10/10/2020, 08.53
ARMENIA-AZERBAIJAN
Invia ad un amico

Conflitto nel Nagorno-Karabakh: Erevan e Baku concordano cessate-il-fuoco

Intesa raggiunta nella notte con la mediazione russa. Favorirà lo scambio dei prigionieri e dei corpi delle vittime. Previste “concrete” discussioni per un accordo di pace. Il bilancio approssimativo delle vittime parla di 300-400 morti e 70mila sfollati.

Mosca (AsiaNews/Agenzie) – Armenia e Azerbaijan hanno concordato un cessate-il-fuoco temporaneo nel Nagorno-Karabakh, enclave armena in territorio azero, teatro dal 27 settembre di aspri combattimenti tra i militari di Baku e del locale governo separatista. L’accordo, siglato nella capitale russa, è stato raggiunto nelle prime ore del mattino dai ministri degli Esteri dei due Paesi in conflitto. 

L’intesa scatterà dalle 12.00 (ora di Mosca). Con l’aiuto del Comitato internazionale della Croce rossa, essa favorirà lo scambio dei prigionieri e dei corpi delle vittime. In base al documento, Erevan e Baku si impegnano ad avviare “concrete” discussioni per un accordo di pace, mediate dall’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa.

Dall’inizio delle ostilità, scatenate dagli azeri, i bilanci ufficiali parlano di 300-400 morti, dei quali almeno 50 civili. Ma il numero è chiaramente parziale: l’Azerbaijan non comunica le sue perdite militari, anche se – come gli armeni – rivendica di aver eliminato migliaia di soldati nemici.

Erevan e Baku si accusano a vicenda di colpire bersagli civili: al momento sono 70mila gli sfollati nel Karabakh, metà della popolazione locale.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Kirill chiede la pace nel Nagorno Karabakh. Timori per un conflitto ‘religioso’
14/10/2020 08:18
Erevan e Baku si preparano al dialogo. Colpita la cattedrale armena di Shusha
09/10/2020 13:44
Nikol Pashinian: Non permetteremo alla Turchia un secondo genocidio degli armeni
29/09/2020 11:57
Nagorno-Karabakh, armi turche a sostegno degli azeri nella guerra con gli armeni
15/10/2020 08:59
Nagorno-Karabakh: continuano i bombardamenti
05/10/2020 12:08