23/04/2020, 11.15
INDIA
Invia ad un amico

Dalla St. Catherine's of Siena School un aiuto per chi non ha da mangiare

di Nirmala Carvalho

Ogni pomeriggio, i volontari (ex studenti) distribuiscono 300 pacchi pranzo ai migranti e indigenti per le strade di Bandra, alla stazione ferroviaria e alla fermata dell'autobus. "L'orfanotrofio è destinato ai bambini indigenti e orfani, quindi i nostri figli imparano a condividere con gli altri". 

Mumbai (AsiaNews) - Il lockdown in India ha causato sofferenze indicibili ai migranti che lavorano in città e hanno perso il lavoro, fonte di sostentamento e reddito e sono rimasti senza casa. Ma questa crisi umanitaria ha spinto molti buoni samaritani ad aiutare le persone colpite dalla crisi. Tuttavia, in questa terribile situazione, una Destitute Home, a Bandra, sta servendo gli altri indigenti intorno a Bandra

La scuola di St. Catherine's of Siena e orfanotrofio per bambini indigenti, Bandra West distribuisce quotidianamente 300 pacchi pranzo ai poveri, ai migranti, ai poveri e alle persone con problemi mentali.

Parlando con AsiaNews, padre Joseph, direttore della scuola spiega: "Ogni pomeriggio, i nostri volontari (ex studenti) distribuiscono 300 pacchi pranzo ai migranti e indigenti per le strade di Bandra, alla stazione ferroviaria e alla fermata dell'autobus. Il pranzo viene cucinato nella cucina di St. Catherine's of Siena.

Dal 24 aprile serviremo la colazione al cancello di St Catherines (nella foto): saranno 50 pacchi di Poha. (Poha è uno degli snack per la colazione preferiti e uno dei più popolari nel Maharashtra).

I migranti provengono dall'Uttar Pradesh, dal Bengala Occidentale e dal Bihar e anche dal Maharashtra interno ... sono salariati giornalieri che diventano senzatetto e senza lavoro a causa del blocco .. Una serie dei nostri pacchi pranzo è distribuito nei bassifondi per gli anziani ... Questi sono alcuni dei luoghi in cui distribuiamo i pacchi pranzo”.

Oltre ai migranti, le persone con disabilità mentali e quelle con disabilità fisiche sono in gravi difficoltà. Non ricevono nulla da mangiare e, a causa del loro aspetto, vengono evitate e non hanno nemmeno acqua potabile. Quindi, insieme al pranzo, forniamo persino acqua a questi poveri e migranti di strada. La maggior parte di essi è un lavoratore quotidiano, che faceva la sua spesa quotidiana con i soldi guadagnati durante il giorno. Si sedevano ai nakka di lavoro (incroci) o in strada e venivano assunti dagli appaltatori di lavoro per il giorno, per qualsiasi lavoro, per otto o dieci ore al giorno .. sono idraulici, pittori, falegnami e muratori semiqualificati che avevano un contratto giornaliero per lavori di poco conto. Il blocco ha colpito gravemente anche le donne nel campo dell'economia diurna. E quando le donne vengono colpite, anche i bambini muoiono di fame

Alla domanda di AsiaNews sulle ragioni per le quali aiutano i poveri, quando già devono provvedere ai propri 120 figli poveri della casa, fratel Joseph risponde: "Il nostro nome è Welfare Society for Destitute children. Per noi i poveri rifiutati ottengono aiuto indipendentemente dalla loro situazione. L'orfanotrofio è destinato ai bambini indigenti e orfani, quindi i nostri figli imparano a condividere con gli altri. Il nostro fondatore, padre Anthony Elenjimittam, chiamava i bambini indigenti e orfani ‘Angeli vestiti di stracci’, perché questi disagiati sono anche figli di Dio! Abbiamo anche una piccola preghiera di sant'Ignazio che inizia con: dare senza calcolare il costo .. alla fine Santa Caterina da Siena è la nostra Patrona, che ha servito tra i poveri.. “.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Si uccidono perché non hanno lo smartphone per le lezioni on line
02/10/2020 12:04
I ‘Santi Innocenti’ del St. Catherine's of Siena a Bandra (GALLERY)
28/12/2020 10:47
Dalla St Catherine of Siena School cibo e istruzione per i bambini poveri
29/10/2020 10:41
Sull’esempio di Gandhi, migliaia di bambini in una scuola di Mumbai
01/10/2019 10:46
Indonesia, cinesi discriminati nei soccorsi per lo tsunami
05/01/2005