22 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 11/09/2017, 14.45

    ISRAELE – PALESTINA

    Jubbet al-Dhib, inaugurata nuova scuola ‘illegale’, dopo quella distrutta dai soldati



    Irruzione dell’esercito israeliano con gas lacrimogeni e granate. Ministero palestinese dell’istruzione: una sfida alle politiche coloniali. Sono cinque le scuole a rischio nell’area.

    Gerusalemme (AsiaNews/Agenzie) – È stata inaugurata ieri mattina la nuova scuola del villaggio di Jubbet al-Dhib, nel distretto di Betlemme. L’edificio è stato eretto nella notte fra l’8 e il 9 settembre sulle rovine di quello abbattuto lo scorso mese dall’esercito israeliano, a un giorno dall’inizio delle lezioni. A partecipare alla costruzione delle cinque classi sono stati attivisti e funzionari ministeriali dell’Autorità nazionale palestinese.

    Per Israele, la scuola è “illegale” perché costruita senza i permessi necessari. Il 9 settembre, le forze armate israeliane vi hanno fatto irruzione, circondando la costruzione e attaccando gli attivisti con gas lacrimogeni e granate stordenti. Un portavoce dell’amministrazione civile israeliana ha riferito che durante il raid “materiali di lavoro sono stati confiscati”, fra cui un veicolo. Ad oggi, la struttura è ancora in piedi.

    I funzionari palestinesi riferiscono che la scuola è stata chiamata “Challenge 5 School” (Sfida della scuola 5) perché è la quinta nell’area ad essere minacciata dalla costruzione di insediamenti. Tutte si trovano all’interno dell’area C, ovvero sotto il completo controllo militare d’Israele, vicino ad avamposti militari e colonie. Per il ministro palestinese dell’istruzione, Sabri Saidam, la ricostruzione dell’edificio è una sfida alle “politiche di occupazione che cercano di privare i bambini di un’istruzione sicura”.

    La scuola di Jubbet al-Dhib è la terza struttura scolastica della Cisgiordania ad essere demolita o privata di infrastrutture a partire da agosto, dopo la demolizione dell’unico asilo beduino a Jabal al-Baba e la confisca dei pannelli solari di una scuola nel villaggio di Abu Nuwar.

     A luglio, l’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari (Ocha) aveva sottolineato come fosse “quasi impossibile” per i palestinesi ottenere i permessi per costruire nelle aree C dei Territori. Per questa ragione più di un terzo delle comunità palestinesi nell’area C non hanno scuole elementari. L’Ong Norwegian Refugee Council (Nrc) sostiene che sono 55 gli edifici scolastici in Cisgiordania a rischio di demolizioni, molti dei quali costruiti con fondi dell’Unione europea.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    01/09/2017 11:30:00 ISRAELE - PALESTINA
    Jubbet al-Dhib: studiano in tenda i bambini della scuola demolita da Israele

    L’edificio era stato costruito senza i “permessi necessari”. La scuola più vicina è a molti chilometri. Preoccupazione per il clima invernale. È la terza struttura scolastica ad essere oggetto di misure da parte delle autorità militari israeliane. 



    16/09/2014 PALESTINA
    Anche a Gaza si torna a scuola. Ma i bambini "hanno perso la loro umanità"
    P. Manawel Musallam, preside di una scuola cattolica nella Striscia, racconta l'impossibile ritorno alla normalità dei ragazzi palestinesi. I bombardamenti israeliani hanno distrutto 24 scuole e danneggiato altre 190 in modo parziale. Su 1,8 milioni di abitanti, quasi il 45% della popolazione ha meno di 14 anni.

    25/12/2008 VATICANO
    Papa: nella notte di Natale pensiamo ai bambini che soffrono e a Betlemme senza pace
    L’invito a rivolgere l’attenzione ai piccoli ai quali è rifiutato l’amore dei genitori, a quelli “di strada”, a quelli costretti a fare il soldato o sfruttati dalla pornografia. “Cessino l’odio e la violenza” nella terra ove è nato Gesù.

    26/10/2004 ISRAELE – PALESTINA - TERRASANTA
    Nasce una scuola materna per arabi cristiani e musulmani

    Custode di Terra Santa: "E' un segno di speranza e di coraggio".



    25/07/2016 12:07:00 ISRAELE-PALESTINA
    Nuove scoperte e splendenti mosaici nei restauri alla chiesa della Natività di Betlemme (Foto)

    Riemersi dopo secoli i mosaici dei transetti: un’Ascensione di Gesù, con Maria, gli apostoli e gli angeli; l’incredulità di san Tommaso; l’entrata di Gesù a Gerusalemme; una trasfigurazione di cui restano solo pochi frammenti. Riportata alla luce la “firma” di un mosaicista del XII secolo.





    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®