21/03/2019, 11.16
KAZAKISTAN
Invia ad un amico

La figlia di Nursultan Nazarbayev nominata presidente del Parlamento

Gli esperti ritengono che sarà proprio Dariga Nazarbayeva a succedere al padre. Il presidente del Senato Kassym-Jomart Tokayev giura come presidente ad interim. La sua prima mozione ufficiale ottiene l’approvazione assoluta: la capitale Astana cambia nome e diventa Nursultan.

Astana (AsiaNews/Agenzie) – Dariga Nazarbayeva, figlia di Nursultan Nazarbayev dimessosi a sorpresa due giorni fa dopo aver governato il Kazakistan per quasi 30 anni con pugno di ferro, è stata nominata presidente del Parlamento. Con ogni probabilità sarà proprio lei a succedere al padre, che ha mantenuto la carica di segretario del partito al potere Nur Otan. Nel frattempo, ieri il 65enne Kassym-Jomart Tokayev, presidente del Senato, ha prestato giuramento come presidente ad interim. Come omaggio all’ultimo satrapo dell’Asia Centrale, egli ha subito proposto che la capitale Astana venisse rinominata Nursultan: la sua prima mozione ufficiale ha ottenuto la maggioranza assoluta dei consensi.

Il potere di Nursultan Nazarbayev affondava le proprie radici al periodo precedente la dissoluzione dell’Unione Sovietica. Era a capo del Kazakistan dal 1989, quando aveva assunto la carica del partito comunista locale. Nel 2015 era stato rieletto con circa l’88% dei voti, in linea con la tradizione delle maggioranze bulgare dei Paesi ex-Urss.

Nonostante il suo ritiro, gli esperti ritengono che il leader 78enne continuerà a segnare la rotta della politica nazionale. La nomina della figlia maggiore, 55 anni, potrebbe andare in questa direzione, dopo che da anni nel Paese si rincorrevano voci di una presunta volontà dell’ex presidente di lasciare il potere. Tra le motivazioni che lo hanno spinto a fare un passo di lato, come lui stesso ha dichiarato nel discorso pubblico alla nazione, quella di voler “lasciare spazio ad una nuova generazione di leader”.

Finora Nazarbayeva aveva mantenuto un basso profilo politico. Divorziata e colpita da vari scandali per corruzione, è stata vice primo ministro fino al 2016, quando la lasciato la carica. Ora gli analisti ritengono che correrà come candidata del partito alle prossime elezioni presidenziali del 2020. Per Arkady Dubnov, esperto di Asia Centrale, Nazarbayev “sta mandando a tutti il messaggio che la figlia è pronta a scendere in campo”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Astana, proteste contro il cambio di nome della capitale: arrestate 20 persone
22/03/2019 08:51
Le dimissioni di Nazarbayev in Kazakistan
20/03/2019 08:16
Inizia con 1.000 arresti la presidenza Tokayev
14/06/2019 09:05
Tra proteste e arresti, Tokayev eletto presidente con quasi il 71% dei voti
10/06/2019 12:17
Elezioni in Kazakhstan: vittoria schiacciante – ma contestata – per il partito di Nazarbayev
21/03/2016 15:48