27/07/2017, 11.35
INDONESIA
Invia ad un amico

Java, nell’arco di due settimane ordinati 19 nuovi sacerdoti

di Mathias Hariyadi

Ieri sono stati ordinati due sacerdoti Batak a Padang; due giorni fa 8 sacerdoti nella diocesi di Semarang; due settimane fa, sei nuovi sacerdoti gesuiti a Kotabaru. Molti giovani riflettono sulle motivazioni di base della loro vita e decidono di entrare nei seminari. Una situazione molto diversa da quella in occidente.

Jakarta (AsiaNews) - Mentre i Paesi europei soffrono di mancanza di sacerdoti, poiché la vocazione religiosa non appare più attraente, l'Indonesia, il più popoloso Stato musulmano del mondo sta vivendo una stagione di vocazioni religiose cristiane. In particolare molti giovani entrano nei seminari. Sebbene siano pochi i giovani che chiedono di entrare nelle congregazioni religiose, il numero delle vocazioni nei seminari diocesani è molto alta.

Più di 230 seminaristi frequentano il Seminario di San Petrus Canisius di Mertoyudan a Magelang, Java centrale, il seminario più antico in Indonesia con i suoi 104 anni in esistenza. “Nel Seminario Marianum a Probolinggo in East Java, che appartiene alla Diocesi di Malang, i seminaristi sono 46”, dice il rettore Adam Suncoko ad AsiaNews.

 Tale realtà è dimostrata dal numero di nuovi sacerdoti ordinati in Indonesia nell’arco delle ultime due settimane. Ieri sera nella diocesi di Padang, nella provincia di Sumatra occidentale, il vescovo Martinus D. Situmorang ha ordinato  Wolfram Ignatius Nadeak e  Prian Saut Doni Dongan Malau, a sacerdoti locali diocesani. I due sono entrambi di etnia Batak.

Due giorni fa a Yogyakarta, nella diocesi di Semarang, l’arcivescovo Robertus Rubiyatmoko ha ordinato otto sacerdoti nella cappella di S. Paolo del Seminario Maggiore a Kentungan. Due settimane fa, sei nuovi sacerdoti gesuiti sono stati ordinati da mons. Rubiyatmoko, che aveva ricevuto l'ordinazione episcopale appena due mesi prima. L’ordinazione sacerdotale nella chiesa cattolica Sant'Antonio Padova di Kotabaru ha visto la presenza  del superiore generale dei gesuiti, Arturo Sosa Abascal, insieme al suo assistente generale Asia-Pacifico p. Danny Huang SJ.

Nella sua omelia, il superiore p.  Abascal ha invitato i sei nuovi sacerdoti ad avere il coraggio di “entrare nel profondo”. "Entrare nel profondo non è un'esperienza istantanea, ma richiede un sacco di energia, un duro lavoro ed è un processo destinato a durare tutta la vita. Affinché ognuno di voi sia chiamato a diventare compagno di Cristo per la riconciliazione e la giustizia".

Parlando con AsiaNews sull'ordinazione sacerdotale di due giorni fa a St. Paul's High Seminary, il rettore padre Joseph Kristanto Suratman ha spiegato che molte motivazioni "fondamentali" stanno diventando la ragione "ovvia" per cui i giovani sono stati "spinti" spiritualmente a rispondere alla loro vocazione religiosa.

A differenza di altri seminaristi che si uniscono alla diocesi locale o a congregazioni religiose, Martinus Sutomo Pr ha percorso una strada più tortuosa per rispondere alla sua vocazione. "Sono cresciuto in una famiglia cattolica alle prese con una situazione economica delicata. Sono il primogenito in una famiglia con tre sorelle più giovani. Quando ho finito le scuole superiori, ho deciso di trovare un lavoro adatto per aiutare i miei genitori a far studiare le mie tre sorelle", scrive questo sacerdote diocesano ad AsiaNews.

La sua iscrizione al Seminario Minore di Mertoyudan è stata respinta e per questo ha continuato a vivere iniziando l’attività di titolare di un internet cafe per raccogliere fondi per la sua famiglia nel quartiere Bayat di Klaten Regency, Java centrale. "Il mio primo contatto con Dio è avvenuto quando mi sono sentito interrogare da una frase buttata là da un mio ex insegnante delle elementari. Mi aveva chiesto chi avrei voluto essere nel mio futuro". Lo stesso insegnante gli prospettò la possibilità che potesse essere chiamato a diventare sacerdote.

Quando ormai si stava godendo la sua vita privata da giovane imprenditore di internet café, quell’episodio gli tornò in mente più volte suscitando in lui un desiderio di infinito. Finché finalmente ha chiesto di entrare nel seminario diocesano della diocesi di Semarang.

Insieme ai suoi sette compagni appena ordinati e dopo sette anni di formazione, padre Sutomo ora afferma: "Ho sperimentato che Dio non mi lascia mai, ma accompagna sempre la mia vita".

Una settimana fa, nella chiesa cattolica della Sacra Famiglia di Banteng, Yogyakarta, Samarinda Yustinus Harjosusanto dalla provincia di Kalimantan Orientale ha ordinato tre nuovi sacerdoti. Due sacerdoti sono indonesiani locali di Java, mentre p. David Ravaoavy Samianagnandaza è del Madagascar in Africa. Parlando con AsiaNews alcuni giorni prima della sua ordinazione, padre David ha spiegato di essere felice per aver avuto alcuni anni di lavoro a Kalimantan e Java per entrare in contatto con gli indonesiani cattolici. La cosa più interessante per lui in Indonesia, ha detto, è il fatto che “questa nazione è caratterizzata dalla sua società pluralista in etnia, lingue, culture, valori sociali, religione". “Sono veramente felice di sperimentare questa situazione unica in Indonesia”, ha aggiunto.

Padre David ha completato i suoi studi filosofici e teologici in Madagascar, ma è stato spedito in Indonesia come parte del programma di scambio di MSF (Missionari della Sacra Famiglia) International per offrire opportunità di sperimentare opere in Madagascar e viceversa. Ha trascorso quasi due anni a Samarinda nella provincia orientale Kalimantan, come parte della sua missione pastorale e più tardi a Semarang, la capitale del Java centrale, per il suo anno di diaconato. Alla sua ordinazione a Yogyakarta non ha potuto parteciparvi nessun membro della sua famiglia, ma alcuni genitori "adottivi" indonesiani lo hanno accompagnato durante il suo percorso.

Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017-1
Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017-1
Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017-2
Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017-2
Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017-3
Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017-3
Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017-4
Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017-4
Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017-5
Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017-5
Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017-6
Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017-6
Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017
Ordinazioni in Indonesia, luglio 2017
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Kalimantan, la pastorale di un sacerdote Dayak tra i giovani tribali
07/11/2017 13:01
Nella Giornata di preghiera per la Chiesa in Cina, ordinati 11 nuovi sacerdoti
25/05/2016 12:18
Nell’Iraq delle violenze, ordinati due sacerdoti e quattro diaconi a Kirkuk
16/07/2010
Ad Hanoi ordinati 57 nuovi preti, mentre il Papa nomina un vescovo
29/11/2005
Sumatera e Kalimantan, ordinati 13 sacerdoti e 3 diaconi (Foto)
16/02/2018 08:04