26/07/2011, 00.00
VIETNAM
Invia ad un amico

Nuovamente arrestato padre Nguyen Van Ly

di TT
Il sacerdote, tra i fondatori di un movimento per la democrazia, che chiede la fine del partito unico, deve scontare una condanna a 8 anni di prigione. Era stato rilasciato lo scorso anno per le sue gravi condizioni di salute.
Hue (AsiaNews) – E’ stato nuovamente arrestato padre Nguyen Van Ly, il sacerdote fra i membri fondatori del “Blocco 8406”, un movimento che domanda la fine del Partito unico in Vietnam. Imprigionato nel 2007 (nella foto: il processo) con una condanna a 8 anni, era stato rilasciato nel marzo dell’anno scorso a causa delle sue gravi condizioni di salute.

Ieri, alle 14 (ora locale), a quanto riferito da padre Phan Van Loi la polizia si è recata a Nhà Chung, l’ufficio del vescovo di Hue dove il sacerdote doveva risiedere e lo ha arrestato. Gli agenti avevano portato un’ambulanza, in quanto padre Van Ly che negli anni scorsi ha subito diversi ictus che lo hanno lasciato parzialmente paralizzato.

Proprio le sue precarie condizioni di salute, insieme alle critiche contro Hanoi da parte di gruppi per i diritti umani e dai governi Usa e dell’Unione europea, avevano spinto le autorità a sospendere la prigionia per un anno, obbligandolo agli arresti domiciliari nell’ufficio del vescovo. Dalla sua residenza coatta, padre Ly ha ripreso a inviare scritti che denunciano il partito comunista e il governo vietnamita di gravi violazioni dei diritti umani.

Padre Phan Van Loi riferisce che “prima di arrestare padre Vn Ly la polizia ha chiesto a padre Le Quang Vien, responsabile dell’ufficio del vescovo, di sottoscrivere una dichiarazione. Il sacerdote ha scritto che ‘padre Van Ly è ancora malato. Non è uscito dalla malattia’. La polizia ha fatto obiezioni, ma alla fine ha accettato il documento scritto da padre Le Quang Vien. In pochi minuti hanno arrestato padre Ly”.

A marzo la polizia aveva incontrato padre Ly al quale aveva chiesto di scrivere un’istanza per chiedere di non dover tornare in carcere, ma la richiesta era stata decisamente respinta.

Si sa che padre Ly è stato nuovamente condotto nella prigione di Hà Nam, nel distretto di Kim Bảng, provincia di Hà Nam.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Padre Binh: mi hanno pestato a sangue mentre la polizia impediva ai fedeli di avvicinarsi
26/04/2012
L’università della Santa Croce intitola un’aula a padre van Straaten
28/01/2008
Padre Ly non sarà tra i prigionieri amnistiati per la festa nazionale vietnamita
01/09/2009
Nuovi arresti in Vietnam di atttivisti per la democrazia
08/07/2009
Nghe An, attivisti cattolici ancora vittime della ‘persecuzione giudiziaria’ del regime
12/10/2017 12:44