinaia di studenti rischiano di non veder riconosciuto il proprio titolo di studio.

    30/06/2010 SRI LANKA
    Libri di testo delle scuole dello Sri Lanka diffamano cristiani, Chiesa e Papa
    I nuovi testi scolastici proposti dal ministero mettono sullo stesso piano cultura occidentale e cristianità, accusate di aver tentato di distruggere le culture singalesi. Arcivescovo di Colombo: "Questo è un tentativo per portare disarmonia tra le comunità religiose e per inculcare un'immagine diffamante nella mente degli studenti”.

    10/03/2010 THAILANDIA
    Una laurea per “nonna Hai”, che combatte per i poveri
    L’università Ramkhamhaeng ha conferito un diploma honoris causa in Scienze politiche a Hai Khanchanta, che nel 1977 ha lanciato una battaglia durata 30 anni contro le requisizioni forzate delle terre dei Baan Natan. Nel 2009, una sentenza le ha dato ragione.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®