18 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 02/02/2018, 08.37

    IRAN

    Donne iraniane, 29 arresti contro il velo obbligatorio



    Dal 1979 l’obbligo a coprire il capo in pubblico. Il movimento di protesta al suo picco da dicembre. Attivista iraniana: stanno dicendo ‘adesso basta’. Resta il malcontento nel Paese, sconvolto il mese scorso da violente proteste contro il regime.

    Teheran (AsiaNews/Agenzie)  - Sono almeno 29 le donne che ieri sono state arrestate per aver partecipato alla campagna contro il velo obbligatorio. A riferirlo è la polizia iraniana, citata dall’agenzia di stampa Tasnim.

    Le iraniane hanno l’obbligo di coprire il capo sin dalla rivoluzione del 1979, e la punizione per l’infrazione di questa regola è l’arresto, la multa o l’ammonimento. Il 27 dicembre, la polizia di Teheran aveva annunciato misure più permissive, riferendo che nella capitale il mancato rispetto dell’obbligo non avrebbe portato all’arresto immediato.

    Il movimento di protesta contro il velo si è diffuso da dicembre, quando sui social media sono circolate le immagini di una donna che brandisce un foulard bianco legato ad un bastone. La ragazza è stata arrestata, per poi essere liberata in seguito. Il suo gesto è stato imitato negli ultimi giorni da diverse iraniane, e anche da alcuni giovani uomini.

    Masih Alinejad, attivista iraniana fuggita a New York nel 2009, tre anni fa ha lanciato la campagna #WhiteWednesdays e #MyStealthyFreedom, hashtag con in cui le donne condividono foto di loro stesse a capo scoperto. “Stiamo combattendo contro il simbolo più evidente dell’oppressione”, commenta Alinejad. “Queste donne stanno dicendo: ‘Adesso basta. Siamo nel 21° secolo e vogliamo essere noi stesse’.”

    Il popolo iraniano preme sul regime per avere più libertà e migliori condizioni di vita. Una richiesta che lo scorso mese si sono tradotte in violente proteste in cui 25 persone hanno perso la vita. Due giorni fa, Il presidente Hassan Rouhani ha teso la mano agli iraniani e messo in allerta il regime islamico: se le autorità non ascoltano la voce critica del proprio popolo rischiano di incorrere nello stesso destino che 39 anni fa ha fatto crollare il regime dello scià.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/09/2017 08:40:00 ARABIA SAUDITA
    Riyadh, abolito il divieto: le donne potranno guidare

    La nuova legge entrerà in vigore il prossimo 24 giugno. Il divieto è il simbolo della repressione femminile nel regno. Le donne colte alla guida venivano arrestate e punite con 10 frustate. La gioia delle attiviste e le critiche degli ultra-conservatori. Riyadh mira a favorire l’accesso femminile al lavoro, limitato dalle difficoltà di spostamento.



    11/07/2017 14:05:00 IRAN
    Teheran: la sfida delle guidatrici iraniane al velo obbligatorio

    Si oppongono al divieto nonostante le multe e i sequestri. Acceso dibattito sullo spazio “privato” o “pubblico” dell’auto. Per il vicecapo della magistratura solo le parti invisibili dell’auto, come il bagagliaio, sono private. Nonostante le restrizioni, le donne sono parte attiva della società.



    16/02/2018 10:44:00 IRAN
    Intellettuali e attivisti iraniani promuovono un referendum contro la teocrazia

    Dopo il presidente Rouhani, almeno 15 personalità nel Paese e all’estero chiedono una consultazione per definire il futuro istituzionale della Repubblica. Duro attacco alla leadership religiosa, che ha bloccato il Paese e negato la libertà ai cittadini. Superare “in modo pacifico” il regime islamico per instaurare un “sistema parlamentare su basi democratiche”. 

     



    12/02/2018 08:49:00 IRAN
    Rouhani propone 'un anno di unità' e apre al referendum

    Nel celebrare i 39 anni della rivoluzione khomeinista, il presidente esalta l'unità del Paese e la costituzione. La rivoluzione è stata vittoriosa quando il popolo era unito. I conservatori devono permettere a tutti di candidarsi alle elezioni. Tutti gli iraniani di tutte le religioni sono rivoluzionari.



    06/12/2016 16:23:00 CINA
    La legge sul secondo figlio non migliora la demografia e l’economia cinese

    Jing Zhang, la direttrice del gruppo per i diritti delle donne in Cina,è stata invitata a tenere un discorso ad una conferenza dal titolo “Prospettive per la Democratizzazione in Cina” organizzata dal The China Democracy Forum, l’Università di New York (Nyu) e la rivista Beijing Spring. Il tema della conferenza era “Lo scontro fra giustizia e ingiustizia, la responsabilità e la scelta della società internazionale” (vedi foto 1)





    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®