21/11/2012, 00.00
ISRAELE - PALESTINA
Invia ad un amico

Israele e Hamas firmano la tregua

L'accordo è in vigore dalle 19.00 (ora locale). Ad annunciarlo è Mohammed Kamel Amr, ministro degli Esteri egiziano. Netanyahu telefona a Obama per confermare l'accettazione della tregua, ma avverte un'operazione ancora più dura in caso di nuovi lanci di razzi dalla Striscia di Gaza.

Tel Aviv (AsiaNews/ Agenzie) - Israele e Hamas firmano una tregua dopo otto giorni di raid aerei e lancio di razzi costati la vita a  158 palestinesi e cinque morti israeliani. L'annuncio è stato dato da Mohammed Kamel Amr, ministro degli Esteri egiziano durante una conferenza stampa con Hillary Clinton, segretario di Stato Usa. Kamel Amr ha ringraziato Turchia, Qatar, Nazioni Unite e Lega Araba per il loro contributo al raggiungimento dell'accordo. La fine delle ostilità è in vigore dalle 19.00 (ora locale).

Secondo fonti interne all'ufficio del primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu ha già contattato il presidente Barak Obama confermando il sostegno di Israele al cessate il fuoco proposto dall'Egitto. Ma Netanyahu ha ribadito la minaccia di un nuovo intervento in caso di violazione della tregua da parte di Hamas.

Yasser Ali, portavoce del presidente egiziano Mohamed Morsi, ha affermato che il governo del Cairo lavorerà con entrambe le parti per controllare l'applicazione effettiva dell'accordo. 

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Si cerca una tregua per Gaza, ma continuano i razzi e i raid aerei
21/11/2012
Tel Aviv, bomba su un autobus, 21 feriti; Gaza raid aereo: 7 morti
21/11/2012
Il quarto giorno della crisi di Gaza: 8 palestinesi uccisi; 16 razzi lanciati
17/11/2012
Attivista israeliano: Un’altra guerra superflua
17/11/2012
Israele accetta una breve tregua su Gaza mentre ammassa truppe al confine
16/11/2012