28 Giugno 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 26/07/2012, 00.00

    COREA DEL NORD

    Dimenticate Kate e William: il matrimonio del secolo è stato a Pyongyang

    Joseph Yun Li-sun

    Il regime nordcoreano conferma: il giovane dittatore Kim Jong-un è sposato. La moglie – presentata dallo zio Jang Song-taek – sembra uscita da un cartellone della propaganda: bella e intelligente, è figlia di uno professore di fisica nucleare e di una ginecologa. Il matrimonio sarebbe stato celebrato prima della morte del “caro leader”, e la pubblicità che lo circonda è un segnale del cambiamento di stile del regime, sempre più orientato alla cultura pop.

    Seoul (AsiaNews) - Dopo una settimana di voci sempre più insistenti, il governo della Corea del Nord ha confermato ieri che il giovane dittatore Kim Jong-un ha sposato la "compagna Ri Sol-ju". La notizia è stata inserita quasi di sfuggita all'interno di un lungo servizio trasmesso dalla televisione di Stato in occasione dell'inaugurazione, per mano del leader stalinista, del primo parco di divertimenti di Pyongyang e del Paese intero. Il servizio non dice da quanto siano sposati, ma diverse fonti - comprese quelle di AsiaNews in Corea - parlavano del matrimonio da circa un anno.

    Di certo la "compagna Ri" ha accompagnato il marito sin dalla morte del padre Kim Jong-il, avvenuta lo scorso dicembre. Nei fotogrammi del funerale del "caro leader" si vede il suo terzogenito ed erede sempre vestito di nero, con alle sue spalle la giovane donna. I due hanno inaugurato insieme un asilo, sono andati a un concerto e hanno assistito seduti accanto allo show con protagonista i personaggi della Disney che ha fatto infuriare la major americana per il mancato pagamento dei diritti d'autore.

    Nel corso della visita al "Parco del piacere del Popolo di Rungna", racconta una fonte, "i due si sono sorrisi in maniera tenera e sono stati colti mentre si sbirciavano anche da lontano. Per quanto possa essere combinato, sembra un matrimonio d'amore". Il riferimento è all'usanza, ancora molto in voga nella Corea del Nord, di unire due persone in matrimonio attraverso un sensale che sta attento a far conoscere giovani della stessa estrazione.

    In questo caso il sensale è il potentissimo zio del dittatore Jang Song-taek, amico dei genitori della "compagna Ri". La fonte di AsiaNews racconta che la giovane "ha circa 2 anni meno di Jong-un, che si pensa abbia 30 anni. Viene da Chongjin, nella provincia di Hamgyong settentrionale, e si è laureata all'Università Kim Il-sung. Al momento sta portando avanti un dottorato nello stesso ateneo".

    La giovane è di estrazione perfetta: "È figlia di un professore di fisica [la Corea del Nord punta tutto sullo sviluppo del proprio programma nucleare nda] e di una ginecologa. Sembra uno spot: i suoi genitori rappresentano lo sviluppo della nazione e la cura delle donne, due cavalli di battaglia della propaganda". Il corteggiamento è iniziato almeno due anni fa: "Tutti hanno visto le Mercedes nere che portavano regali alla casa di Ri durante le feste nazionali".

    La fonte conclude: "Al di là di questi particolari, è interessante notare lo strappo che Jong-un ha compiuto nei confronti dell'ingessato regime creato dal padre e dal nonno. A differenza loro, ha messo in piazza la sua vita pubblica e si fa vedere su una giostra. Applaude Topolino e inaugura un fast-food. A Pyongyang sta vincendo la cultura pop".

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    11/10/2005 COREA DEL NORD
    Corea del Nord, celebrato il 60° anniversario del Partito dei lavoratori

    Attesa per la nomina del successore del leader Kim Jong-il. Si prevede sia uno dei 3 figli. Ma la "dinastia comunista" potrebbe trovare resistenze tra politici e militari.



    16/12/2013 COREA DEL NORD
    Pyongyang, sopravvissute alle epurazioni la moglie e la zia di Kim Jong-un
    Kim Kyong-hui, sorella del defunto Kim Jong-il e moglie del "nemico dello Stato" Jang Song-taek, è stata inserita in una commissione di alto livello incaricata di organizzare i funerali di un alto funzionario del regime. La "compagna" Ri Sol-ju, moglie del dittatore, è tornata al suo fianco durante una visita alle truppe. Ma Pyongyang richiama i suoi industriali dalla Cina.

    16/04/2010 COREA DEL NORD
    Il “Terzo Kim” prepara la successione con i fuochi d’artificio
    Secondo fonti nordcoreane, il grande spettacolo pirotecnico che ha chiuso stanotte la “Festa del Sole” è stato organizzato da Kim Jong-un, terzogenito ed erede di Kim Jong-il. Suo padre promuove cento militari coetanei del ragazzo, per assicurare anche a lui la fedeltà dell’esercito.

    09/11/2006 COREA DEL SUD – COREA DEL NORD
    Ex leader di Pyongyang: "Solo la caduta di Kim può fermare la crisi nucleare coreana"

    Hwang Jang-yop, un tempo mentore del Caro Leader di Pyongyang ed ex segretario del Partito dei lavoratori nordcoreani, ha spiegato ai parlamentari di Seoul che solo la volontà cinese può portare al crollo del regime. Critiche alla politica "del sole splendente".



    24/07/2006 Corea del Nord
    Pyongyang, il "Caro Leader" Kim Jong-il ha sposato la sua segretaria

    La notizia, trapelata grazie ad alcune fonti anonime, non è stata smentita dai canali ufficiali. I due vivrebbero insieme sin dalla metà degli anni '80, nonostante la gelosia della defunta moglie del dittatore.





    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Confusione e polemiche per il silenzio del Vaticano sul caso di mons. Ma Daqin di Shanghai

    Bernardo Cervellera

    Per alcuni l’articolo di mons. Ma con cui elogia l’Associazione patriottica, riconoscendo i suoi “errori”, è solo “fango”. Per altri egli si è umiliato “per il bene della sua diocesi”. Molti esprimono perplessità per il silenzio della Santa Sede: silenzio sul contenuto dell’articolo; silenzio sulla persecuzione subita dal vescovo di Shanghai. Il sospetto che in Vaticano si vede bene lo svolgimento del “caso” Ma Daqin che però fa emergere un problema: la Lettera di Benedetto XVI (con cui dichiara l’AP non compatibile con la dottrina cattolica) è abolita? E chi l’ha abolita? Il rischio di una strada di compromessi senza verità.


    CINA - VATICANO
    Mons. Ma Daqin: il testo della sua “confessione”

    Mons. Taddeo Ma Daqin

    Con un articolo pubblicato sul suo blog, il vescovo di Shanghai, dimessosi dall’Associazione patriottica quattro anni fa, sembra “confessare” il suo errore e esalta l’organismo di controllo della Chiesa. Riportiamo qui il testo quasi integrale del suo intervento. Traduzioni dal cinese a cura di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®