23/07/2010, 00.00
HONG KONG
Invia ad un amico

Il card. Zen si racconta alla fiera del libro di Hong Kong

di Annie Lam
In un talk-show il il card. Zen parla della sua infanzia in Cina e della sua formazione sacerdotale. Interrogato sullo scandalo dei preti pedofili il prelato dice che la vocazione religiosa richiede una lunga formazione e un impegno costante: “Bisogna essere prudenti e attenti ad approfondire la propria spiritualità”.

Hong Kong (AsiaNews) – Dalla fiera del libro di Hong Kong il card. Joseph Zen,  salesiano e vescovo emerito di Hong Kong, incoraggia i giovani a leggere i libri sulla vita e le figure della Chiesa come don Bosco. Ieri il prelato ha raccontato la sua vita ad “i-talk”, talk-show televisivo cattolico trasmesso nello stand cattolico della fiera, che terminerà il prossimo 27 luglio.    

Durante il programma, seguito da cattolici e non credenti, il card. Zen ha raccontato i suoi viaggi in Africa, Portogallo, Italia, Taiwan e altri Paesi, fatti dopo il pensionamento avvenuto nell’aprile 2009. In questo periodo egli ha anche iniziato a scrivere un blog dove condivide con i giovani l’ esperienza di fede ed esprime opinioni sulla Chiesa in Cina e sulla riforma politica in Hong Kong.

Ricordando il passato da cardinale di Hong Kong, il prelato ha detto che all’epoca leggeva molto giornali come l’Osservatore romano, che lo teneva sempre aggiornato  con i suoi buoni articoli. Il cardinale ha aggiunto che la sua infanzia a Shangai è stata caratterizzata da numerose letture, fatte a casa e a scuola, incentrate sui temi della letteratura cinese come il libro “I tre Regni”. Da giovane egli ha anche avuto l’opportunità di studiare inglese, francese, latino e italiano.

Parlando del libro che contiene tre anni di omelie domenicali, il card. Zen si sente grato per questa esperienza che lo ha portato a scrivere con continuità. “Sono sicuro – ha affermato - che alcuni episodi si ripetono in un periodo così lungo, ma non manca nulla”.

Interrogato sull’argomento degli scandali sessuali dei sacerdoti a Hong Kong, Europa e Stati Uniti, egli ha sottolineato come la vocazione religiosa richieda una lunga formazione e un impegno costante. “Bisogna essere prudenti e attenti ad approfondire la propria spiritualità”, ha affermato il cardinale.

Lo stand cattolico della fiera è stato inaugurato e benedetto il 21 luglio scorso da p. Michael Yeung Ming-cheung, vicario generale di Hong Kong. Per celebrare i 400 anni dalla morte di p. Matteo Ricci, lo stand dispone nuove pubblicazioni e produzioni adio-video sulla vita del missionario. Oltre al card. Zen il programma “i-talk” ha invitato altri 6 sacerdoti e 3 suore che nei prossimi giorni parleranno delle attività della Chiesa e del senso della vita.    

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il Papa al card. Zen: “Dovreste essere al santuario mariano di Sheshan”
20/05/2010
Un libro in ogni casa, per diffondere la letteratura cristiana nell’arcidiocesi di Colombo
18/09/2010
Si apre al Vittoriano la mostra "P. Matteo Ricci. L' Europa alla corte dei Ming"
09/02/2005
Sacerdote cinese porta al papa doni da Sheshan e Shanghai
16/06/2010
Da Shanghai a Roma, la gioia di essere prete nell’Anno sacerdotale
15/06/2010