5 Marzo 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 09/03/2005
VIETNAM
Influenza aviaria in Vietnam, nuovi casi senza sintomi

La malattia potrebbe essere più diffusa di quanto si pensi.



Hanoi (AsiaNews/Agenzie) –L'influenza aviaria potrebbe colpire senza presentare sintomi ed essere così più diffusa di quello che si è calcolato. Oggi autorità sanitarie vietnamite hanno reso noti due casi insospettati. Nguyen Tran Hien, direttore dell'Istituto nazionale per l'igiene e le epidemie, ha confermato che una donna dalla provincia settentrionale di Thai Binh è risultata positiva al virus H5N1, senza presentarne i sintomi. La 61enne è vedova di una vittima dell'influenza aviaria, deceduta il 23 febbraio scorso. La donna non soffriva della crisi respiratoria e della febbre alta tipiche dei contagiati. Ora è in buona salute ma in isolamento. Nguyen Van Thieu, direttore del Centro medico del distretto di  Kien Xuong, nel Thai Binh, ha detto che "le cause dell'infezione sono ancora sconosciute". La famiglia allevava pollame risultato, però, sano.

Nessun sintomo evidente nemmeno nell'80enne risultato infetto dal virus dopo le analisi svolte all'Istituto nazionale di Igiene e Epidemie di Hanoi. Due nipoti dell'uomo, di 21 e 14 anni, erano già ricoverati all'ospedale di Hanoi per aver contratto l'influenza dei polli.

Le autorità sanitarie sospettano che i 3 familiari, anche loro dalla provincia di Thai Binh, abbiamo contratto il virus mangiando un'anatra infetta circa un mese fa. Non ci sono per il momento prove del temuto contagio uomo a uomo.

I due casi sollevano timori che l'influenza aviaria sia più diffusa di quanto si possa calcolare. "È possibile – ha detto il portavoce regionale dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Peter Cordingley, che alcune persone siano malate ma presentino sintomi troppo lievi per essere rilevate dai test". 

Dal 2003 l'influenza dei polli ha ucciso 46 persone nel sudest asiatico: 33 in Vietnam, 12 in Thailandia, una in Cambogia e costretto alla soppressione di milioni di volatili.


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
13/03/2006 MYANMAR
Aviaria, primo focolaio in Myanmar
30/09/2004 VIETNAM - THAILANDIA
Influenza dei polli, ventesima vittima in Vietnam
02/06/2006 INDONESIA
Influenza aviaria: muore bambina di 8 anni, si teme un contagio uomo a uomo
20/09/2005 INDONESIA
Oms: la campagna globale contro l'influenza aviaria costerà più di 250 milioni di dollari
di Mathias Hariyadi
08/04/2008 CINA
Aviaria, la Cina conferma contagio da uomo a uomo

In evidenza
EGITTO - ISLAM
Le parole di al-Tayeb e di al-Sisi un grande passo per una rivoluzione dell'islam
di Samir Khalil SamirIl grande imam di Al-Azhar ha denunciato le interpretazioni basate sulla lettera del Corano e della sunna, brandite dai fondamentalisti e dai terroristi islamici; sostiene l'urgenza di una riforma dell'insegnamento dell'islam fra i laici e gli imam; domanda la fine della scomunica (takfir) reciproca fra sunniti e sciiti. E il presidente egiziano al-Sisi ha deciso di combattere lo Stato islamico dopo la decapitazione di 21 cristiani copti, che egli ha definito "cittadini egiziani" a parte intera.
ARABIA SAUDITA - ISLAM
Imam di Al-Azhar: Per fermare l'estremismo islamico occorre una riforma dell'insegnamento religiosoPer Ahmed al-Tayeb è urgente stilare un nuovo curriculum di studi per evitare una "cattiva interpretazione" del Corano e della sunna. Il terrorismo islamico mette in crisi l'unità del mondo musulmano. Il "nuovo colonialismo globale alleato al sionismo mondiale". Il discorso del re saudita.
HONG KONG - CINA - VATICANO
Card. Zen: Sembra che qualcuno voglia farci tacere
di Card. Joseph Zen Ze-kiunIl diffuso ottimismo sul miglioramento del dialogo fra Santa Sede e Cina sembra non avere fondamento. Alcune "tendenziose" interviste a vescovi cinesi, frenati nella libertà di parlare. Le questioni fondamentali sono sempre aperte: chi nomina i vescovi; cosa fare dell'Associazione patriottica. La guida della Lettera di Benedetto XVI ai cattolici cinesi, citata anche da papa Francesco. Un non accordo è meglio di un cattivo accordo. Cosa è successo a mons. Cosma Shi Enxiang? E a mons. Giacomo Su Zhimin? Un'animata riflessione del vescovo emerito di Hong Kong, campione della libertà religiosa in Cina.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate