17 Agosto 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 28/07/2017, 09.09

    ISRAELE - PALESTINA

    I palestinesi tornano a pregare ad al-Aqsa, ma la tensione resta alta



    Israele ha rimosso tutte le misure di sicurezza imposte due settimane fa. Esplosi alcuni scontri con la polizia. Si temono altre violenze quest’oggi. Netanyahu: “Tempo di considerare la pena di morte per i terroristi”.

    Gerusalemme (AsiaNews/Agenzie) – I palestinesi sono tornati a pregare sulla Spianata delle Moschee dopo quasi due settimane: non entravano nel terzo luogo sacro dell’Islam per protesta contro le misure di sicurezza imposte da Israele dopo l’attacco del 14 luglio, quando due poliziotti israeliani avevano perso la vita. Ieri, le autorità israeliane hanno smantellato tutte le strutture e telecamere installate dopo l’attentato, fra festeggiamenti, musica, schiuma e canti di migliaia di palestinesi. Tuttavia, le tensioni restano alte: a neanche un’ora dal rientro di migliaia di fedeli sulla Spianata sono esplosi altri scontri con la polizia, e più di 100 palestinesi sono rimasti feriti a causa di pallottole ricoperte di gomma, inalazioni di gas lacrimogeno, percosse e spray al peperoncino.

    Secondo Micky Rosenfeld, portavoce della polizia israeliana, alcuni palestinesi avrebbero lanciato pietre contro il Muro del Pianto. Le forze di sicurezza sarebbe quindi intervenute “per sgombrare l’area e prevenire feriti”.

    Dal canto suo, Omar Kiswani, direttore della moschea al-Aqsa, teme per oggi ulteriori violenze, definendo la repressione israeliana sui fedeli un segno preoccupante.

    Oggi, venerdì, sono attese migliaia di persone alla preghiera islamica nel luogo sacro. Israele ha imposto il divieto di entrata alla Spianata per tutti gli uomini musulmani al di sotto dei 50 anni.

    Nell’arco di 10 giorni sono più di 1000 i manifestanti palestinesi rimasti feriti negli scontri, e quattro i morti. Da parte israeliana, oltre i due poliziotti uccisi il 14 luglio, tre coloni sono stati accoltellati a morte. Proprio su quest’incidente è arrivata una dichiarazione del premier israeliano Benjamin Netanyahu, che ha sostenuto “che è arrivato il tempo” di considerare la pena di morte per i terroristi. Sebbene la normativa israeliana preveda la possibilità di condannare a morte, questa pena era stata eseguita solo nel caso del criminale di guerra nazista Adolf Eichmann, nel 1962. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/07/2017 08:50:00 ISRAELE – PALESTINA
    Proteste a Gerusalemme: centinaia di palestinesi feriti e tre morti

    La tensione era stata alta sin dalla mattina. Gli scontri sono esplosi dopo la preghiera, scatenati dal lancio di granate stordenti da parte della polizia per separare i gruppi di manifestanti. Le vittime avevano fra i 18 e i 20 anni. In serata, un palestinese ha accoltellato a morte tre coloni perché “non c’è vita dopo quello che ho visto ad al-Aqsa”.



    26/07/2017 12:16:00 PALESTINA - ISRAELE
    Autorità palestinesi religiose e politiche continuano il boicottaggio della Spianata

    Israele ha rimosso i metal detector, ma ha annunciato nuove misure di controllo. Per Mahmoud Abbas si deve tornare a prima del 14 luglio per “tornare alla normalità” e riaprire il dialogo. La Corte suprema israeliana accorda la richiesta di un’Ong per i diritti umani alla restituzione dei corpi degli assalitori del 14 luglio.



    19/07/2017 08:54:00 ISRAELE - PALESTINA
    Gerusalemme: scontri fra polizia e fedeli musulmani

    Le violenze sono esplose alla fine della preghiera serale. I fedeli pregavano fuori dalla Spianata in protesta contro i metal detector. Fatah incoraggia il “Giorno dell’Ira”.



    25/07/2017 08:21:00 ISRAELE-PALESTINA
    Israele toglie i metal detector dalla Spianata delle moschee

    Lo smantellamento avvenuto stamane prima dell’alba. Al loro posto Netanyahu propone nuove “tecnologie avanzate” di controllo. Il Consiglio di sicurezza dell’Onu aveva chiesto di trovare una soluzione entro venerdì. Inviato Onu per il Medio oriente: questi eventi possono creare catastrofi ben oltre il Medio oriente.



    14/07/2017 09:15:00 ISRAELE - PALESTINA
    Sparatoria a Gerusalemme: tre palestinesi morti e tre israeliani feriti

    I tre assalitori palestinesi hanno aperto il fuoco alle 7:00, ferendo i tre poliziotti israeliani, per poi essere uccisi. Non sono ancora conosciute le identità.





    In evidenza

    LIBANO-M. ORIENTE-VATICANO
    Patriarchi cattolici d’Oriente: Il genocidio dei cristiani, un affronto contro tutta l’umanità

    Fady Noun

    Colpite da guerre, emigrazione e insicurezza, le comunità cristiane si sono ridotte ormai a un “piccolo gregge” nell’indifferenza internazionale. Un appello a papa Francesco e alla comunità internazionale. Cattolici e ortodossi condividono gli stessi problemi. La fine dei cristiani in Oriente sarebbe “uno stigma di vergogna per tutto il XXI secolo”.


    COREA
    Vescovi coreani: No alle ‘provocazioni imprudenti’. Fermiamo l’escalation nucleare lavorando per la ‘coesistenza dell’umanità’



    I vescovi coreani hanno diffuso oggi un’Esortazione sulle tensioni crescenti attorno alla penisola coreana. La Corea del Nord, ma anche i “Paesi limitrofi” rischiano di compiere “azioni precipitose, senza freni”, che potrebbero portare alla “morte di innumerevoli persone” e a “piaghe profonde per l’intera l’umanità”. Ridurre le spese militari e potenziare le spese per lo sviluppo umano e culturale. L’appello a usare “la coscienza, l’intelligenza, la solidarietà, la pietà e il mutuo rispetto”. La preghiera nel giorno dell’Assunta, festa dell’indipendenza coreana.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®