26 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 24/05/2006, 00.00

    cina - vaticano

    Mons. Antonio Li Duan, arcivescovo di Xian è morto



    Roma (AsiaNews) – Mons. Antonio Li Duan, arcivescovo di Xian, una delle più grandi figure della Chiesa cinese contemporanea è morto oggi alle 21.17 (ora di Roma; giovedì 25 maggio, ore 3.17 ora di Pechino). Aveva 79 anni e da 2 anni era malato di cancro al fegato. Negli ultimi tempi aveva passato lunghi periodi in ospedale per cure.

    Mons. Li è uno dei 4 vescovi che papa Benedetto XVI aveva invitato l'anno scorso a partecipare al Sinodo sull'Eucaristia nell'ottobre 2005. La testimonianza cattolica del prelato era conosciuta in tutta la Chiesa universale. Membro della Chiesa ufficiale, sostenitore e amico dei pontefici, mons. Li è uno dei grandi riconciliatori della Chiesa ufficiale con Roma e della riconciliazione fra Chiesa ufficiale e sotterranea.

    Personalità stimata da intellettuali e politici anche non cristiani, mons. Li ha ricostruito la Chiesa di Xian (Shaanxi) dopo i disastri della Rivoluzione culturale, rafforzando le comunità cristiane e gli istituti religiosi nell'impegno di carità e negli studi teologici. A tutt'oggi la sua diocesi vanta 59 preti, 300 religiose, 60 parrocchie per oltre 20 mila fedeli.

    La diocesi di Xian, proprio lo scorso anno è stata provvista di un vescovo coadiutore, mons. Antonio Dang Mingyan, 38 anni, ordinato con l'approvazione del papa.

    La scorsa settimana, proprio mentre infuocava la diatriba sulle ordinazioni illecite, volute dall'Associazione Patriottica, AsiaNews ha pubblicato una sua intervista, in cui egli dice di sperare in tempi brevi nell'allacciamento dei rapporti diplomatici fra Cina e Vaticano. Cfr. qui:

    Mons. Li Duan, le relazioni sino-vaticane "si realizzeranno entro cinque anni"

    Per una breve biografia di mons. Li Duan, vedi : Mons. Antonio Li Duan (Scheda)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    25/05/2006 cina - vaticano
    Mons. Li Duan è morto con l'anello donatogli dal Papa

    Era forse il cardinale in pectore di Giovanni Paolo II. Grande personalità, stimato sia dalla Chiesa ufficiale che dalla Chiesa sotterranea tra le quali è stato tessitore di unità.



    31/05/2006 vaticano - cina
    L'Osservatore romano ricorda mons. Li Duan

    Il giornale vaticano lo definisce "una delle figure più luminose dell'Episcopato cinese", ne ricorda gli anni trascorsi nel lager e l'ottimismo col quale guardava anche al futuro delle relazioni tra Roma e Pechino.



    25/05/2006 cina - vaticano
    Vescovi cinesi invitati al Sinodo ricordano mons. Antonio Li Duan

    Figura "gigantesca ed eccezionale", impegnato per la riconciliazione della Chiesa in Cina. Il vescovo di Shanghai è preoccupato per la "solitudine" dei vescovi giovani.



    10/03/2004 cina
    La Chiesa di Cina guarda a Roma

    conversazione con mons. Antonio Li Duan, vescovo di Xian



    15/09/2009 CINA - VATICANO
    È morto mons. Bartolomeo Yu, vescovo sotterraneo di Hanzhong
    Testimone della fedeltà al papa, è stato punto di riferimento per sacerdoti e religiose della Chiesa clandestina e della Chiesa ufficiale. Ha subito arresti e isolamento. Ha molto lavorato per la riconciliazione con la Chiesa ufficiale insieme a mons. Li Duan di Xian. Una messa funebre per Giovanni Paolo II è stata la cerimonia di riconciliazione fra lui e il vescovo ufficiale di Hanzhong, mons. Luigi Yu Runshen.



    In evidenza

    BANGLADESH
    Snehonir, la ‘Casa della Tenerezza’ per disabili (Foto)



    La struttura nasce 25 anni fa dall’opera delle suore Shanti Rani e dei missionari Pime. A Rajshahi accoglie disabili mentali e fisici, sordomuti, ciechi, orfani, poveri, abbandonati. “Il principio-guida è avviarli alla vita”.


    COREA
    L’abbraccio delle atlete della Corea unita, sconfitte in gara, ma ‘prime’ nella storia



    Oggi hanno perso l’ultima partita conto la Svezia e sono finite al settimo posto. Le lacrime per l’imminente separazione. L’orgoglio della coach canadese: “I politici hanno preso la decisione esecutiva. Le nostre giocatrici e il nostro staff sono quelli che l'hanno fatta funzionare”. Atleta sudcoreana: spero che il nostro Paese sia fiero di noi: era una cosa più grande dell’hockey.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®