15/03/2007, 00.00
NORDCOREA-RUSSIA
Invia ad un amico

Da Pyongyang a Vladivostok per imparare la liturgia pasquale ortodossa

Due preti, ordinati lo scorso agosto nell’unica chiesa ortodossa della Corea del Nord, hanno visitato Vladivostok per imparare le celebrazioni quaresimali e la liturgia di Pasqua. Continua il legame fra le due Chiese, entrambe sotto l’autorità canonica di Alessio II.
Vladivostok (AsiaNews) – Sacerdoti ortodossi nordcoreani hanno visitato all’inizio della Quaresima la città russa di Vladivostok, per imparare nella cattedrale di S. Nicola la liturgia del periodo e le celebrazioni di Pasqua. La decisione di recarsi nella città siberiana si spiega con il fatto che i due diaconi che sono stati ordinati preti lo scorso agosto nell’unica chiesa ortodossa della capitale nordcoreana, la Santa Trinità che dà la vita, si sono formati a Vladivostok.
 
Insieme ai due – p. Feyodor Kim e p. Ioann Ra – vi era anche Kim En Chang, diplomato alla scuola di musica Gnesiny, che sempre a Vladivostok ha studiato musica sacra. La formazione del clero nordcoreano in Russia è stato ottenuto grazie agli sforzi della Commissione ortodossa nordocoreana, istituita da Pyongyang nel 2002.
 
Secondo p. Dionisy Pozdnyayev, sacerdote ortodosso del Patriarcato di Mosca che su invito del governo nordcoreano esercita il ministero per gli stranieri ortodossi che vivono nella capitale, la Commissione è “un segno del riconoscimento ufficiale dell'ortodossia”.
 
Durante il “corso di aggiornamento” russo, si sono consolidati i rapporti fra le due Chiese – che ricadono entrambe sotto l’autorità canonica del Patriarca di tutte le Russie Alessio II – ed è stato confermato l’invio di un prete ed un coro russi per le celebrazioni pasquali coreane.
 
La storia dell’ortodossia coreana non è molto lunga. All'inizio del secolo scorso circa 10mila coreani si erano convertiti all'Ortodossia grazie all'attività di missionari russi a Seoul, a Wonsan (ora nella Corea del Nord) ed in parecchi villaggi. Il dominio giapponese e la dittatura stalinista hanno interrotto lo sviluppo dell'evangelizzazione. L'attività è ripresa nella Corea del sud dove ora vi sono quattro chiese ortodosse.
 
Quella andata a Vladivostok non è la prima delegazione ortodossa che si reca in Russia dalla Corea. Al momento vi sono quattro studenti che studiano nel seminario teologico del Patriarcato di Mosca. Intanto due studenti russi, provenienti dall'accademia teologica di Mosca, frequentano corsi di lingua e cultura coreana all'università Kim Il-sung di Pyongyang.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Clero ortodosso nordcoreano in Russia per formazione religiosa
12/12/2005
Cristiano condannato a morte, politici Usa scrivono all’Onu
14/07/2007
Arcivescovo di Semarang: preghiere e digiuno, per vivere la Quaresima del Signore
11/03/2011
Corea, card. Cheong: "Impensabile una visita del Papa finchè continua la repressione nel Nord"
28/02/2006
L'enciclica "conforta la Chiesa coreana, costretta nel nord al silenzio"
01/02/2006