3 Agosto 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 24/06/2004
VATICANO
Il Papa, non manchi aiuto ai cristiani di Terrasanta

Città del Vaticano (AsiaNews) – Non venga mai meno il sostegno dell'intera Chiesa cattolica ai cristiani di Terrasanta, "tanto provati da perdurante violenza e da numerosi altri problemi che producono impoverimento economico, conflittualità sociale, avvilimento umano e culturale". Giovanni Paolo II è tornato oggi ad esortare i cristiani di tutto il mondo ad una "fattiva solidarietà" con i loro fratelli che vivono in difficile condizioni nella terra ove nacque Gesù.

La comunità cristiana, infatti, vive un momento reso drammatico non solo dalle violenze del conflitto israelo-palestinese, ma anche dalla brusca caduta dei pellegrinaggi che offrivano occasione anche di sopravvivenza economica; è così cresciuto il numero di coloro che hanno abbandonato il Paese ed anche per chi è rimasto è forte la tentazione di imboccare la via dell'esilio, lasciando così privi di una chiesa viva i luoghi stessi di Gesù. Da qui l'urgenza di aiuti economici che possano contribuire a fermare questo esodo che sembra quasi inarrestabile.
"Occasione significativa per esprimere questa comunione solidale, che unisce tutti i credenti in Cristo - ha ricordato oggi il Papa in occasione dell'incontro con i partecipanti all'assemblea della "Riunione delle opere in aiuto alle Chiese orientali" (R.O.A.C.O.), un organismo che fa capo alla Congregazione per le Chiese orientali - è la Colletta per la Terra Santa, tradizionalmente raccolta il Venerdì Santo in ogni parte del mondo. I miei venerati Predecessori hanno sempre raccomandato a tutte le Comunità cristiane la cura per la Chiesa madre di Gerusalemme. Occorre perseverare - ha continuato - pregando intensamente per la pace dei Popoli che vivono nella Terra di Gesù".
Secondo il Papa, in questo modo "è possibile prestare soccorso alle urgenti necessità ed alimentare lo spirito d'accoglienza e di rispetto reciproci, favorendo la maturazione di una comune volontà di riconciliazione. Tutto ciò non può non contribuire a costruire la pace tanto auspicata".
 Il Papa ha ringraziati oggi la Roaco per il soccorso offerto alle comunità cristiane delle Chiese d'Oriente, "sottoposte in questo nostro tempo a dura prova a causa dei conflitti in atto, del terrorismo e di altre difficoltà. All'azione generosa in favore delle popolazioni dell'Iraq, voi avete unito - ha concluso - una particolare attenzione per la Chiesa greco-cattolica di Romania".

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
17/01/2013 VATICANO – CHIESE ORIENTALI
Card. Sandri: Le Chiese d'Oriente ci insegnano la solidarietà e ci fanno riscoprire la fede
19/06/2008 VATICANO
Papa: siano offerte al Medio Oriente “la sospirata pace”, stabilità e libertà religiosa
10/07/2007 VATICANO
Solo la Chiesa cattolica è la vera “Chiesa di Cristo”
28/05/2009 VATICANO
Papa: la crisi spinga i cristiani a manifestare solidarietà verso chi è più colpito
31/12/2008 VATICANO
Papa: “non poche ombre” all’orizzonte del 2009, ma con la fede non dobbiamo avere paura

In evidenza
CINA
Wenzhou, anche la Chiesa non ufficiale contro le demolizioni. La diocesi in digiuno
di Joseph YuanDopo la marcia del 90enne vescovo ufficiale mons. Vincent Zhu Weifang, il coadiutore mons. Peter Shao Zhumin e tutto il clero non ufficiale pubblicano una lettera aperta in cui chiedono di fermare la campagna di demolizione delle croci. Un appello ai cattolici “della Cina e del mondo intero” affinché si uniscano alla protesta, a sostegno della Chiesa cinese. Persino un vescovo illecito manifesta solidarietà con il clero del Zhejiang, contro gli atti del governo.
CINA
Wenzhou: Vescovo 90enne e 26 preti manifestano contro la demolizione delle croci
di Joseph YuanNon è la prima volta che l'anziano vescovo e i suoi sacerdoti si esprimono contro la campagna di demolizione di croci e chiese, che ha colpito oltre 400 edifici. La polizia ha cercato di disperderli e il gruppo ha presentato una petizione. La coroncina della Divina Misericordia a sostegno della Chiesa cinese. Entro il 31 agosto verranno abbattute le croci delle chiese nella zona di Lishui.
ISRAELE-IRAN
Dopo l’accordo sul nucleare, Israele dovrebbe diventare il miglior alleato dell’Iran
di Uri AvneryE’ la tesi del grande statista e pacifista Uri Avnery, leader del gruppo Gush Shalom, sostenitore della pace fra israeliani e palestinesi. Secondo Avnery, l’Iran desidera solo essere una potenza regionale e del mondo islamico, capace di commerciare con tutti, grazie alla sua raffinata e millenaria esperienza. Di fronte, rivolti al passato, vi sono le monarchie e gli emirati del Golfo. L’Iran può essere un ottimo alleato contro Daesh. Gli abbagli di Netanyahu e dei politici e media israeliani. (Traduzione dall’inglese di AsiaNews).

Dossier


Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate