03 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 18/06/2011, 00.00

    NEPAL

    Kathmandu, per la prima volta i cristiani nel censimento della popolazione nepalese

    Kalpit Parajuli

    Le operazioni, iniziate ieri dal presidente Ram Baran Yadav, riguarderanno anche i non indù. Dalla dichiarazione di laicità dello Stato (2006), la repubblica himalayana concede maggiori riconoscimenti alle minoranze religiose. Appello dei leader cristiani a dichiarare senza paure la propria fede religiosa.
    Kathmandu (AsiaNews) – Il governo nepalese ha avviato il censimento nazionale della popolazione. E per la prima volta nella storia del Paese, il conteggio – iniziato il 17 giugno – riguarderà anche i fedeli che non professano la religione indù. Dalla dichiarazione di laicità dello Stato, sancita nel 2006, e a 10 anni di distanza dall’ultima rilevazione statistica, la repubblica himalayana con gradualità concede maggiori riconoscimenti alle minoranze religiose, fra cui quella cristiana, per gli sforzi compiuti per il bene e lo sviluppo della nazione.

    In passato tutti i censimenti erano basati solo sui fedeli indù. La scelta di coinvolgere anche le minoranza religiose, fra cui quella cristiana, rende felice il parroco della cattedrale dell’Assunzione di Kathmandu, che invita i fedeli a sentirsi liberi di dichiarare la propria fede cattolica.

    In Nepal non vi è ancora una stima esatta della fede religiosa professata dai cittadini. Gli indù affermano di avere un seguito attorno all’80% della popolazione, i buddisti il 18%, i musulmani circa il 10%, i cristiani attorno al 5% e così via, dando luogo a dati palesemente errati. Tuttavia, la forte migrazione e i numerosi casi di conversione avrebbero ridotto in modo cospicuo la percentuale di indù nel Paese.

    Per il vescovo protestante Narayan Sharma è un “passo positivo” la possibilità di dichiarare, senza remore, la propria fede in Cristo e invita il governo a garantire una vera “laicità dello Stato”. Apprezzamenti giungono anche da Uttam Narrayan Malla, direttore generale dell’Ufficio centrale di Statistica, per il quale è “importante” fornire informazioni sulla fede religiosa.

    Il presidente nepalese Ram Baran Yadav ha inaugurato le operazioni di censimento, fornendo informazioni sulla propria famiglia, e ha invitato i cittadini a fornire dichiarazioni veritiere, che verranno utilizzate in futuro da professori, ricercatori ed esperti di vari settori. La raccolta dei dati verrà ultimata entro il 27 giugno, grazie al lavoro di circa 8mila persone in tutto il Paese.

    Nel 2001 in Nepal vi erano 23 milioni e 200mila persone; il tasso di crescita si attesta attorno al 5,25%.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/11/2012 NEPAL
    Nepal, primo censimento dalla fine della monarchia, i cristiani crescono dell'1%
    In 10 anni cattolici e protestanti sono passati dallo 0,4 all'1,4%. Il dato è inferiore alle stime del 2011. Polemiche sull'aumento degli indù, frutto di false attribuzioni. I convertiti al cristianesimo non si dichiarano per paura. Quasi 2 milioni i nepalesi migrati all'estero per lavoro.

    01/09/2011 NEPAL
    Donne indù, musulmane e cristiane in difesa della libertà religiosa
    Alla festa in onore del dio Shiva, le donne indù criticano il nuovo codice penale che vieta le conversioni. Per loro, le nuove leggi rappresentano l’opinione dei politici conservatori non di tutta la popolazione.

    24/05/2010 NEPAL
    Fondamentalisti indù chiedono il ritorno della monarchia teocratica
    Incontro organizzato a Mumbai dagli indù di origine nepalese e a pochi giorni dalla firma della nuova costituzione democratica prevista per il 28 maggio. I fondamentalisti temono la perdita d’identità del Paese, da sempre unito dalla religione. Timore per le minoranze cristiane e musulmane che con la repubblica hanno guadagnato la libertà di culto.

    21/11/2012 NEPAL
    Kathmandu: cristiani, musulmani, indù e buddisti contro aborto e violenze sui minori
    I leader denunciano le drammatiche condizioni dei bambini e delle donne minori nel Paese. In un giorno oltre 200 casi di aborto registrati dagli ambulatori. Più di 3 milioni le spose bambine censite in questi anni. L'appello è stato lanciato in occasione della Giornata Internazionale dei bambini, celebrata ieri nella Syambhunath stupa di Kathmandu.

    06/06/2011 NEPAL
    Nepal, un nuovo codice penale punisce le conversioni al cristianesimo
    Le leggi sono in discussione in questi giorni. Chi predica o tenta di persuadere un cittadino a cambiare religione rischia fino a 5 anni di carcere e multe superiori a 400 euro. I cristiani temono strumentalizzazioni da parte degli estremisti indù e la riduzione della libertà religiosa.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa Francesco ai giovani: L’amore “concreto”, non da telenovela, è la carta d’identità dei cristiani



    Nel Giubileo dei ragazzi e ragazze, papa Francesco pronuncia un’omelia fatta di domande e risposte ai 70mila presenti.  I grandi ideali dell’amore come dono di sé, l’affettività come “voler bene senza possedere”; la libertà come “dono di poter scegliere il bene”. “Guai a un giovane che non osa sognare. Se uno alla vostra età non sogna, se n’è già andato in pensione!”. Le offerte raccolte per l’Ucraina. L’appello per i vescovi e i sacerdoti rapiti in Siria.


    IRAN
    La strana alleanza fra gli Stati Uniti e i fondamentalisti iraniani

    Bernardo Cervellera

    Washington blocca ancora l’uso del dollaro nelle transazioni bancarie, fermando i nuovi contratti economici stabiliti dopo l’accordo sul nucleare. Gli Usa sembrano dare man forte a Khamenei e alle guardie della rivoluzione, che vogliono affossare l’accordo per mantenere il potere. La popolazione sopravvive con i doppi e tripli lavori. L’Iran instabile e bellicoso accresce la vendita di armi. Il reportage.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®