29 Agosto 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 05/07/2012, 00.00

    INDIA

    La “particella di Dio” è (anche) indiana



    È stato Satyendra Nath Bose, fisico di Calcutta, ad aver teorizzato negli anni ’20 le particelle elementari indistinguibili, chiamate “bosoni” in suo onore. Ieri il Cern di Ginevra ha confermato l’osservazione del bosone di Higgs, che consente alla realtà di avere massa. Oltre 100 scienziati indiani hanno partecipato all’esperimento.

    Mumbai (AsiaNews/Agenzie) - La "particella di Dio" ha un padre e non è (solo) il britannico Peter Higgs: si chiama Satyendra Nath Bose ed era un fisico indiano. È lui infatti - insieme ad Albert Einstein - che negli anni '20 ha studiato e teorizzato la statistica delle particelle elementari indistinguibili ("statistica di Bose-Einstein"), poi chiamate bosoni proprio in suo onore. Eppure, il mondo continua a festeggiare la scoperta del bosone di Higgs fatta ieri al Cern di Ginevra, e nessuno sembra ricordarsi di Nath Bose e del contributo fondamentale che il suo lavoro ha dato alla stessa teoria formulata da Peter Higgs negli anni '60.

    Nato a Calcutta nel 1894, Satyendra Nath Bose era il primo di sette figli. Suo padre, Surendranath Bose, lavorava nel dipartimento di Ingegneria dell'East Indian Railway Company. Laureato in fisica e poliglotta (parlava in modo corrente bengalese, inglese, francese, tedesco e sanscrito), Satyendra Bose ha insegnato nell'università di Calcutta e in quella di Dhaka (attuale capitale del Bangladesh). È proprio in quegli anni che lo studioso indaga la legge di Planck, senza però fare riferimento alla fisica classica. Nel 1924, egli invia i risultati della sua ricerca ad Albert Einstein, descrivendo un modello statistico che porterà alla scoperta delle particelle elementari indistinguibili.

    Ma anche in vita, Satyendra Nath Bose non ha ottenuto grandi riconoscimenti per i suoi studi: nonostante diversi scienziati abbiamo ricevuto il Nobel per la fisica per ricerche sui bosoni, l'Accademia svedese non ha mai conferito il Premio allo studioso.

    Il bosone di Higgs è la particella che garantisce la massa a tutte le altre particelle subatomiche della materia, di cui la realtà è costituita. A ipotizzare per primo la sua esistenza è stato il fisico britannico Peter Higgs, nel 1964. Da allora, diversi studi si sono interrogati su come poterla riprodurre, per dare prova della sua esistenza. Ieri, il Cern di Ginevra ha confermato l'osservazione di tale particella, grazie agli esperimenti condotti con il superacceleratore Lhc (Large Hadron Collider). Ai più, il bosone di Higgs è noto come "particella di Dio", per via di un libro di fisica divulgativa di Leon Lederman, intitolato The God Particle: If the Universe is the Answer, What is the Question? (1993).

    Circa 3mila scienziati e fisici da tutto il mondo hanno partecipato all'esperimento del Cern. Di questi, oltre 100 erano indiani. 

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    30/01/2013 CINA
    Cina: è morto Xu Liangying, il “fisico dissidente” che ispirò Tiananmen
    Xu è stato uno dei primi iscritti al Partito comunista, che abbandona subito dopo la presa di potere di Mao Zedong e l’inizio della repressione dei diritti umani. Vero campione della democrazia, ha continuato fino alla fine a opporsi al regime comunista nonostante 20 anni di esilio nelle campagne e 11 di arresti domiciliari.

    27/04/2006 vaticano
    Papa: nelle cause dei santi vanno cercate verità storica e prove concrete

    Occorrono certezze sulla realtà di colui per il quale si vuole cominciare il processo, concretezza della fama di santità, esistenza dell'odio alla fede per i martiri, "fisicità" del miracoli.



    19/05/2010 INDIA
    L’esempio di p. Thomas sacerdote e martire, vittima del maoismo
    Missionario gesuita nello stato di Jharkhand, p. Anchanikal T. Thomas si è battuto fino alla morte per i poveri, in questi giorni stretti nella morsa di guerrigleri e proprietari terrieri. Il suo martirio è avvenuto nel 1997 mentre investigava sui soprusi compiuti dai maoisti a danno della popolazione. P. M.K. Jose, suo confratello, afferma:”è stato una vittima della violenza maoista, ma la sua morte ha arricchito la missione dei Gesuiti”.

    15/07/2010 INDIA
    India, centro mondiale per il traffico di esseri umani
    Ogni anno oltre 1,2 milioni di minori vittime del racket della prostituzione. Oltre 100 milioni le persone costrette a lavorare in condizioni di schiavitù. Il turismo sessuale resta la principale fonte di profitto. Fino a 2.500 dollari per una notte con una bambina di pelle chiara. Un miliardo di dollari il valore del giro d’affari nel 2009, il 30% in più rispetto agli anni precedenti.

    02/10/2014 INDIA
    Modi, un giorno da spazzino per Gandhi e la campagna "Clean India"
    L'obiettivo è migliorare le condizioni igienico sanitarie del popolo indiano, fornendo bagni e servizi in tutte le scuole e le case. Per l'attivista pro-dalit Raghuvanshi, la campagna è un punto a favore nella lotta al sistema delle caste. Ma dice no a un piano di trasporto merci sul Gange.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Nei dialoghi Cina-Santa Sede c’è silenzio sul destino dei preti sotterranei

    Zhao Nanxiong

    Entro la fine dell’anno, tutti i sacerdoti devono registrarsi per ricevere un certificato che permetta loro di esercitare il ministero. Ma la richiesta deve passare attraverso l’Associazione patriottica, i cui statuti sono “incompatibili” con la dottrina cattolica. Molti sacerdoti, ufficiali e non ufficiali, sono in un grande dilemma.


    IRAQ
    Alqosh, nonostante l'Isis la Chiesa festeggia la prima comunione di cento bambini



    Nella festa dell’Assunta l’intera comunità ha partecipato alla funzione, celebrata da Mar Sako. Vicario patriarcale: momento storico per una cittadina di frontiera a lungo minacciata dai jihadisti. Il primate caldeo invita i bambini a “contribuire alla vita della comunità”. A Kirkuk sua beatitudine ha inaugurato una grotta dedicata alla Madonna. 


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®