14/08/2004, 00.00
papa - lourdes
Invia ad un amico

Il Papa: il rosario per le vocazioni al sacerdozio e alla verginità consacrata

Lourdes (AsiaNews) – Un papa affaticato nella voce, ma sicuro ha introdotto il rosario alla grotta di Massabielle questo pomeriggio alle 17.30. "Qui alla grotta di Massabielle – ha detto Giovanni Paolo II - sento con emozione di aver raggiunto la meta del mio pellegrinaggio". Il Papa ha definito Lourdes la "cattedra di una singolare scuola di preghiera" e ha invitato le centinaia di migliaia di pellegrini "a pregare per le vocazioni al sacerdozio e alla verginità per il Regno di Dio".

Il papa, nella papamobile, stringendo i grani di una corona fra le mani, ha seguito il rosario dei Misteri Luminosi, in una processione di cinque tappe. Ogni mistero è stato introdotto brevemente da Jean Vanier, fondatore del movimento de l'Arche, che raccoglie comunità miste di sani e disabili.

Alle piscine, medici e ammalati hanno meditato il battesimo di Gesù nel Giordano. Quindi, alla tenda dell'Adorazione, il Papa ha pregato con i giovani il secondo mistero (le nozze di Cana). Alla chiesa di santa Bernadette è stato recitato il mistero dell'annuncio del Regno. Presso la cappella della Riconciliazione i sacerdoti hanno pregato il mistero della Trasfigurazione del Signore. Il Papa ha quindi concluso il Rosario con il quinto mistero - l'istituzione dell'Eucaristia - alla Basilica insieme ai chierichetti.

Nell'intensa preghiera conclusiva, il Papa ha chiesto aiuto alla Madonna con queste parole: "Ave Maria, Donna del dolore, Vergine sposa presso la Croce, sii nostra guida sulla strade del mondo, insegnaci a diffondere l'amore di Cristo, a sostare con Te presso le innumerevoli croci sulle quali tuo Figlio è ancora crocifisso".

 

Riportiamo di seguito le parole con cui Giovanni Paolo II ha introdotto la recita del Santo Rosario e la preghiera finale.

  Preghiera introduttiva  

Carissimi Fratelli e Sorelle!

Inginocchiandomi qui, presso la grotta di Massabielle, sento con emozione di aver raggiunto la meta del mio pellegrinaggio. Questa grotta, dove apparve Maria, è il cuore di Lourdes. Fa pensare alla caverna del monte Oreb, dove Elia incontrò il Signore, che gli parlò nel "mormorio di un vento leggero" (1 Re 19,12).

Qui la Vergine invitò Bernadette a recitare il Rosario, sgranando Lei stessa la corona. Questa grotta è diventata così la cattedra di una singolare scuola di preghiera, in cui Maria insegna a tutti a contemplare con ardente amore il volto di Cristo.

Per questo Lourdes è il luogo dove i credenti di Francia, e di tante altre nazioni dell'Europa e del mondo, in ginocchio, pregano.

Pellegrini a Lourdes, vogliamo anche noi questa sera ripercorrere pregando, insieme con la Madre, i "misteri" nei quali Gesù si manifesta "come luce del mondo". Ricordiamo la sua promessa: "Chi segue me non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita" (Gv 8,12).

Vogliamo imparare dall'umile serva del Signore la disponibilità docile all'ascolto e l'impegno generoso nell'accogliere l'insegnamento di Cristo nella nostra vita.

In particolare, meditando sulla partecipazione della Madre del Signore alla missione redentrice del Figlio, vi invito a pregare per le vocazioni al sacerdozio ed alla verginità per il Regno di Dio, affinché quanti sono chiamati sappiano rispondere con disponibilità e perseveranza.

Rivolti a Maria Santissima, con Bernadette diciamo: "Mia dolce Madre, abbiate pietà di me; io mi dono a voi completamente affinchè mi doniate al vostro amato Figlio che voglio amare di tutto cuore. Mia dolce Madre, donatemi un cuore che bruci tutto per Gesù".

 

Preghiera finale 

Ave Maria, Donna povera ed umile,

benedetta dall'Altissimo!

Vergine della speranza, profezia dei tempi nuovi,

noi ci associamo al tuo cantico di lode

per celebrare le misericordie del Signore,

per annunciare la venuta del Regno

e la piena liberazione dell'uomo.

Ave Maria, umile serva del Signore,

gloriosa Madre di Cristo!

Vergine fedele, dimora santa del Verbo,

insegnaci a perseverare nell'ascolto della Parola,

ad essere docili alla voce dello Spirito,

attenti ai suoi appelli nell'intimità della coscienza

e alle sue manifestazioni negli avvenimenti della storia.

Ave Maria, Donna del dolore,

Madre dei viventi!

Vergine sposa presso la Croce, Eva novella,

sii nostra guida sulle strade del mondo,

insegnaci a vivere e a diffondere l'amore di Cristo,

a sostare con Te presso le innumerevoli croci

sulle quali tuo Figlio è ancora crocifisso.

Ave Maria, Donna della fede,

prima dei discepoli!

Vergine Madre della Chiesa, aiutaci a rendere sempre

ragione della speranza che è in noi,

confidando nella bontà dell'uomo e nell'amore del Padre.

Insegnaci a costruire il mondo dal di dentro:

nella profondità del silenzio e dell'orazione,

nella gioia dell'amore fraterno,

nella fecondità insostituibile della Croce.

Santa Maria, Madre dei credenti,

Nostra Signora di Lourdes,

prega per noi.

Amen.

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Lourdes: il papa sfinito, Ferragosto e le Olimpiadi
15/08/2004
Cristiani e musulmani al santuario di Komane, nonostante violenze e terrorismo
14/08/2004
Papa: la sofferenza non è inutile; è un'offerta per il mondo
14/08/2004
Processione « aux flambeaux » per chiedere la pace
14/08/2004
Davanti a Maria, malati e studenti indù in preghiera coi cristiani
13/08/2004