22/06/2020, 13.06
VIETNAM
Invia ad un amico

Grandi prospettive di evangelizzazione per la diocesi di Lạng Sơn - Cao Bằng

di Peter Tran

La diocesi, che si estende lungo il confine con la Cina, ha "il minor numero di fedeli" della Chiesa vietnamita, ma ha un potenziale “enorme”. La predicazione del Vangelo non è solo nel territorio della diocesi, ma può associarsi alle diocesi della vicina Chiesa cinese.

Hanoi (AsiaNews) - La diocesi di Lạng Sơn - Cao Bằng è di circa 18.359,10 chilometri quadrati. Geograficamente, comprende la provincia di Lạng Sơn, la provincia di Cao Bằng e i distretti orientali del fiume Lô della provincia di Hà Giang. La diocesi si estende lungo il confine Vietnam-Cina per oltre 800 km. Il vescovo è mons. Joseph Chau Ngoc Tri (nella foto).

Secondo le statistiche del 2017, la popolazione dell'area è di oltre 1.769, 385 persone. Comprende numerosi gruppi etnici. Le persone di etnia Nùng e Tày rappresentano l'85% della popolazione. Il restante 15% appartiene ai gruppi etnici Kinh (vietnamiti), Sao, cinesi, San Chay, H'Mong.

Attualmente, la diocesi di Lạng Sơn - Cao Bằng ha oltre 6mila fedeli, che rappresentano quasi lo 0,33% della popolazione della regione. La maggior parte dei cattolici sono persone Kinh, che appartengono a diocesi di pianura come Thái Bình, Bùi Chu, Phát Diệm, Hải Phong, Hanoi e Bắc Ninh. Questi fedeli sono venuti in diocesi per lavorare o fare affari nel corso dei periodi storici del Vietnam.

La maggior parte delle persone lavora e vive in agricoltura, allevamento, commercio e artigianato. Ci sono pochissime strutture industriali. Il turismo non è stato ancora sviluppato. Pertanto, la vita religiosa deve essere adattata per soddisfare questa nuova terra per raggiungere facilmente la gente del posto. Questo è uno degli elementi essenziali per l'evangelizzazione.

La maggior parte delle chiese diocesane si trovano in città e province. I parrocchiani vivono in queste tre province. Quindi per le parrocchie è molto difficile organizzare attività pastorali e radunare i parrocchiani. Pertanto, i centri  missionari sono un modo per portare avanti la cura pastorale dei laici.

Anni fa, le comunità cattoliche mancavano di pastori. Le attività pastorali erano molto limitate. Le parrocchie hanno dovuto affrontare molte difficoltà e "condizioni carenti" per insegnare il catechismo. Oggi, la catechesi e lo studio sono focalizzati sul rafforzamento della fede e della liturgia domenicale. In parrocchie e centri missionari si stanno affermando sempre più movimenti e associazioni cattolici.

Prima del 1990 le vocazioni della diocesi di Lạng Sơn - Cao Bằng erano molto scarse. La stragrande maggioranza dei sacerdoti e dei religiosi venivano da altre diocesi. Dall'estate del 2017, la diocesi ha richiesto e organizzato la selezione di candidati per il futuro clero diocesano di altre diocesi in tutto il Paese.

Di conseguenza, alle attività pastorali viene data maggiore attenzione e diversificazione. Le parrocchie celebrano la Messa quotidianamente. I centri missionari hanno spesso messe la domenica. Anche la vita sacramentale del Popolo di Dio è ben curata. A causa della presenza di pochi fedeli, i pastori vivono molto vicino e visitano regolarmente i parrocchiani.

Da parte dei parrocchiani, oltre al Consiglio pastorale parrocchiale, ci sono attualmente 6 associazioni cattoliche che svolgono attività pastorali nella diocesi come: Legio Maria, Caritas, Gruppi dei genitori, Gruppi Hiền Mẫu (Gruppi madri gentili), Gruppi Đồng Tâm e coordinatori attivi. Le commissioni delle parrocchie della Liturgia includono il coro e bande musicali tradizionali. I catechisti hanno solo 20 persone.

Dalla conferenza della missione dell'ottobre 2017, l'Ufficio vescovile ha ridefinito i confini delle parrocchie per coprire tutti i suoi territori. E ovunque c'è un pastore che si prende cura dei credenti. Da questo rinnovamento, i pastori e il Popolo di Dio hanno avuto la motivazione di “uscire”, andare dagli altri e portare loro la Buona Novella.

Suor Mai, membro della Caritas diocesana, ha detto ad AsiaNews che "La Caritas della diocesi ha attività abbastanza diverse. I suoi membri prestano particolare attenzione alle famiglie povere, ai bambini disabili e alle persone con HIV/AIDS. Questa diocesi sta inoltre avviando un programma per la costruzione di case per i poveri, offrendo attrezzature per la fornitura di acqua pulita, l'organizzazione di campi da gioco per adolescenti e gruppi di giovani ecc. Tuttavia, le attività di beneficenza sono ancora limitate, a causa della ‘mancanza di requisiti’ e della ‘struttura sociale senza respiro'. Sono ancora difficili”.

Attualmente, la diocesi di Lạng Sơn - Cao Bằng ha "il minor numero di fedeli" della Chiesa vietnamita. Tuttavia, il potenziale dell'evangelizzazione è enorme e necessario. La predicazione del Vangelo non è solo nel territorio della diocesi, ma può associarsi alle diocesi della vicina Chiesa cinese. Pertanto, la visione missionaria nella diocesi di Lang Sơn - Cao Bằng deve essere molto riservata e particolare. Allo stesso tempo, c’è grande necessità di nuovi missionari per questa "diocesi montuosa".

In effetti, la diocesi ha una vasta estensione, ma il numero di sacerdoti è molto limitato. Pertanto il vescovo Joseph Châu Ngọc Tri ha bisogno di molti sacerdoti per servire i fedeli delle parrocchie e le opere missionarie. Ha anche invitato tutti a continuare la collaborazione con la Chiesa locale per costruire una diocesi sempre più meravigliosa.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Bilanci e nuove sfide: la diocesi di Bắc Ninh riunita prima del Capodanno lunare
13/01/2020 12:50
Il Vangelo tra i tribali: Le suore del Pime a Mymensingh
28/11/2018 12:38
Manifestazioni anti-governo a Natale: più di 300 arresti
27/12/2019 10:32
Card. Tong: Per Natale, no alla violenza, un’inchiesta indipendente, il sostegno alla democrazia
21/12/2019 09:55
Le Chiese di Vietnam e Giappone insieme per la pastorale dei migranti
06/10/2017 13:50