15/05/2020, 11.37
PAKISTAN
Invia ad un amico

Faisalabad, musulmani, cristiani e sikh pregano con il papa per la fine della pandemia

di Shafique Khokhar

Si sono riuniti ieri per la Giornata di preghiera e digiuno. Semplici fedeli si sono uniti ai leader religiosi nell’invocazione al Signore. Il vescovo, mons. Indrias Rehmat: “Grazie alla preghiera e alla carità supereremo la  crisi”. Il leader musulmano Maulana Mubashar: “Dio ci ascolterà e ci salverà dal coronavirus”.

Faisalabad (AsiaNews) – Musulmani, cristiani e sikh pakistani si sono riuniti ieri nella casa vescovile della diocesi locale per pregare e digiunare con papa Francesco contro il coronavirus. L’iniziativa risponde a un appello dell’Alto comitato della fratellanza umana, sostenuto dal pontefice.

Oltre ai leader religiosi, all’incontro di preghiera e digiuno, organizzato dalla diocesi e da una rete di organizzazioni umanitarie attive a Faisalabad, hanno partecipato sacerdoti, suore, attivisti, rappresentanti dei media e semplici fedeli, inclusi insegnanti, studenti e madri con i loro figli. A seconda del loro credo, tutti hanno cantato inni al Signore; i rappresentanti religiosi hanno poi acceso candele per la pace e la speranza.   

Rivolgendosi ai partecipanti, mons. Indrias Rehmat, vescovo di Faisalabad, ha detto che solo attraverso la preghiera, il digiuno e la carità l’umanità può superare la crisi pandemica e tornare alla normalità. Egli ha chiesto umilmente a tutte le religioni di rimanere unite in questo momento di crisi: “Solo così Dio avrà misericordia di noi e ci libererà dal morbo”. Per padre Khalid Rashid Asi, direttore della Commissione diocesana per l’armonia e il dialogo tra le fedi, quando le diverse confessioni si uniscono in preghiera, ogni ostacolo può essere superato, anche una malattia mortale come il Covid-19

Maulana Mubashar, leader religioso musulmano, ha raccolto e rilanciato il messaggio di unità. “Abbiamo fedi, etnie e lingue diverse, ma oggi abbiamo giurato insieme di aiutare i poveri del coronavirus con i nostri atti di carità. Dio è unico, e ci vuole uniti per servire chi ne ha bisogno. Lui ci ascolterà e ci salverà dalla pandemia”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Ortodossi e musulmani russi pregano con papa Francesco per la fine della pandemia
15/05/2020 08:31
Diocesi indiane in preghiera col papa, insieme con indù, buddisti e musulmani (Video)
15/05/2020 12:10
Giovani della Sri Lanka nella Giornata di preghiera, digiuno e carità
16/05/2020 11:05
Leader indonesiani: preghiamo insieme al papa per sconfiggere il coronavirus
11/05/2020 14:36
Mons. Bejoy: i leader religiosi pregheranno insieme al papa contro il coronavirus
12/05/2020 09:22