10/06/2005, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

I buddisti indiani respingono il censimento religioso

Il governo ha emesso un censimento religioso che, secondo i leader della comunità buddista, registra i loro fedeli "come se fossero indù", riducendoli da 50 milioni a 800.000.

New Delhi (AsiaNews/Agenzie) –I leader della comunità buddista in India hanno oggi "rigettato con forza" i dati pubblicati dal governo nel suo "Censimento religioso". Secondo il documento nel Paese vi sono 800 mila buddisti ma - secondo i religiosi - questa cifra è stata "grossolanamente sottostimata", in quanto "in India vivono circa 50 milioni di fedeli buddisti".

La comunità buddista è stata analizzata per il documento da Ashish Bose – un esperto di popolazioni – che lavora per la Commissione nazionale per le Minoranze (Ncm). Bose ha scritto che la comunità è rimasta, per oltre 10 anni, "ferma a 795.500 appartenenti".

Secondo i religiosi - fra cui opera anche Tenzin Ngodupa, rappresentante del Dalai Lama in India - coloro che hanno operato il censimento sono stati "volutamente influenzati contro la comunità" ed hanno "deliberatamente registrato centinaia di migliaia di buddisti come se fossero indù".

I leader, dalla loro sede di Maharashtra, si sono dichiarati "arrabbiati" per "le deliberate omissioni del censimento che trasformano i buddisti in indù" e Tarlochan Singh – presidente della Ncm - ha dichiarato che chiederà al governo di "prendere coscienza" delle rimostranze buddiste e "rivalutare" i dati contenuti nel documento.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Difesa delle minoranze, dubbi sulla Commissione nazionale
04/03/2021 13:30
India, gruppo paramilitare indù chiede un cambio di politica per contenere le minoranze “dannose”
04/11/2015
La polizia di Hong Kong si auto-elogia. Arrestati anche bambini della scuola media
28/05/2020 09:49
La polizia di Hong Kong arresta 300 dimostranti; altre migliaia sfuggono
27/05/2020 15:22
Admiralty: oltre 3mila poliziotti contro lo sciopero per l’inno nazionale cinese
27/05/2020 08:27


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”