21 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 28/08/2017, 08.47

    INDIA

    Karnataka, cristiano pentecostale accusato di conversioni forzate

    Nirmala Carvalho

    Dorairaju ha 63 anni e risiede nel villaggio di Kollamogru-Kalmakaru. Un gruppo di circa 20 persone lo ha accerchiato e perquisito. Il cristiano era già stato incriminato in passato. Forse preso di mira dagli indù perché è un convertito.

    Mumbai (AsiaNews) – Un cristiano pentecostale del Karnataka è stato consegnato alla polizia con l’accusa di conversioni forzate. Lo scorso 26 agosto Dorairaju, un uomo di 63 anni, è stato accerchiato da un ventina di residenti del villaggio di Kollamogru-Kalmakaru. Il gruppo di indù lo ha prima perquisito e poi “accompagnato” alla stazione di polizia locale. Gli agenti hanno accolto la denuncia degli accusatori e rimandato a casa tutti, compreso il cristiano. Oggi Dorairaju dovrà comparire di nuovo in questura per difendersi dall’accusa di aver tentato di convertire altre persone con la promessa di denaro. Ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), afferma: “Il cristiano è abituato a far visita alle case del villaggio per portare la Buona Novella, ma non ha mai offerto denaro”.

    In passato l’uomo era già stato incriminato per conversioni forzate. Con ogni probabilità la diffidenza nei suoi confronti è dovuta al fatto che egli stesso è un convertito. Dorairaju visita con regolarità le case del suo villaggio, dove vivono diversi dalit, e offre delle preghiere. Le sue visite avevano già scatenato un’ondata di sospetti da parte degli indù.

    Dopo aver perquisito la sua borsa, nella quale hanno trovato del materiale religioso, il gruppo lo ha trascinato di fronte agli agenti. “Gli abitanti del villaggio – riporta Sanjan K George – hanno rilasciato deposizioni contro di lui per un’ora, accusandolo di aver tentato di plagiare [la popolazione] con la promessa di denaro. Ma tutto questo è falso. Dorairaju non ha mai tentato di corrompere nessuno. Voleva solo condividere gli insegnamenti del Vangelo, e questo non è né criminale né illegale. Le persone aprivano a lui le porte della propria casa, quindi non c’è stata alcuna violazione di domicilio, tanto meno egli si è infilato in casa con l’inganno”. “Tutta questa situazione – conclude – è davvero triste per il cristiano pentecostale vulnerabile, che è stato agguantato dalla maggioranza solo per aver visitato delle abitazioni”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    06/07/2015 INDIA
    Orissa, in prigione un pastore pentecostale per false accuse di conversioni forzate
    Contro di lui la denuncia di radicali indù. In un anno e mezzo avrebbe “attratto al cristianesimo” 300 tribali Munda. Global Council of Indian Christians (Gcic): “La retorica delle conversioni forzate incita ai crimini contro i cristiani”. Nel 1999, nello stesso distretto vennero assassinati Graham Staines e due suoi figli.

    25/05/2015 INDIA
    Orissa: pastore cristiano in prigione per (false) accuse di conversioni forzate
    Il rev. Timothy Chaitanya Murmu, della comunità pentecostale del villaggio di Manohar, è in carcere da quattro giorni. È “colpevole” di aver battezzato 16 tribali. Global Council of Indian christians (Gcic): “Sfruttato un cavillo della legge anti-conversione”.

    27/09/2010 INDIA
    Karnataka: la polizia arresta pastore pentecostale percosso da estremisti indù
    Durante il servizio festivo alcuni estremisti indù hanno fatto irruzione in chiesa, percosso e insultato il pastore, minacciati i presenti. La polizia ha poi arrestato il pastore, con l’accusa di avere convertito persone. Nella regione le violenze anticristiane sono quotidiane.

    07/09/2017 08:56:00 INDIA
    Karnataka, due cristiane pentecostali arrestate per conversioni forzate

    Mercy e Rosaline colpevoli di aver distribuito materiale religioso. Attivisti indù le hanno circondate e consegnate alla polizia. La polizia non ha trovato opuscoli in possesso delle cristiane. L’articolo 25 della Costituzione garantisce la libertà di religione.



    13/09/2014 INDIA
    Bihar, arrestate quattro persone: hanno convertito "con la forza" un dalit all'islam
    A sporgere la denuncia è stata la moglie del convertito. Quest'ultimo ha dichiarato però di essere diventato musulmano per scelta. Leader cristiano denuncia: "Se le conversioni forzate sono perpetrate da radicali indù, sono considerate 'ritorni a casa'".



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®