30 Agosto 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 25/07/2008
THAILANDIA – GMG
Gmg, strumento di conversione per i giovani thailandesi
di Weena Kowitwanij
I delegati al rientro da Sydney sottolineano il rinnovato impegno missionario dopo l’incontro con Papa Benedetto XVI. Tra i momenti più intensi la rappresentazione della Via crucis. Per tutti la sensazione di aver vissuto un vero e proprio “miracolo” della fede.

Bangkok (AsiaNews) – Il messaggio lanciato da Benedetto XVI in occasione della Giornata mondiale della gioventù ha toccato nel profondo il cuore dei pellegrini, chiamati a diventare autentici testimoni di Dio. Durante le giornate di Sydney il Papa ha invitato i giovani a “cambiare il mondo” ed è con uno spirito e una fede rinnovate che i delegati della Thailandia sono rientrati nella loro terra d’origine.

“Partecipare alla Gmg è stato un vero e proprio miracolo – racconta la 23enne Duanchan Chanpanyapon - . Il momento più emozionante è stata la Via crucis, una rappresentazione talmente intensa da sembrare reale: ad un certo punto ho pensato di assistere davvero alla passione di Cristo, che ha sofferto ed è morto per redimerci dai nostri peccati”.

Vasin Manalurangkru, 26 anni, della congregazione di S. Gabriele ricorda ancora con emozione la prima partecipazione alla Gmg, nel 2000: “Le giornate a Roma hanno cambiato la mia vita: quando mi hanno selezionato, la mia famiglia stava attraversando una grave crisi economica. Ho aperto una pagina del Vangelo e ho letto un verso che dice ‘Dio non ti abbandonerà’. Da quel momento in poi ho cambiato il modo in cui guardare al mondo, agli eventi che succedono, ai fatti che toccavano la mia famiglia. Ho iniziato a studiare con maggiore impegno, risparmiando il più possibile”. Dell’evento di Roma egli ricorda in particolare l’incontro con Giovanni Paolo II, che ha “segnato in maniera indelebile la mia vita: rientrato in Thailandia ho fatto delle ricerche per saperne di più, ho creato un sito web in lingua thai – catholicworldtour.spaces.live.com – in cui inserisco notizie su Giovanni Paolo II, sul suo successore Benedetto XVI e sulla vita della Chiesa. Anche questo credo sia un modo per rispondere all’appello missionario” che il Papa ha lanciato a Sydney.

Sirikanya Makulwanichnun, della Commissione cattolica giovanile thailandese sottolinea la maggior consapevolezza del “ruolo dello Spirito Santo nella vita di ciascuno” dopo gli incontri e le riflessioni che si sono tenute in occasione della Gmg. “È impressionante vedere giovani da tutto il mondo uniti per pregare o cantare a una sola voce. Ho avuto la fortuna di condividere un’esperienza con ragazzi di nazionalità e culture diverse, ho fatto nuove amicizie e ho davvero capito che non ci sono barriere o differenze se, alla base di un rapporto, vi sono comprensione e rispetto reciproco”. 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
21/07/2008 PAKISTAN – GMG
A Faisalabad oltre 200 pellegrini hanno festeggiato la Gmg
di Qaiser Felix
01/07/2008 FILIPPINE – SINGAPORE – GMG
Dalle Filippine a Singapore, migliaia di giovani con il Papa per la Gmg
di Santosh Digal
09/07/2008 THAILANDIA – BANGLADESH
Gmg: cattolici dell’Asia testimoni della fede in Gesù Cristo
16/12/2004 VATICANO – THAILANDIA
Il Papa accoglie il nuovo ambasciatore thailandese
11/05/2009 THAILANDIA
La Chiesa thai ricorda la storica visita di Giovanni Paolo II
di Weena Kowitwanij

In evidenza
IRAQ-ITALIA
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del Patriarca Louis Sako; le preoccupazioni del vescovo del Kurdistan
di Bernardo CervelleraIl capo della Chiesa caldea ringrazia per la campagna di AsiaNews e spera che "questa catena di solidarietà si allunghi". Aiutare i profughi a rimanere in Iraq. Ma molti vogliono fuggire all'estero. Il vescovo di Amadiyah, che ha accolto migliaia di sfollati nelle chiese e nelle case: Aiutiamo anche arabi (musulmani) e yazidi, in modo gratuito e senza guardare alle differenze confessionali.
ITALIA - IRAQ
"Adotta un cristiano di Mosul", rispondere nei fatti e con la vita all'emergenza irachenaAsiaNews lancia una raccolta fondi per sostenere i fedeli nel mirino dello Stato islamico, dopo le richieste del Patriarca di Baghdad e il pressante appello di papa Francesco "a assicurare gli aiuti necessari, soprattutto quelli più urgenti, a così tanti sfollati, la cui sorte dipende dalla solidarietà altrui". Oltre 100mila persone sono state costrette a fuggire dalle loro case senza niente addosso, e ora non hanno di che vivere. Per aiutarli, bastano 5 euro al giorno: i fondi raccolti saranno inviati al Patriarcato di Baghdad, che provvederà a distribuirli secondo i bisogni di ogni famiglia.
CINA-VATICANO
Vescovo e sacerdoti di Wenzhou denunciano la campagna del governo contro le croci e le chiese del Zhejiang
di Eugenia ZhangPer mons. Vincenzo Zhu Weifang, della Chiesa ufficiale, la campagna di distruzione aumenta l'instabilità sociale. E' vera persecuzione contro la fede cristiana. Il vescovo si scusa per non essere intervenuto prima: sperava che la campagna finisse presto. Fedeli cattolici e protestanti sono rimasti feriti per difendere i loro edifici sacri. I sacerdoti di Wenzhou: la campagna è ingiusta e colpisce anche edifici in regola. Questi "atti stupidi" del governo provocano una distruzione dell'armonia sociale.

Dossier

by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
by Lazzarotto Angelo S.
pp. 528
by Bernardo Cervellera
pp. 240
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate