28 Giugno 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 06/05/2017, 12.17

    INDONESIA

    L’Indonesia ha 14 nuovi sacerdoti: il “raro evento” celebrato nelle parrocchie

    Mathias Hariyadi

    Tre sacerdoti per la diocesi di Bandung; sette per quella di Manado; quattro per Sibolga. Di solito le cerimonie di ordinazione avvengono nei seminari o nelle sedi vescovili. In quei casi, per la comunità cattolica è difficile partecipare, a causa delle distanze e della limitata capienza delle strutture.

    Jakarta (AsiaNews) – L’Indonesia ha 14 nuovi sacerdoti. La loro ordinazione è avvenuta nelle scorse settimane nelle diocesi di Manado, Sibolga e Bandung, alla presenza di migliaia di fedeli. Ciò che ha reso queste cerimonie una “rara opportunità” per i cattolici locali, è stata la celebrazione all’interno delle parrocchie. A dispetto di quanto avviene di solito, cioè l’ordinazione nei seminari e nelle sedi vescovili, i diaconi hanno ricevuto la consacrazione in mezzo alla loro gente, tra familiari e amici.

    L’Indonesia è un Paese a maggioranza islamica (più dell’85% dei quasi 256 milioni di abitanti). Nel territorio si trovano decine di seminari, dove avviene la maggior parte delle ordinazioni sacerdotali. Questo comporta una effettiva difficoltà per i cattolici di partecipare alle celebrazioni, a causa delle grandi distanze da percorrere e dalla limitata capienza dei luoghi che le ospitano.

    Pertanto esse sono una “rara opportunità”, un vero e proprio “spettacolo liturgico” quando hanno luogo nelle parrocchie di villaggio, dove tutti possono partecipare.

    È quanto avvenuto nelle settimane scorse, a partire dalla diocesi di Bandung, nella provincia di West Java. Qui il 25 aprile sono stati consacrati tre diaconi, un sacerdote diocesano e due dell’Ordine della Santa Croce. La cerimonia si è svolta nella chiesa di Santa Maria di Fatima a Lembang (la località turistica di montagna più famosa della provincia), alla presenza di mons. Antonius Bunjamin Subianto osc.

    A fine aprile altri sette sacerdoti sono stati ordinati nella chiesa di San Giovanni Battista di Laikit, nella diocesi di Manado. Di loro, cinque sono diocesani e due missionari del Sacro Cuore. Di fronte a centinaia di sacerdoti e migliaia di fedeli, mons. Josef Theodorus Suwatan msc ha spiegato il “vero compito” che attende i consacrati: “Celebrare l’eucaristia ogni giorno. Attraverso il santo sacramento voi estendete le vostre preghiere dalla comunità a Dio”. Nella diocesi di solito le ordinazioni avvengono all’interno della cattedrale del Sacro Cuore di Maria. P. Agustinus Kandowangko, sacerdote di Laikit, dichiara ad AsiaNews: “Il mio cuore è pieno di gioia perché la mia parrocchia è stata scelta per ospitare questo evento”.

    Il 3 maggio è avvenuta la terza cerimonia nella diocesi di Sibolga, nell’isola di Nias (provincia di North Sumatra). Quattro diaconi (tre cappuccini e un diocesano) hanno ricevuto la consacrazione nella chiesa di Santa Maria Madre di tutte le Nazioni a Gunung Sitoli. P. Posma Manalu riferisce che le abbondanti piogge non hanno “spento l’entusiasmo dei cattolici locali”, che hanno partecipato in massa. Nell’omelia mons. Ludovicus Simanullang ofm ha incoraggiato i nuovi pastori di anime a “focalizzarvi sui compiti pastorali”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    12/03/2015 INDONESIA
    Bandung, le università cattoliche contro i pericoli delle droghe fra gli studenti
    L'università cattolica Parahyangan e una fondazione diocesana hanno organizzato un seminario contro l'abuso di droghe. Gli studenti hanno partecipato in modo attivo, con riflessioni e analisi. La diocesi di Bandung è l'unica in Indonesia ad avere un centro per il recupero dei tossicodipendenti.

    14/05/2016 10:35:00 VIETNAM
    Vietnam, un sacerdote picchiato dalla polizia: ne aveva denunciato la corruzione

    P. Joseph Nguyễn Văn Thế è l’assistente della parrocchia di Đồng Chương, nella diocesi di Bắc Ninh. La parrocchia copre un territorio molto vasto, con oltre 6mila fedeli. Il sacerdote è stato aggredito in modo brutale con bastoni, manganelli e sbarre di ferro. Era diretto in due aree remote per celebrare la messa. I fedeli locali ritengono che sia una violenza premeditata.



    27/11/2015 INDONESIA
    Jakarta promette politiche sociali e di integrazione a favore dei disabili
    Non vedenti, persone con difficoltà motorie, figli non registrati e privati dei diritti civili. Sono molte le categorie a rischio, che oggi mancano di una tutela efficace. Un convegno nella capitale, alla presenza del ministro, ha affrontato i problemi e studiato soluzioni volte a favorire l’integrazione. Preoccupa l’aumento del consumo di alcol fra i giovani.

    05/02/2015 INDONESIA - NUOVI SCHIAVI
    Tratta dei migranti, la Chiesa indonesiana: Non basta la lotta al traffico, serve formazione
    Pastorale dei migranti: obiettivo è “fornire una formazione concreta” ai futuri migranti, per competere “nel mercato del lavoro”. Crisi economica e disoccupazione alimentano la tratta. La Chiesa in aiuto al ministero per gli Affari sociali nella gestione e nel soccorso di profughi e disperati.

    04/10/2016 12:31:00 INDONESIA
    Manado, la seconda Giornata della gioventù indonesiana per i giovani come promotori di evangelizzazione

    Circa 2600 giovani indonesiani e 16mila cattolici prenderanno parte all’evento dal 1° al 6 di ottobre.





    In evidenza

    VATICANO-CINA
    ‘Grave preoccupazione’ della Santa Sede per mons. Shao Zhumin, sequestrato dalla polizia da oltre un mese

    Bernardo Cervellera

    Il vescovo di Wenzhou (Zhejiang) sarebbe sottoposto a lavaggio di cervello per farlo aderire all’Associazione patriottica. Mons. Shao appartiene alla comunità sotterranea. È la prima volta in tre anni - da quando sono ripresi di dialoghi Cina-Santa Sede - che la Sala Stampa si esprime su un vescovo arrestato. Il dolore dei fedeli per il troppo silenzio. Per mons. Shao aveva parlato anche l’ambasciatore tedesco a Pechino, Michael Clauss. L’invito a pregare per mons. Shao e per “il cammino della Chiesa in Cina”.


    VATICANO
    Papa: le Chiese d’Oriente, vivaci malgrado persecuzioni e terrorismo



    Ricevendo i partecipanti all’assemblea della “Riunione delle Opere per l’Aiuto alle Chiese Orientali” Francesco raccomanda la formazione del clero. “Non dimentichiamo che in Oriente anche ai giorni nostri, i cristiani – non importa se cattolici, ortodossi o protestanti – versano il loro sangue come sigillo della loro testimonianza”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®