20 Agosto 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 09/03/2013, 00.00

    PAKISTAN

    Lahore, bruciate oltre 100 case di cristiani per un’accusa di blasfemia

    Jibran Khan

    Il gesto è avvenuto dopo un litigio tra un giovane cristiano e un barbiere islamico: il musulmano ha insultato il cristianesimo e poi ha denunciato il ragazzo per blasfemia. La folla ha saccheggiato, preso a sassate, gettato acido e poi messo al rogo le abitazioni dell’insediamento cristiano. Imam locale: “Troveremo il cristiano e lo uccideremo”.

    Lahore (AsiaNews) - Questa mattina una folla inferocita ha dato fuoco a oltre 100 case dell'insediamento cristiano Joseph Colony, vicino a Badami Bah (Lahore). Gli abitanti della colonia sono stati costretti a fuggire e almeno 35 persone sono rimaste ferite. L'attacco è nato da un'accusa di blasfemia registrata contro uno dei residenti dell'insediamento, Sawan Masih, che nel pomeriggio di ieri ha avuto un alterco con un musulmano.

    Secondo la ricostruzione dei fatti, il 26enne cristiano si era recato da un barbiere islamico per tagliarsi i capelli, ma il proprietario del negozio, Imran Shahid, si è rifiutato di servirlo. Tra i due è nata un'accesa discussione, e il musulmano avrebbe usato parole offensive sul cristianesimo.

    Insieme ad altre persone, Shahid è poi andato alla vicina stazione di polizia: il gruppo ha registrato contro Masih un'accusa di blasfemia (art.295C), sostenendo che il giovane era ubriaco e aveva insultato il profeta Maometto. Poco dopo, le forze dell'ordine hanno arrestato il cristiano. La pena massima prevista da tale legge è l'ergastolo.

    L'ira della comunità islamica non si è placata, e stamani un nutrito gruppo di persone ha saccheggiato la Joseph Colony, per poi dare fuoco alle case. "Stavamo lavorando come ogni giorno - racconta ad AsiaNews Salamat Masih, un abitante dell'insediamento - quando abbiamo iniziato a sentire dei rumori, e all'improvviso un muro di gente è piombato nella colonia. Hanno gettato acido e preso a sassate le nostre case, poi hanno appiccato il fuoco. Le autorità sono intervenute solo quando tutto era distrutto". L'imam locale ha dichiarato che Sawan sarà ucciso non appena trovato.

    Le associazioni per i diritti umani Masihi Foundation e Life for All sono sul posto per aiutare le vittime. Per mons. Rufin Anthony, vescovo di Islamabad-Rawalpindi, "è molto triste vedere che le minoranze in Pakistan non sono al sicuro e sono prese di mira per la loro religione. Dobbiamo assolutamente lavorare per l'armonia nazionale". 

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/01/2007 PAKISTAN
    Libero dopo due anni cristiano accusato di blasfemia
    Shahbaz Masih Kaka, disabile mentale, era stato condannato a 25 anni da una Corte di Faisalabad che, secondo il suo avvocato, si era piegata alle richieste della comunità islamica locale.

    25/05/2015 PAKISTAN
    Lahore, musulmani mettono a ferro e fuoco una colonia cristiana: nuove accuse di blasfemia
    Un giovane tossicodipendente e con problemi psichici avrebbe bruciato dei giornali contenenti versetti sacri. Leader religiosi islamici ne hanno chiesto la morte; dinanzi al rifiuto della polizia, in centinaia hanno attaccato la comunità cristiana. Ignote le sorti dell’accusato.

    11/03/2013 PAKISTAN
    Pakistan: vandalizzato il memoriale di Shahbaz Bhatti
    La foto è stata coperta con vernice spray e il manifesto accanto strappato. Il fatto è avvenuto nel giorno del rogo alle case cristiane di Lahore. Il ministro per le Minoranze religiose è stato ucciso nel 2011 per la sua lotta alle leggi sulla blasfemia.

    10/11/2014 PAKISTAN - INDIA
    Il governo del Pakistan "è responsabile per la coppia cristiana bruciata viva"
    Secondo Peter Jacob, noto attivista per i diritti umani, l'attuale sistema legale favorisce le violenze compiute in nome delle leggi sulla blasfemia. Un politico pakistano parla di "questione sociale", in cui leader locali "hanno voluto dare un colore religioso a una disputa di soldi". Vescovo indiano: "Atto satanico, è urgente l'intervento di leader religiosi e mondiali".

    22/09/2009 PAKISTAN
    Presidente pakistano: Vigilare contro l’uso iniquo della legge sulla blasfemia
    Da Londra il presidente Zardari assicura l’impegno del governo contro qualsiasi strumentalizzazione della legge per colpire le minoranze religiose e il dissenso. Ambienti islamici inscenano proteste contro le richieste di modifica. Ma anche i media contestano questa legge.



    In evidenza

    LIBANO-M. ORIENTE-VATICANO
    Patriarchi cattolici d’Oriente: Il genocidio dei cristiani, un affronto contro tutta l’umanità

    Fady Noun

    Colpite da guerre, emigrazione e insicurezza, le comunità cristiane si sono ridotte ormai a un “piccolo gregge” nell’indifferenza internazionale. Un appello a papa Francesco e alla comunità internazionale. Cattolici e ortodossi condividono gli stessi problemi. La fine dei cristiani in Oriente sarebbe “uno stigma di vergogna per tutto il XXI secolo”.


    COREA
    Vescovi coreani: No alle ‘provocazioni imprudenti’. Fermiamo l’escalation nucleare lavorando per la ‘coesistenza dell’umanità’



    I vescovi coreani hanno diffuso oggi un’Esortazione sulle tensioni crescenti attorno alla penisola coreana. La Corea del Nord, ma anche i “Paesi limitrofi” rischiano di compiere “azioni precipitose, senza freni”, che potrebbero portare alla “morte di innumerevoli persone” e a “piaghe profonde per l’intera l’umanità”. Ridurre le spese militari e potenziare le spese per lo sviluppo umano e culturale. L’appello a usare “la coscienza, l’intelligenza, la solidarietà, la pietà e il mutuo rispetto”. La preghiera nel giorno dell’Assunta, festa dell’indipendenza coreana.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®