22 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 29/12/2017, 12.44

    EGITTO

    Miliziani attaccano una chiesa copta a sud del Cairo, 10 morti e almeno 20 feriti



    Due delle vittime sarebbero ufficiali di polizia. Colpito a morte anche uno degli assalitori, che indossava una cintura esplosiva. Nel mirino la chiesa di Mar Mina a Helwan, sobborgo meridionale della capitale. Da giorni l’allerta è ai massimi livelli per il timore di attentati. Il cordoglio e le preghiere dei cattolici contro "il terrore". 

     

    Il Cario (AsiaNews) - È di almeno 10 vittime e una ventina di feriti il bilancio - tuttora provvisorio - di un attacco a una chiesa copta ortodossa avvenuto nella mattinata di oggi a Helwan, sobborgo a sud del Cairo. Dalle prime informazioni emerge che due delle vittime sarebbero ufficiali di polizia. Nello scontro a fuoco con le guardie della sicurezza è deceduto anche uno dei due assalitori (nella foto). Il suo complice sarebbe riuscito a fuggire ed è tuttora ricercato, ma le informazioni sono frammentarie. 

    Nel mirino dei terroristi la chiesa copta di Mar Mina, periferia meridionale della capitale, che si prepara a celebrare il Natale ortodosso il prossimo 7 gennaio. Da giorni le autorità hanno elevato ai massimi livelli lo stato di allerta nel timore di possibili attentati, allertando le Forze di intervento rapido.  

    Testimoni oculari raccontano che gli agenti avrebbero disinnescato una cintura esplosiva, fissata attorno al petto di uno dei miliziani uccisi. Al momento non vi sono rivendicazioni ufficiali da parte di gruppi jihadisti. 

    Fonti di AsiaNews nell’area riferiscono che la polizia ha sigillato la zona e bloccato gli accessi. Un gruppo di cattolici si trovava in una abitazione del quartiere per il tradizionale scambio di auguri con famiglie cristiane del posto. Ai visitatori è stato chiesto di lasciare “immediatamente” l’area. 

    In una nazione di quasi 95 milioni di persone a larga maggioranza musulmana, i cristiani copti sono minoranza consistente pari al 10% circa del totale della popolazione. Nell’ultimo anno il Paese dei faraoni ha registrato una serie di attentati sanguinosi, che hanno coinvolto la stessa comunità cristiana. 

    L’escalation di violenze aveva fatto temere anche la cancellazione del viaggio apostolico di papa Francesco in Egitto, in programma nell’aprile scorso. Tuttavia, il pontefice ha rispettato il programma incontrando il presidente della Repubblica, il grande imam di al-Azhar e celebrato una messa davanti a decine di migliaia di fedeli.

    Nei giorni scorsi il Natale cattolico si è svolto fra grandi misure di sicurezza, ma non si sono registrati incidenti e le chiese erano gremite dai fedeli. Come ha sottolineato nei giorni scorsi ad AsiaNews p. Rafic Greiche, portavoce della Chiesa cattolica egiziana, “ora l’attenzione è rivolta alle celebrazioni della Chiesa copta ortodossa. L’attenzione è elevata e non si può escludere il verificarsi di un attacco”: ciò che è avvenuto oggi.

    Commentando l’attacco di oggi p. Rafic sottolinea che “il terrorismo ha come obiettivo” quello di minare “la stabilità” dell’Egitto. Egli auspica una risposta netta e ferma contro “i mali del terrorismo” e conferma la solidarietà, la vicinanza e le preghiere dei cattolici per la comunità copta ortodossa, di nuovo oggetto di violenze. La speranza, conclude, è che istituzioni e cittadini uniti possano “eliminare” una volta per tutte “il terrore” e che “Dio salvi il nostro Paese”.(DS)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    30/12/2017 12:28:00 EGITTO
    Mar Mina, i copti in lutto seppelliscono i morti dell’attentato

    Sono otto i fedeli uccisi in una sparatoria all'ingresso della chiesa. Nell'attacco rivendicato dall’Isis. Morti anche due agenti di polizia. La prontezza dei fedeli e l’appello dell’imam della moschea per soccorrere i ‘fratelli copti’ hanno evitato ulteriori vittime. Dal 2011, i copti nel mirino degli islamisti.



    02/01/2018 15:05:00 EGITTO
    Egitto, Capodanno di sangue: uccisi due fratelli copti

    Un uomo armato ha aperto il fuoco contro un negozio di alcolici gestito da un cristiano a Giza, uccidendo due persone. L’Isis ha rivendicato l’attacco alla chiesa di di Mar Mina a Helwan. Cresce la solidarietà fra cristiani e musulmani contro il terrorismo. P. Rafic: Gli attacchi un “messaggio intimidatorio” al governo e al presidente che adottano politica di tolleranza verso i cristiani. 

     



    21/10/2013 EGITTO
    Attaccata una chiesa copta-ortodossa al Cairo. Fra le vittime una bambina di otto anni
    Il bilancio parziale è di quattro morti e 18 feriti. Ieri pomeriggio due uomini a bordo di una motocicletta hanno sparato sulla folla davanti alla chiesa della Vergine Maria a Warraq, quartiere cristiano della capitale. Portavoce della Chiesa cattolica egiziana: "I cristiani sono l'obiettivo principale dell'odio religioso".

    08/08/2017 10:33:00 MEDIO ORIENTE
    Omicidi, suicidi, guerre: in Medio oriente una “generazione perduta” di bambini e giovani

    Una ricerca, su dati del 2015, mostra un tasso di suicidi e omicidi “dieci volte maggiore” rispetto alle vittime dei conflitti. Per morte violenta sono decedute 1,4 milioni di persone, nelle guerre circa 144mila. In “forte aumento” i casi di malattie mentali. Ma nella regione mancano esperti in grado di curarle.



    22/06/2015 MEDIO ORIENTE-FRANCIA
    Medio oriente “inquieto”. Cittadinanza piena per restituire diritti ai cristiani e aiutare l'islam
    È quanto afferma ad AsiaNews lo studioso francese di origini siriane Joseph Yacoub. L’offensiva dello Stato islamico ha provocato “una catastrofe” per le minoranze e gli stessi musulmani. Necessario trovare soluzioni “di lungo periodo” sul piano umanitario, militare e “soprattutto politico”. Cittadinanza, pace e diritti per uscire dalla crisi.



    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®