25 Settembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 20/07/2012, 00.00

    VIETNAM

    Imprigionati come "sabotatori" tre attivisti vietnamiti per i diritti umani



    Condanne da quattro a cinque anni e sei mesi di prigione per i tre che hanno condotto una campagna per esporre la corruzione e il cattivo comportamento delle autorità locali contro i contadini della provincia di Bac Giang.

    Hanoi (AsiaNews/Agenzie) - La notizia è stata data dalle fonti governative come "Sabotatori imprigionati", ma si riferisce alla condanna di tre attivisti vietnamiti per i diritti umani. Nguyen Kim Nhan, 63 anni (nella foto), è stato condannato dal tribunale della provincia di Bac Giang, nel nord del Paese, a cinque anni e sei mesi di prigione, Dinh Van Nhuong, 54 anni, e Do Van Hoa, 46 anni, a quattro anni. Dopo la prigione, tutti e tre dovranno anche trascorrere un periodo agli arresti domiciliari.

    L'accusa nei loro confronti era basata sull'art. 88 del Codice penale vietnamita, che parla di "propaganda contro lo Stato" e di "diffamazione" del Partito comunista e del governo. A rafforzare  le accuse anche il fatto di aver parlato con media stranieri.

    L'articolo è definito da Human Rights Watch dalla formulazione vaga e interpretato liberamente per imprigionare pacifici attivisti politici e religiosi.

    Nel caso in esame, i tre attivisti hanno condotto una campagna per esporre la corruzione e il cattivo comportamento delle autorità locali contro i contadini della provincia di Bac Giang. Si tratta di fatti che si stanno moltiplicando un po' in tutto il Paese, in seguito all'accresciuto valore dei terreni, che le autorità politiche locali cercano di sottrarre ai contadini per passarle a industrie o enti turistici. "Costringere al silenzio i contadini e i loro sostenitori - ha osservato Phil Robertson, vicedirettore per l'Asia di HRW - non risolve i problemi, specialmente finché proseguono le confische di terreni e la corruzione".

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    23/09/2016 08:38:00 VIETNAM
    Hanoi, torna in carcere il blogger cattolico Nguyen Huu Vinh

    Deve scontare cinque anni di reclusione. Era stato condannato insieme alla sua assistente per aver “violato gli interessi dello Stato” pubblicando articoli online. Gli avvocati della difesa affermano che il processo non è stato democratico: “L’accusa si basa su false prove e sotto l’attuale codice penale Vinh è innocente”.

     



    24/03/2016 08:58:00 VIETNAM
    Hanoi: blogger cattolico condannato a cinque anni per “diffamazione del Partito”

    Nguyen Huu Vinh era stato arrestato nel 2014 e rinviato a giudizio per aver “violato gli interessi dello Stato”. Condannata anche la sua assistente a tre anni di carcere. Entrambi si dichiarano innocenti. Il blog “Ba Sam” pubblicava articoli e saggi critici nei confronti del governo di Hanoi, ottenendo milioni di visualizzazioni.



    10/02/2006 Cina
    Hebei, il capo del Partito "colpevole della violenza a Shengyou"

    A Shengyou un gruppo di teppisti assoldati dal governo locale aveva attaccato una protesta contadina, facendo sei morti e 100 feriti. Pronunciata la sentenza per altri 26 co-imputati: per quattro di loro, la pena di morte. Il familiare di una vittima: "E' assurdo. Uccidono chi ha eseguito l'ordine, ma non chi lo ha emesso".



    30/03/2007 VIETNAM
    P. Nguyen Van Ly, sacerdote cattolico, condannato a 8 anni di prigione
    Assieme a lui, condannati anche 4 membri del Partito progressista. Il governo di Hanoi soffoca e arresta dissidenti e difensori per i diritti umani.

    18/04/2016 13:37:00 VIETNAM
    La polizia vietnamita picchia la moglie di un pastore mennonita in carcere

    Il 30 marzo scorso Tran Thi Hông aveva incontrato una delegazione Usa per i diritti umani. Gli agenti le hanno chiesto di cosa aveva parlato e al suo rifiuto di parlare l’hanno presa a calci in faccia. Il marito, Nguyen Cong Chinh, è in prigione dal 2011 per crimini contro lo Stato.

     





    In evidenza

    SIMPOSIO ASIANEWS
    Madre Teresa, la Misericordia per l’Asia e per il mondo (VIDEO)



    Pubblichiamo le registrazioni video degli interventi che si sono susseguiti durante il Simposio internazionale organizzato da AsiaNews il 2 settembre scorso. In ordine intervengono: P. Ferruccio Brambillasca, Superiore Generale del PIME; Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide; Sr. Mary Prema, Superiora Generale delle Missionarie della Carità; P. Brian Kolodiejchuk, postulatore della Causa della Madre; Card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai; P. John A. Worthley, sull'influenza di Madre Teresa in Cina; una testimonianza sull'influenza di Madre Teresa nel mondo islamico; mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale.


    CINA - VATICANO
    Pechino diffonde la nuova bozza di regolamenti sulle attività religiose. Più dura

    Bernardo Cervellera

    Multe fino a 200mila yuan (27mila euro) per “attività religiose illegali” da parte di cattolici o altri membri di comunità sotterranee. Fra le “attività illegali” vi è la “dipendenza dall’estero” (ad esempio il rapporto col Vaticano). Si predica la non discriminazione, ma ai membri del partito è proibito praticare la religione anche in privato. Precisi controlli su edifici, statue, croci. Controlli serrati anche su internet. Forse è la fine delle comunità sotterranee.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®