08/04/2020, 12.34
SRI LANKA
Invia ad un amico

Coronavirus: prevenzione e cure ayurvediche, ma molti evadono il coprifuoco

di Melani Manel Perera

I medici dello Sri Lanka chiedono vigilanza da parte del governo e la messa in atto di test con quarantena stretta per i casi positivi. Ad oggi i casi positivi al coronavirus sono saliti a 186; i morti sono 6; i guariti 42. In poco tempo si rischia di arrivare a 2500 casi positivi. C’è grande consumo di sostanze medicinali tradizionali: coriandolo, ginger, curcuma e sono accresciute le importazioni. Finora sono stati arrestati 16892 persone che hanno violato il coprifuoco. Sequestrati 4313 veicoli.

Colombo (AsiaNews) –L’Associazione dei medici (Government Medical Officers’ Association, Gmoa) chiede con insistenza alle autorità sanitarie del governo di attuare un’accurata prevenzione per frenare la diffusione della pandemia da Covid-19. Essi chiedono che vengano approntati test su tutti coloro che presentano sintomi da coronavirus e - in caso di positività – procedere con i trattamenti specifici. Intanto, accanto alla medicina occidentale, cresce il fabbisogno di elementi ed erbe che servono alla medicina ayurvedica. La loro vendita è considerata un bisogno essenziale e per questo tutti gli ospedali e negozi ayurvedici sono aperti. Purtroppo, molte persone non rispettano le regole dell’isolamento e del coprifuoco che è imposto sulla nazione.

Oggi alle 13, il comandante dell’esercito gen. Shavendra Silva ha dichiarato che i casi positivi al coronavirus sono saliti a 186; il bilancio dei morti a 6 e i guariti a 42. Al presente, 3415 persone hanno finito la quarantena nei centri stabiliti, ma è stato loro richiesto di vivere altri 14 giorni in quarantena nelle proprie case.  Su 1262 persone che sono ancora in quarantena, 44 di loro sono persone che provengono da Paesi stranieri. Il resto sono residenti srilankesi che hanno avuto o potrebbero aver avuto contatti diretti con pazienti da Covid-19.

Secondo la Gmoa, “se le autorità sanitarie non affrontano subito questa situazione allarmante, nei prossimi 14 giorni sarà difficile ridurre la malattia, che potrà diffondersi in ogni angolo del Paese”. L’associazione dei medici prevede che il numero di infetti da coronavirus continuerà a crescere fino alla fine di aprile, potendo giungere fino a 2500 persone.

Il segretario del Gmoa, Dr. Haritha Aluthge, chiede con urgenza che “tutti coloro che hanno sintomi da coronavirus siano forzati a una quarantena in casa loro e siano sottoposti a una serie di test per vedere se sono positivi al Covid-19”. In tal caso è necessario il loro isolamento dal resto della società; con ulteriori test (PCR), si dovrebbe poi isolarli in zone ospedaliere speciali.

Anil Jasinghe, direttore generale dei servizi sanitari (foto 2), commenta: “Purtroppo al momento il test PCR non è sicuro, e stiamo aspettando test-kit che diano risultati più accettabili. Ma per ora non li abbiamo. Quando li avremo, li utilizzeremo”.

Intanto rimangono aperti ospedali e negozi per cure ayurvediche, considerati anch’essi “servizi essenziali”. In questi giorni vi è un alto consumo di ingredienti per queste cure: coriandolo, ginger, curcuma e sono accresciute le importazioni. La Task Force presidenziale, che garantisce i servizi essenziali, ha stabilito che vi sia almeno un negozio ayurvedico in ogni settore, o perlomeno dei servizi mobili nelle aree. Ai dottori di medicina ayurvedica è permesso di visitare e curare i pazienti, soprattutto quelli che stanno ricevendo trattamenti a lungo termine.

Intanto è evidente che molte persone non hanno cura di rispettare i consigli e le regole poste dal governo, dai dottori e dalla sicurezza.

“Per questo – dice una donna ad AsiaNews – i casi positivi continuano ad aumentare. Il governo dovrebbe essere più duro, altrimenti presto avremo una situazione patetica”.

Secondo fonti della polizia, al 20 marzo, quando è stato imposto il coprifuoco, fino al 6 aprile, sono stati arrestati 16892 persone che lo hanno violato. E sono stati sequestrati 4313 veicoli. Va detto che a causa dell’isolamento e del coprifuoco, molte persone sono rimaste senza lavoro e in profonda povertà.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Colombo, nuove misure d’emergenza contro il coronavirus: 53 contagiati
18/03/2020 15:14
Covid-19: la Russia al secondo posto al mondo per contagi. I rimedi ayurvedici e buddisti
13/05/2020 08:40
L'arcivescovo di Colombo chiede di riprendere la celebrazione pubblica della messa
08/06/2020 15:54
Coronavirus: Seoul riduce il distanziamento sociale. I contagi rimangono ai minimi
07/05/2020 08:48
Riapre per poche ore la Chiesa di St. Anthony per cristiani, indù, buddisti, musulmani. 'Nessun attacco ucciderà la nostra fede'
08/05/2019 15:29