06/09/2019, 12.57
INDIA
Invia ad un amico

Direttore Caritas India: L’umanità è la migliore forma di carità (Foto)

Il Paese è devastato dalle piogge monsoniche, ma i morti non fanno più notizia. Diffusi i dati della distruzione e degli aiuti da parte della Chiesa cattolica. Nel 2018-2019 circa 30mila volontari hanno sostenuto otto milioni di persone. Le vittime sono più di 840.

New Delhi (AsiaNews) – Almeno 842 morti in sei Stati indiani; 14.462 villaggi distrutti; oltre 141mila case spazzate via; più di un milione di sfollati e quasi 18 milioni di persone in difficoltà; circa 580mila ettari di raccolto persi. È il drammatico bilancio delle precipitazioni monsoniche in India, diffuso oggi da Caritas India, in prima linea nei soccorsi fin dalle prime inondazioni che hanno devastato il Paese. Al momento i volontari dell’associazione cattolica stanno operando in 178 villaggi e sostenendo una popolazione di quasi 95mila abitanti. Ad AsiaNews p. Paul Moonjely, direttore esecutivo, dichiara: “L’umanità è la migliore forma di carità”.

I disastri provocati dalle inondazioni in India non occupano più le pagine dei giornali. Il direttore esecutivo invece invoca: “Dobbiamo rimettere i poveri al centro delle nostre azioni”. Attraverso alcuni partner locali, la Caritas sta aiutando più di 21mila famiglie in Assam, Kerala, Tamil Nadu, Andhra Pradesh, Maharashtra e Karnataka.

La Caritas riporta che la violenza delle precipitazioni ha colto molti di sorpresa, non concedendo nemmeno il tempo per radunare alcuni beni essenziali dalle abitazioni andate distrutte. Inoltre le provviste di grano e altri cereali sono andate perse, o sono rovinate. La situazione più grave riguarda le condizioni dell’acqua potabile: tutte le risorse idriche sono state contaminate a causa delle inondazioni, pertanto è rischioso consumare l’acqua di pozzi, pompe e cisterne. I bagni sono sommersi e inutilizzabili, donne e ragazze hanno bisogno di kit sanitari.

Secondo la Caritas, l’aspetto più grave è che le popolazioni colpite dalle piogge di quest’anno già faticavano a tornare ad una vita “normale” dopo le devastazioni degli anni passati. Per ora le urgenze immediate riguardano la distribuzione di cibo (riso, fagioli, olio, zucchero) e di materiale di riparo come le tende; la decontaminazione delle acque; coperte e vestiti pesanti per proteggersi dal freddo della notte. Nel lungo periodo invece si dovrà agire per ricostruire le case e i magazzini per il raccolto; sostenere l’agricoltura e l’allevamento, in modo da ripristinare i mezzi di sussistenza degli abitanti.

Caritas India è stata fondata nel 1962 con l’impegno a “preservare la dignità e la sacralità della persona umana, servendo le fasce più svantaggiate della società”. L’organizzazione cattolica sostiene i valori di amore, uguaglianza e pace, puntando a coinvolgere partner locali che si riconoscono nella stessa visione: ridare dignità e diritti umani ai poveri e agli emarginati.

Nel 2018-2019 ha portato avanti 205 progetti di sviluppo con 248 partner sul territorio; i suoi 33mila volontari, che ieri hanno festeggiato la giornata a loro dedicata in concomitanza con la festa di Madre Teresa di Calcutta (patrona del volontariato), hanno raggiunto oltre otto milioni di persone. I progetti attuati vanno dalla risposta ai disastri naturali al sostegno all’agricoltura e alle piccole aziende danneggiate dai cambiamenti climatici; lotta al traffico di esseri umani e aiuto all’inserimento dei migranti nei contesti urbani; protezione di donne e bambine dallo sfruttamento sessuale; istruzione per i bambini; prevenzione delle epidemie e cura di malati sieropositivi.

Soprattutto, dice p. Paul in conclusione, “lavoriamo per la pace e l’umanità. Se una persona muore di fame, questo non ha nulla a che vedere con Dio. Questo accade perché né voi né io abbiamo voluto dare a quella persona ciò di cui aveva bisogno”. (A.C.F.)

Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Caritas India flood relief work
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Le piogge devastano l’India: ‘La Caritas risponde all’emergenza’ (Foto)
28/06/2018 10:29
India del nord in ginocchio per i monsoni: la Caritas attiva i soccorsi (Foto)
24/07/2019 09:34
Monsoni: in una settimana 3,5 milioni di sfollati nell’Assam inondato
12/09/2007
Kerala, è crisi umanitaria. Card. Gracias ai cattolici: Sosteniamo lo sforzo della Caritas
20/08/2018 09:08
Inondazioni e valanghe: 15 morti e migliaia di sfollati. Cristiani in prima linea nei soccorsi
06/07/2017 12:53