13 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 06/12/2017, 12.22

    CINA

    Nebbia in molte parti della Cina: autostrade chiuse



    Le zone più colpite sono l’Anhui e il Sichuan, dove la coltre di nebbia durerà ancora per diversi giorni. Le entrate alle autostrade sono chiuse perché la visibilità è meno di 50 metri in molti casi.

    Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Una spessa nebbia da ieri ha causato la chiusura di molte autostrade in diverse zone del Paese, dato che la visibilità si è abbassata a meno di 50 metri.

    Una delle zone più colpite dalla nebbia è l’Anhui. Nella città di Fuyang tutte le entrate in autostrada sono state chiuse e la polizia ha scortato molti veicoli, dato che la visibilità era di meno di 200 metri. Il mese scorso a Fuyang un incidente a causa della nebbia ha fatto 18 morti e 21 feriti.

    Nella contea di Linquan, l’osservatorio meteorologico ha innalzato al massimo l’allerta per la nebbia. Anche qui le entrate nelle autostrade sono state sbarrate dalle 2 di notte, lasciando centinaia di camion in coda.

    Nebbia fitta anche nel Sichuan, soprattutto nelle città di Deyang, Nanchong e Bazhong. L’accesso a molte strade importanti è stato chiuso perché la visibilità era scesa a meno di 50 metri. Una situazione simile si registra anche a Tacheng nello Xinjiang.

    L’ufficio meteorologico del governo ha detto oggi che la nebbia nel nord dell’Anhui e in alcune parti del Sichuan continuerà ancora per diversi giorni.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/08/2006 CINA
    Anidride solforosa, piogge acide: cresce l'inquinamento nelle città cinesi

    L'alto consumo di carbone è la maggior causa che inquina anche altri Paesi. Stimata una perdita annua di oltre 510 miliardi di yuan e gravi malattie respiratorie. Le autorità locali resistono alle misure di controllo sull'ambiente.



    22/12/2016 08:48:00 CINA
    Studio scientifico: un terzo delle morti in Cina legate all’inquinamento

    La ricerca è avvenuta in 74 città nelle aree di Pechino-Tianjin- Hebei, nel delta del fiume Yangze e nel delta del fiume delle Perle. Le città più inquinate della Cina sono nell’Hebei (Baoding, Shijiazhuang, Handan). Da tre giorni vi è un’emergenza smog nel Paese, che colpisce mezzo miliardo di persone.



    22/10/2013 CINA
    Cina, torna l'incubo inquinamento: intere province "chiuse per smog"
    I valori delle polveri sottili nell'aria scendono, ma sono ancora 30 volte superiori alla media considerata sicura dall'Oms. I governi locali cancellano i voli, chiudono le scuole, limitano il traffico urbano e chiedono ai residenti di rimanere in casa. Uno studente scrive su internet: "Se va tutto bene, riuscirò a vivere fino al mio diploma".

    30/01/2013 CINA
    Terzo giorno di picco per lo smog, Pechino paralizzata
    I valori di particolato continuano a oscillare su una media tre volte superiore a quella “pericolosa” per l’uomo. La capitale annulla decine di voli per l’impossibilità di decollare, chiede alla popolazione di stare in casa e impone un taglio al traffico cittadino. Ma le misure non producono alcun effetto, e negli ospedali continuano ad arrivare bambini con la “tosse pechinese”.

    08/01/2014 CINA
    Ex ministro ammette: In Cina lo smog uccide mezzo milione di persone ogni anno
    Chen Zhu, ministro della Sanità ai tempi di Hu Jintao, pubblica sulla rivista britannica "Lancet" i dati dell'inquinamento ambientale nel Paese: "Difficile controllare il fenomeno, ci sono fonti inquinanti enormi e di tipo molto diverso".



    In evidenza

    RUSSIA-UCRAINA
    La riconciliazione possibile fra Mosca e Kiev

    Vladimir Rozanskij

    Il Sinodo straordinario per i 100 anni della restaurazione del Patriarcato di Mosca, ha rivolto un appello per il ritorno alla comunione con il Patriarcato di Kiev. La risposta di Filaret , molto positiva,  chiede perdono e offre perdono. Da anni vi sono prevaricazioni, espressioni di odio, sequestri di chiese. L’invasione della Crimea ha acuito la divisione. Il governo ucraino rema contro.


    VATICANO-MYANMAR-BANGLADESH
    Non solo Rohingya: il messaggio di papa Francesco a Myanmar e Bangladesh

    Bernardo Cervellera

    L’informazione troppo concentrata sul “dire/non dire” la parola Rohingya. Il papa evita il tribunale mediatico o la condanna, ma traccia piste costruttive di speranza. Una cittadinanza a parte intera per le decine di etnie e uno sviluppo basato sulla dignità umana. L’unità fra i giovani e le diverse etnie, ammirata da buddisti e musulmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®