06/08/2020, 09.02
GIAPPONE-VATICANO
Invia ad un amico

Hiroshima, i 75 anni dal bombardamento nucleare

La città giapponese fu il bersaglio del primo attacco nucleare della storia. Commemorazione in tono minore per l’emergenza coronavirus. Arcivescovo Takami: Il cammino verso la vera pace richiede che il mondo abolisca le armi nucleari. Per papa Francesco l’uso degli armamenti atomici è “immorale”.

Hiroshima (AsiaNews) – Il Giappone commemora oggi il 75° anniversario del lancio della bomba atomica su Hiroshima. La città giapponese fu il bersaglio del primo attacco nucleare della storia, avvenuto per mano del bombardiere Usa Enola Gay alle ore 8.15 del 6 agosto, 1945. Tre giorni dopo, l’aviazione degli Stati Uniti lanciò una seconda bomba su Nagasaki. Il duplice raid spinse l’impero nipponico a dichiarare la resa, che portò alla fine della Seconda guerra mondiale.

Quest’anno la commemorazione si svolge in tono minore per l’emergenza coronavirus. Oltre alle autorità governative e a quelle locali, alla cerimonia pubblica partecipano solo i sopravvissuti al bombardamento (Hibakusha), i loro familiari e alcuni dignitari esteri.

Per Kazumi Matsui, sindaco della città, la catastrofe deve servire da monito all’umanità, e da simbolo per lavorare tutti insieme alla costruzione di un mondo pacifico. Dopo lo sgancio dell’ordigno nucleare, almeno 140mila persone morirono all’istante. In migliaia perirono in seguito, per effetto delle bruciature e delle radiazioni.

Le vittime per l’esplosione a Nagasaki furono invece 74mila.“Dei 12mila fedeli che vivevano a Nagasaki, 8.500 morirono per il bombardamento”, ha ricordato mons. Joseph Mitsuaki Takami, arcivescovo della città. Egli è un Hibakusha: all’epoca si trovava infatti nel grembo materno.

Nel commemorare l’attacco a Hiroshima, riprendendo le parole di papa Francesco, mons. Mitsuaki ha affermato che il cammino verso la vera pace richiede che il mondo abolisca le armi nucleari.

Durante la sua visita in Giappone lo scorso anno, il pontefice si è scagliato contro l’uso delle armi atomiche, da lui considerato “immorale”. Il papa ha lanciato inoltre un’iniziativa a sostegno del Trattato sulla proibizione della armi nucleari, approvato dall’Assemblea delle Nazioni Uniti nel 2017, ma non ancora ratificato da molti Stati, in particolare dalle potenze nucleari.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
I cristiani di Nagasaki ricordano le vittime dell’attacco atomico di 75 anni fa
10/08/2020 08:58
Hiroshima, il cuore dei bambini, unito a quello degli ibakusha (sopravvissuti)
06/08/2019 14:34
Hiroshima, la Dichiarazione di pace 2019
06/08/2019 12:56
Sindaco di Hiroshima: Mettere al bando le armi atomiche
06/08/2019 08:55
Obama visita Hiroshima: “La morte arrivò dall’alto. Ora un mondo senza atomica”
27/05/2016 14:26