23 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 19/09/2017, 11.21

    ASIA

    Nel 2016, più di 40 milioni di schiavi e 152 milioni di bambini nei lavori forzati



    I dati sono contenuti in due documenti. Lo studio condotto da Organizzazione internazionale del lavoro, Walk Free Foundation e Organizzazione internazionale per le migrazioni. Tra le forme moderne di schiavitù, anche i matrimoni forzati. Delle vittime, tre su quattro sono donne e ragazze.

    New York (AsiaNews/Agenzie) – Più di 40 milioni di “schiavi moderni” e circa 152 milioni di bambini impiegati come lavoratori forzati. È il fosco scenario delineato dagli ultimi due rapporti, diffusi oggi, stilati dall’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo), in collaborazione con Walk Free Foundation e con l’Organizzazione internazionale per le migrazioni. Secondo gli esperti, nel 2016 almeno 40,3 milioni di persone sono state rese schiave da lavoro forzato, sfruttamento sessuale o negli impieghi domestici. Per quanto riguarda i minori – tra i 5 e i 17 anni – costretti a lavorare, il numero maggiore si trova in Africa (72,1 milioni), seguito dalla regione Asia-Pacifico (62 milioni). Dura è la denuncia contenuta nel testo: “I lavoratori forzati producono il cibo che mangiamo e i vestiti che indossiamo. Puliscono gli edifici in cui viviamo e lavoriamo”.

    Per la prima volta, nello studio rientrano anche i matrimoni forzati, molto diffusi nei Paesi dell’Asia meridionale a maggioranza islamica. Le stime – di sicuro al ribasso per la difficoltà di verificare le effettive condizioni delle donne – riportano che 15,4 milioni di persone sono state obbligate a contrarre matrimonio contro la propria volontà. Di queste, più di un terzo delle vittime (in maggioranza bambine) erano minorenni al momento della celebrazione delle nozze.

    Tra le vittime, le più colpite sono proprio donne e ragazze: tre ogni quattro, per un totale di 29 milioni (71%). Le indagini evidenziano che il 99% delle donne vengono impiegate nel mercato del sesso, e l’84% di queste sono state anche forzate a sposare il proprio aguzzino.

    Per quanto riguarda la schiavitù sul posto di lavoro, che colpisce circa 25 milioni di abitanti in tutto il mondo, al primo posto si colloca lo sfruttamento della manodopera nell’edilizia, negli impieghi domestici e in agricoltura. Le cause dello sfruttamento sono diverse, e vanno dalla povertà alla necessità di ripagare un debito contratto in precedenza. Nel rapporto si sottolinea che il fenomeno è diffuso in maniera capillare in tutti i Paesi.

    Nel secondo documento diffuso oggi, dedicato in particolare al fenomeno del lavoro minorile, i dati sono allarmanti: almeno un bambino ogni 10 nel mondo è costretto a lavorare. Tradotto in numeri, si parla di 64 milioni di femmine e 88 milioni maschi. Per la fascia di età tra i 5 e i 14 anni, si calcola che più di un terzo dei ragazzi non ha mai frequentato la scuola e il 35% di essi svolge lavori rischiosi. Per quelli tra i 15 e i 17 anni, il lavoro medio settimanale è di 43 ore. Questo vuol dire rinunciare allo studio e alla possibilità di costruirsi un futuro migliore.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    19/05/2005 ASIA
    In Asia quasi 10 milioni di persone lavorano come schiavi

    Il lavoro forzato crea profitti per 9,7 miliardi di dollari all'anno. L'Organizzazione internazionale del lavoro chiede alla comunità internazionale sanzioni  contro il crimine e progetti di sviluppo contro la povertà.



    19/02/2007 CINA
    Per l’Onu, la Cina potrebbe presto abolire i lavori forzati
    L’Organizzazione internazionale del lavoro afferma che è in corso un processo interno al governo comunista teso ad abbandonare la rieducazione tramite il lavoro. Per un ricercatore del China Labour Bulletin, invece, non vi sono segnali reali di questa volontà.

    09/09/2004 asia
    Analfabetismo e lavoro infantile, piaghe sociali del continente
    Un quinto del PIL indiano deriva dal lavoro agricolo di minori sfruttati

    18/10/2005 PAKISTAN
    Il terremoto ha distrutto 1 milione di posti di lavoro

    Secondo stime dell'Ilo la devastante scossa dell'8 ottobre condanna ora 2 milioni di pakistani alla "povertà assoluta". Approfittando della tragedia fuggiti dal carcere nazionale 60 detenuti "pericolosi" in attesa di esecuzione. 



    09/07/2007 CINA
    Lo scandalo “normale” dei bambini -operai
    In una piccola fabbrica dello Shaanxi, un giornalista trova 4 ragazzi tra 14 e 16 anni che lavorano 12 ore al giorno respirando polvere e fibre di cotone, ricevendo solo il cibo e dormendo nell’impianto. Esperti: la autorità locali non impediscono lo sfruttamento del lavoro minorile.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Lettera per i 100 anni della Maximum Illud sull’attività svolta dai missionari nel mondo



    Per l’ottobre 2019, papa Francesco lancia un Mese Missionario Straordinario per risvegliare l’impegno della missione ad gentes e per trasformare in modo missionario la pastorale ordinaria, sfuggendo alla stanchezza, al formalismo e all’autopreservazione. Il “compito imprescindibile della missione ad gentes da Benedetto XV al Concilio Vaticano II, a papa Giovanni Paolo II, fino all’Evangelii Gaudium.


    CINA-VATICANO
    Wang Zuoan: Papa Francesco è sincero, ma deve sottostare a due condizioni

    Li Yuan

    In un’intervista alla Commercial Radio, il direttore dell’Amministrazione statale per gli affari religiosi ribadisce l’urgenza di tagliare i rapporti con Taiwan e di non interferire negli affari interni della Cina, nemmeno quelli religiosi. Grandi elogi al discorso di Xi Jinping da parte dei due vescovi ospiti del Congresso del Partito, Fang Xinyao e Ma Yinglin. “Falsi pastori, ma reali schiavi”. I timori di un cattolico sotterraneo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®