01/02/2011, 00.00
STATI UNITI – CINA
Invia ad un amico

Le canzoni di Lang Lang e le offese agli Usa

di Wei Jingsheng
Al pranzo di Stato ufficiale offerto da Obama a Hu Jintao, il famoso pianista cinese ha suonato due canzoni sulla Guerra di Corea che offendono gli Stati Uniti e i loro soldati. Il presidente cinese ha sorriso come se avesse vinto una battaglia, mentre gli americani sono offesi e arrabbiati. Qual è il vantaggio di un comportamento simile? L’opinione del grande dissidente cinese.
 Washington (AsiaNews) - Durante la visita di Stato in America del leader comunista cinese Hu Jintao, è successa una cosa che ha causato molta rabbia nella società statunitense. Un evento umiliante, accaduto all’interno della Casa Bianca, di cui si è parlato molto nell’ultima settimana. Parliamo di una cosa avvenuta durante il banchetto di Stato offerto in onore di Hu Jintao e della sua delegazione. A questo evento diversi artisti famosi si sono esibiti: quello più applaudito è stato il pianista cinese Lang Lang. Dopo la sua performance, gli ospiti hanno applaudito senza fare eccezioni. Eppure non si è mai visto un sorriso così ampio sul volto di Hu Jintao, che ha persino abbracciato con calore il pianista.

Che musica ha suonato Lang Lang? Un pezzo per pianoforte preso dalla colonna sonora del film comunista cinese “Battaglia sulla collina del triangolo”, mixata con la famosa colonna sonora propagandistica di “Eroe ragazzo”. Entrambi i film parlano della Guerra di Corea e sono molto conosciuti in Cina: tutti ne riconoscono il significato politico.

Ovviamente, come tutti sanno, negli Stati Uniti vige la libertà di parola. Se a casa tua fai il karaoke, o canti una di queste canzoni durante una festa, nessuno di molesterà. Anche se scrivi un articolo su internet o sulla carta stampata per lodare il comportamento dell’esercito cinese durante la Guerra di Corea avrai lo stesso trattamento. Tuttavia, lodare pubblicamente il fatto che i cinesi “hanno sconfitto l’America” e mancare di rispetto agli avversari chiamandoli “sciacalli e lupi” durante un banchetto di Stato offerto proprio da loro, è troppo.

Si tratta di un’umiliazione pubblica. Anche se le parole non sono state pronunciate, si tratta comunque di un insulto eclatante. Di conseguenza, il popolo americano ribolle di rabbia. Mentre i giovani cinesi “patrioti” applaudono Lang Lang come “un eroe nazionale”, la sua immagine negli Stati Uniti crolla. Moltissimi utenti internet americani lo definiscono in maniera terribile, mentre il pubblico americano condanna questo scandalo diplomatico, definito “un’umiliazione scorretta” nei confronti dell’ospite.

Immediatamente dopo, Lang Lang ha cambiato i propri toni arrivando a dire che non conosceva il significato di questa musica. Poco prima aveva detto di essere orgoglioso di essere cinese e di essere stato scelto di suonare quella musica: quindi, nessuno crede alle sue scuse di oggi. Alcuni rapporti parlano addirittura di una pianificazione musicale effettuata dai dirigenti cinesi e dal presidente Hu Jintao, che avrebbe insistito per farla accettare. La prova di questi rapporti viene dal grande sorriso di Hu: Lang Lang è solo uno strumento, usato per umiliare gli americani.

Alcuni dicono: perché non si può suonare la musica che piace ai cinesi dentro la Casa Bianca? Ovvio. È come quando vai in visita a casa di qualcun altro. Puoi cantare le canzoni che vuoi, ma non puoi usare le canzoni per offendere chi ti ospita. Questa è la moralità essenziale che ci si attende da un ospite. E diplomaticamente è ancora più importante. La visita di Stato entra dunque di diritto nel Guinness delle relazioni diplomatiche: due nazioni che pubblicamente sottolineano le proprie differenze non rappresentano una novità, ma questa umiliazione pubblica è senza precedenti. Se una cosa del genere fosse già avvenuta, sarebbe avvenuta per mano dei nazisti o dei sovietici, entrambi governi senza alcuna etica basilare.

Alcuni amici si sono sentiti “strani”: perché il governo americano ha accettato tranquillamente un insulto così serio? Non sapevano il significato di quello che veniva suonato? Questo argomento va rigettato. Per prima cosa, il pranzo di Stato alla Casa Bianca è stato preparato con molta cura, non come una normale cena in famiglia. Viene preparato con tale cura che persino i fiori vengono controllati, per capire il significato di ogni colore e l’importanza di ogni pezzo di stoffa. Non è possibile che la musica non sia stata presa in considerazione. E il governo americano paga un numero incredibile di esperti di Cina; come potrebbero questi non conoscere il significato di quelle canzoni? È ovvio che questa spiegazione non regge. Di conseguenza, gli esperti si chiedono: perché le “mani cinesi” del governo Usa non hanno avvertito la Casa Bianca?

D’altra parte, vorrei chiedere agli esperti di affari internazionali del governo cinese: perché non avete avvertito Hu Jintao e Dai Bingguo di non giocare con il fuoco? Questi esperti dovrebbero conoscere le conseguenze di una cosa del genere, che viola gli standard morali di base. Dovrebbero anche avere ben chiaro che tipo di disastro potrebbero provocare, sfidando un nemico così forte. Quindi qual è lo scopo di creare uno scandalo diplomatico di questo tipo? La domanda merita qualche riflessione più profonda.

La prima risposta è che Hu Jintao vuole usare questa performance per ottenere il sostegno dei “giovani patrioti”, un tentativo per aprirsi un’opportunità di tornare nel futuro al potere. Tuttavia, il popolo pensa che il cartellino del prezzo sia troppo alto, quindi questo tentativo sarà quanto meno complicato da portare avanti. Alcuni pensano quindi che stia preparando l’opinione pubblica per una seconda Guerra di Corea. Altri ancora dicono che siano stati i nemici di Hu a preparargli questa trappola. Prima che queste speculazioni siano confermate, quando meno dovremmo lasciare la questione aperta.

Ma una cosa è certa. Questi burocrati del Partito comunista sono soliti comportarsi in maniera egemone. Hanno vessato per tanto tempo la popolazione cinese. Quando la pressione internazionale aumenta, non hanno molto spazio per comportarsi come vogliono: quindi potrebbero muoversi con un poco meno di arroganza e mostrare rispetto per gli altri. Tuttavia, se non sentono pressione, vengono meno al loro compito. Specialmente quando il popolo ha bisogno di loro, il modo di comportarsi di questi comunisti – che non trattano gli uomini da esseri umani – viene alla luce.

Questo modo di fare non nasce da differenze etniche o culturali. È la natura del malvagio culto comunista. Le immagini con cui abbiamo più familiarità sono quelle tratte da film e libri che parlano di nazisti e di Kgb. L’altro giorno un professore nato a Taiwan mi ha chiesto come fosse possibile che Hu Jintao possa aver commesso un errore così stupido. Gli ho risposto che il Partito comunista è malvagio, ma non fa errori stupidi. È difficile per chi vive in una società normale comprendere questa psicologia anormale.

Tutto ciò che voi considerate immorale e vergognoso potrebbe essere visto da loro come un vantaggio. Leggere i commenti dei “giovani patrioti” cinesi lo conferma. Loro pensano che Lang Lang li abbia rappresentati (e lui è in effetti il vice presidente della Federazione comunista giovanile, sotto il controllo del Partito) e che li abbia aiutati a vincere sulla Casa Bianca. Ecco perché lo considerano “un eroe nazionale”. Come potreste pensare che Hu Jintao non abbia la stessa psicologia? Guardate come ha sorriso mentre Lang Lang suonava. Quel sorriso è raro per uno come Hu. Era il sorriso del bullo che ha picchiato con successo un altro. Questo io lo chiamo “prendere la vergogna di un altro e farsene un vanto”.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Hu Jintao: La collaborazione militare con gli Usa aiuta il dialogo
11/01/2011
Obama spera in una riforma dello yuan, ma Hu tace
14/04/2010
Iran e yuan allentano la tensione fra Cina e Usa
02/04/2010
Obama in Cina “chieda il rispetto dei diritti umani”
11/11/2009
Gli Usa aprono a una “nuova era” militare con la Cina
30/10/2009