17 Aprile 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 20/09/2012 13:46
ISRAELE - IRAN
Denuclearizzare il Medio Oriente: il rifiuto di Israele e le bugie di Teheran
di Joshua Lapide
Una conferenza sulla denuclearizzazione dovrebbe tenersi ad Helsinki alla fine del 2012. Ma Israele afferma che la situazione è "volatile ed ostile". L'incontro fra Teheran e la Ue sul programma nucleare iraniano è stato "positivo", ma L'Iran è noto per nascondere gli sviluppi del suo progetto. Israele, unica potenza nucleare della regione.

Gerusalemme (AsiaNews) - Israele ha espresso profonda opposizione all'iniziativa di una conferenza che mira a edificare un Medio oriente libero dal nucleare.  Shaul Horev, direttore del Comitato per l'energia nucleare in Israele, ha espresso le sue riserve sul progetto dicendo che esso è prematuro, dato che la situazione dell'area è "volatile ed ostile".

La conferenza dovrebbe tenersi a Helsinki alla fine del 2012 o all'inizio del 2013 ed è stata spesso sponsorizzata da Barack Obama.

Secondo quanto riporta Haaretz,  Horev  attribuisce la responsabilità della difficile situazione del Medio oriente a Siria e Iran. Quest'ultimo, soprattutto, dà la "vuota impressione" che voglia collaborare con la comunità internazionale, ma continua il suo programma nucleare. Secondo Israele e molti Paesi occidentali, Teheran sta sviluppando centrali e centri di arricchimento di uranio per costruire armi atomiche. Ma gli iraniani continuano a rivendicare scopi pacifici per il loro il loro programma.

L'Iran ha promesso di continuo di essere aperto ai controlli dell'Agenzia atomica dell'Onu (Aiea), ma in passato ha spesso nascosto siti nucleari o deviato alcune ispezioni. A tutt'oggi il dialogo fra Teheran e Aiea si trova in stallo. Ciò ha spinto Stati Uniti e altri Paesi, fra cui l'Unione europea, a incrementare sanzioni contro l'Iran. Nei giorni scorsi, si è tenuto a Istanbul un incontro fra rappresentanti iraniani ed europei, definito come "utile e costruttivo" e come "una grande opportunità per sottolineare ancora una volta all'Iran l'urgente bisogno di fare dei progressi".

Al momento Israele è l'unica potenza nucleare della regione, sebbene lo Stato non abbia mai confermato tale realtà. Il suo programma nucleare è andato via via sviluppandosi con l'aiuto della Francia, ed è concentrato sul reattore di Dimona, nel sud del Negev. Nell'86 un tecnico della centrale di Dimona, Mordechai Vanunu, ha rivelato al mondo molti dettagli sul programma nucleare del suo Paese. A causa di questo egli è stato arrestato per 18 anni e ancora oggi subisce limitazioni della libertà.


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
29/05/2010 MEDIO ORIENTE - ONU
Onu: Per un Medio oriente denuclearizzato (compresi Israele e Iran)
10/04/2010 ISRAELE
L’arsenale nucleare israeliano fra 100 e 300 testate, quasi come la Gran Bretagna
25/05/2012 IRAN - ONU - MEDIO ORIENTE
Baghdad, nessun accordo fra Iran e i 5+1
24/05/2006 MEDIO ORIENTE - IRAN
Di fronte al nucleare iraniano il mondo arabo si divide
08/04/2010 MEDIO ORIENTE
Hariri: il conflitto israelo-palestinese più “esplosivo” del nucleare iraniano

In evidenza
SIRIA
Gesuita siriano: Mi manchi, p. Frans. Hai ispirato tutti noi
di Tony Homsy*Un giovane sacerdote della Compagnia ricorda la vita e l'operato di p.Frans van der Lugt, ucciso a Homs dopo aver rifiutato di abbandonare la popolazione piagata da fame e guerra: "Ha dato e continua a dare tutto per la Chiesa, per la Siria, per la pace. La sua testimonianza e le sue doti ne hanno fatto un missionario e un testimone del Vangelo eccezionale". Per gentile concessione del "thejesuitpost" (traduzione a cura di AsiaNews).
FRANCIA - IRAQ
Patriarca caldeo: il futuro fosco dei cristiani d'Oriente, ricchezza in via di estinzione per Occidente e Islam
di Mar Louis Raphael I SakoLe guerre in Iraq, Libia e Afghanistan hanno peggiorato la condizione dei popoli, in particolare le minoranze. Le politiche fallimentari promosse dall'Occidente. Cresce il fondamentalismo, la Primavera araba svuotata dagli estremismi. Il ruolo delle autorità musulmane nella tutela di diritti e libertà religiosa. La presenza dei cristiani in Medio oriente è fondamentale per i musulmani.
CINA-EU
Xi Jinping torna dall'Europa sazio di contratti e di silenzi
di Bernardo CervelleraIl presidente cinese ha firmato accordi per decine di miliardi di euro con Francia, Germania, Olanda, Belgio. Ma non ha mai voluto incontrare i giornalisti per una conferenza stampa. Al Collegio dell’Europa a Bruges, egli sogna una Via della Seta per un volume di commercio pari a 1000 miliardi. Ma mette in chiaro che in Cina il monopolio del potere rimane al Partito. Fine del sogno delle riforme politiche per la Cina. Ma gli internauti non sono d’accordo con lui.

Dossier

by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
by Lazzarotto Angelo S.
pp. 528
by Bernardo Cervellera
pp. 240
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate