25 Agosto 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 26/07/2006, 00.00

    india

    Madhya Pradesh, è ancora più dura la nuova legge anti-conversione



    L'Assemblea statale ha approvato ieri – con voto espresso a voce e senza dibattito in aula – il decreto che rafforza la legge anti-conversione. Proteste dell'Associazione cristiana.  

    Delhi (AsiaNews) – L'Assemblea dello Stato centro-settentrionale del Madhya Pradesh ha approvato ieri un controverso decreto che rende ancora più dura la Legge anti-conversione statale, in vigore dal 1968, che "previene le conversioni ottenute con la forza o con la frode". Secondo il nuovo decreto, sarà obbligatorio per chi si vuole convertire avvertire delle sue intenzioni il magistrato distrettuale tramite una dichiarazione, che deve avvenire almeno un mese prima la cerimonia: in caso contrario, sono previste multe fino a mille rupie e la galera.

    Allo stesso modo, il religioso che non informa le autorità della sua intenzione di officiare la cerimonia di conversione rischia fino a 5 mila rupie di multa ed un anno di galera. Per quest'ultimo è previsto anche l'obbligo di fornire nome ed indirizzo del convertito, oltre alla data in cui intende celebrare la cerimonia.

    Dopo questa prima fase, il decreto prevede che la pubblica sicurezza "si informi e verifichi le credenziali del religioso e della sua organizzazione, oltre a dover certificare che la conversione non è stata ottenuta con la forza o con la frode".

    Gli emendamenti alla legge sono stati approvati tramite voto espresso a voce e senza alcun dibattimento in aula: i deputati del Congress, che nello Stato sono all'opposizione, si sono scagliati inutilmente contro il testo e contro le modalità d'approvazione.

    Secondo i leader cristiani, la nuova legge "dà una nuova arma a coloro che vivono per molestare i nostri missionari". "I cristiani – dice Indira Iyengar, presidente dell'Associazione cristiana – vengono spesso coinvolti in casi di conversione forzata costruiti ad arte. Solo quest'anno abbiamo dovuto affrontare più di 24 attacchi da parte di estremisti nazionalisti, che con la falsa accusa di proselitismo ci hanno più volte molestato". (NC)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    31/07/2014 INDIA
    Madhya Pradesh: "incoraggiati" dal governo, radicali indù perseguitano i cristiani
    Lo denuncia ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic). Tra giugno e luglio vi sono stati numerosi attacchi contro la minoranza. In tutti i casi gli estremisti usano l'arma della "legge anti-conversione" per minacciare fedeli e leader religiosi cristiani.

    26/07/2006 INDIA
    Card. Toppo: "La Chiesa indiana prega anche per chi la minaccia"

    A commento dell'approvazione della nuova legge anti-conversione in Madha Pradesh, l'arcivescovo di Ranchi spiega ad AsiaNews che i cristiani indiani rispettano la legge e non si fanno intimorire dai tentativi di distruggere la loro missione.



    29/03/2011 INDIA
    Orissa, arrestati 12 tribali convertiti al cristianesimo senza il permesso delle autorità
    Essi hanno violato l’Orissa Freedom of Religion act. La polizia ha lanciato un mandato di cattura contro i due pastori protestanti responsabili della conversione. Sajan K. George presidente del Consiglio dei cristiani indiani: “Quanto commesso è scandaloso ed è una parodia della visione nobile alla base degli ideali sanciti nella Costituzione indiana”.

    15/01/2007 INDIA
    Leader musulmano difende i cristiani dell’Himachal Pradesh
    In una lettera aperta indirizzata a Sonia Gandhi, Syed Shahabuddin, ex deputato e presidente dell’ Unione dei musulmani indiani, chiede l’abrogazione della legge anti-conversione nello Stato, uno strumento non necessario e molto pericoloso per tutta l’Unione.

    28/04/2016 08:57:00 INDIA
    Madhya Pradesh, la polizia interrompe matrimonio cristiano: “Gli sposi sono indù”

    Agenti della sicurezza ed estremisti indù hanno fatto irruzione in un luogo di culto a Satna, arrestando 10 persone tra cui il pastore e i genitori dello sposo. L’accusa è di avere convertito la coppia in modo illegale al cristianesimo e di aver celebrato un’unione fra minori. Leader cristiano: “Questo è abuso delle leggi anti conversione”.

     





    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Nei dialoghi Cina-Santa Sede c’è silenzio sul destino dei preti sotterranei

    Zhao Nanxiong

    Entro la fine dell’anno, tutti i sacerdoti devono registrarsi per ricevere un certificato che permetta loro di esercitare il ministero. Ma la richiesta deve passare attraverso l’Associazione patriottica, i cui statuti sono “incompatibili” con la dottrina cattolica. Molti sacerdoti, ufficiali e non ufficiali, sono in un grande dilemma.


    IRAQ
    Alqosh, nonostante l'Isis la Chiesa festeggia la prima comunione di cento bambini



    Nella festa dell’Assunta l’intera comunità ha partecipato alla funzione, celebrata da Mar Sako. Vicario patriarcale: momento storico per una cittadina di frontiera a lungo minacciata dai jihadisti. Il primate caldeo invita i bambini a “contribuire alla vita della comunità”. A Kirkuk sua beatitudine ha inaugurato una grotta dedicata alla Madonna. 


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®