25 Giugno 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 25/07/2008, 00.00

    THAILANDIA – GMG

    Gmg, strumento di conversione per i giovani thailandesi

    Weena Kowitwanij

    I delegati al rientro da Sydney sottolineano il rinnovato impegno missionario dopo l’incontro con Papa Benedetto XVI. Tra i momenti più intensi la rappresentazione della Via crucis. Per tutti la sensazione di aver vissuto un vero e proprio “miracolo” della fede.

    Bangkok (AsiaNews) – Il messaggio lanciato da Benedetto XVI in occasione della Giornata mondiale della gioventù ha toccato nel profondo il cuore dei pellegrini, chiamati a diventare autentici testimoni di Dio. Durante le giornate di Sydney il Papa ha invitato i giovani a “cambiare il mondo” ed è con uno spirito e una fede rinnovate che i delegati della Thailandia sono rientrati nella loro terra d’origine.

    “Partecipare alla Gmg è stato un vero e proprio miracolo – racconta la 23enne Duanchan Chanpanyapon - . Il momento più emozionante è stata la Via crucis, una rappresentazione talmente intensa da sembrare reale: ad un certo punto ho pensato di assistere davvero alla passione di Cristo, che ha sofferto ed è morto per redimerci dai nostri peccati”.

    Vasin Manalurangkru, 26 anni, della congregazione di S. Gabriele ricorda ancora con emozione la prima partecipazione alla Gmg, nel 2000: “Le giornate a Roma hanno cambiato la mia vita: quando mi hanno selezionato, la mia famiglia stava attraversando una grave crisi economica. Ho aperto una pagina del Vangelo e ho letto un verso che dice ‘Dio non ti abbandonerà’. Da quel momento in poi ho cambiato il modo in cui guardare al mondo, agli eventi che succedono, ai fatti che toccavano la mia famiglia. Ho iniziato a studiare con maggiore impegno, risparmiando il più possibile”. Dell’evento di Roma egli ricorda in particolare l’incontro con Giovanni Paolo II, che ha “segnato in maniera indelebile la mia vita: rientrato in Thailandia ho fatto delle ricerche per saperne di più, ho creato un sito web in lingua thai – catholicworldtour.spaces.live.com – in cui inserisco notizie su Giovanni Paolo II, sul suo successore Benedetto XVI e sulla vita della Chiesa. Anche questo credo sia un modo per rispondere all’appello missionario” che il Papa ha lanciato a Sydney.

    Sirikanya Makulwanichnun, della Commissione cattolica giovanile thailandese sottolinea la maggior consapevolezza del “ruolo dello Spirito Santo nella vita di ciascuno” dopo gli incontri e le riflessioni che si sono tenute in occasione della Gmg. “È impressionante vedere giovani da tutto il mondo uniti per pregare o cantare a una sola voce. Ho avuto la fortuna di condividere un’esperienza con ragazzi di nazionalità e culture diverse, ho fatto nuove amicizie e ho davvero capito che non ci sono barriere o differenze se, alla base di un rapporto, vi sono comprensione e rispetto reciproco”. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    21/07/2008 PAKISTAN – GMG
    A Faisalabad oltre 200 pellegrini hanno festeggiato la Gmg
    I giovani cattolici pakistani “testimoni della missione” nel Paese. Canti, preghiere e una processione eucaristica guidata dal vescovo locale hanno contraddistinto le celebrazioni, con il cuore rivolto “al Papa e ai giovani di tutto il mondo”.

    01/07/2008 FILIPPINE – SINGAPORE – GMG
    Dalle Filippine a Singapore, migliaia di giovani con il Papa per la Gmg
    Centinaia di cattolici filippini pronti a partire per Sydney, ma sono ancora moltissimi i pellegrini che attendono il visto dalle autorità australiane. Altri 400 giungeranno invece da Singapore. Il vescovo li invita a essere “testimoni preziosi dell’annuncio di Cristo”.

    09/07/2008 THAILANDIA – BANGLADESH
    Gmg: cattolici dell’Asia testimoni della fede in Gesù Cristo
    Momenti di incontro e preghiera hanno contraddistinto la preparazione dei giovani che parteciperanno alla Giornata Mondiale della Gioventù. Particolare attenzione al messaggio lanciato da Benedetto XVI, che chiede a ciascuno di diventare “annunciatori del messaggio di salvezza”.

    16/12/2004 VATICANO – THAILANDIA
    Il Papa accoglie il nuovo ambasciatore thailandese

    Giovanni Paolo II ha chiesto attenzione per le famiglie e per i poveri, sottolineando il ruolo di mediatore che la Chiesa può avere nei conflitti interreligiosi.



    11/05/2009 THAILANDIA
    La Chiesa thai ricorda la storica visita di Giovanni Paolo II
    Festeggiamenti in programma ieri e oggi a 25 anni dal viaggio del Papa polacco nel Paese. Nella cattedrale di Bangkok messa solenne celebrata dal card. Zen, inviato speciale di Benedetto XVI. Con il porporato anche 23 sacerdoti ordinati nel 1984 da Giovanni Paolo II.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Confusione e polemiche per il silenzio del Vaticano sul caso di mons. Ma Daqin di Shanghai

    Bernardo Cervellera

    Per alcuni l’articolo di mons. Ma con cui elogia l’Associazione patriottica, riconoscendo i suoi “errori”, è solo “fango”. Per altri egli si è umiliato “per il bene della sua diocesi”. Molti esprimono perplessità per il silenzio della Santa Sede: silenzio sul contenuto dell’articolo; silenzio sulla persecuzione subita dal vescovo di Shanghai. Il sospetto che in Vaticano si vede bene lo svolgimento del “caso” Ma Daqin che però fa emergere un problema: la Lettera di Benedetto XVI (con cui dichiara l’AP non compatibile con la dottrina cattolica) è abolita? E chi l’ha abolita? Il rischio di una strada di compromessi senza verità.


    CINA - VATICANO
    Mons. Ma Daqin: il testo della sua “confessione”

    Mons. Taddeo Ma Daqin

    Con un articolo pubblicato sul suo blog, il vescovo di Shanghai, dimessosi dall’Associazione patriottica quattro anni fa, sembra “confessare” il suo errore e esalta l’organismo di controllo della Chiesa. Riportiamo qui il testo quasi integrale del suo intervento. Traduzioni dal cinese a cura di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®