28 Maggio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 29/06/2012, 00.00

    VATICANO

    Papa: I santi Pietro e Paolo brillano non solo nel cielo di Roma



    All'Angelus Benedetto XVI sottolinea il valore universale ed ecumenico della festa di oggi. Il rito del pallio, consegnato a 44 arcivescovi metropoliti, "pone in risalto l'intima comunione dei Pastori con il Successore di Pietro e il profondo vincolo che ci lega alla tradizione apostolica". In onore della delegazione del Patriarcato ecumenico, il papa cita una espressione della Liturgia orientale.

    Città del Vaticano (AsiaNews) - "I santi Pietro e Paolo brillano non solo nel cielo di Roma", ma "nel cuore di tutti i credenti... in ogni parte del mondo": all'Angelus, Benedetto XVI ha ribadito in modo solenne il valore ecumenico e universale della festa dei due apostoli che si celebra oggi. In precedenza il pontefice ha presieduto la messa nella basilica di san Pietro alla presenza della delegazione ortodossa del Patriarcato ecumenico di Costantinopoli, del coro anglicano dell'Abbazia di Westminster e dei 44 arcivescovi ai quali egli ha consegnato il pallio, segno di comunione con la sede di Pietro.

    Citando la basilica e la piazza san Pietro, insieme alla basilica di san Paolo sulla via Ostiense, il papa ha ricordato che "Roma porta inscritti nella sua storia i segni della vita e della morte gloriosa dell'umile Pescatore di Galilea e dell'Apostolo delle genti, che giustamente si è scelti come Protettori. Facendo memoria della loro luminosa testimonianza, noi ricordiamo gli inizi venerandi della Chiesa che in Roma crede, prega ed annuncia Cristo Redentore. Ma i Santi Pietro e Paolo brillano non solo nel cielo di Roma, ma nel cuore di tutti i credenti che, illuminati dal loro insegnamento e dal loro esempio, in ogni parte del mondo camminano sulla via della fede, della speranza e della carità".

    "In questo cammino di salvezza - ha aggiunto -  la comunità cristiana, sostenuta dalla presenza dello Spirito del Dio vivo, si sente incoraggiata a proseguire forte e serena sulla strada della fedeltà a Cristo e dell'annuncio del suo Vangelo agli uomini di ogni tempo. In questo fecondo itinerario spirituale e missionario si colloca anche la consegna del Pallio agli Arcivescovi Metropoliti, che ho compiuto stamani in Basilica. Un rito sempre eloquente, che pone in risalto l'intima comunione dei Pastori con il Successore di Pietro e il profondo vincolo che ci lega alla tradizione apostolica. Si tratta di un duplice tesoro di santità, in cui si fondono insieme l'unità e la cattolicità della Chiesa: un tesoro prezioso da riscoprire e da vivere con rinnovato entusiasmo e costante impegno".

    E ha concluso: "Cari pellegrini, qui giunti da ogni parte del mondo! In questo giorno di festa, preghiamo con le espressioni della Liturgia orientale: «Sia lode a Pietro e a Paolo, queste due grandi luci della Chiesa; essi brillano nel firmamento della fede». In questo clima, desidero rivolgere un particolare pensiero alla Delegazione del Patriarcato di Costantinopoli che, come ogni anno, è venuta per prender parte a queste nostre tradizionali celebrazioni. La Vergine Santa conduca tutti i credenti in Cristo al traguardo della piena unità!".

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    29/06/2013 VATICANO
    Papa: Nella festa dei santi Pietro e Paolo, il vescovo di Roma è chiamato a "confermare" nella fede, nell'amore, nell'unità
    Alla celebrazione nella basilica di san Pietro, Francesco consegna il pallio - segno di comunione con il vescovo di Roma - a 34 arcivescovi metropoliti, fra i quali vi sono sei vescovi asiatici. L'arcivescovo di Hue (Vietnam), impossibilitato a venire, riceverà il pallio nella sua sede. Presente una delegazione del Patriarcato ecumenico di Costantinopoli, guidata dal metropolita Ioannis Zizioulas. Alla celebrazione, anche il coro della Thomaskirche di Lipsia (la chiesa di J.S. Bach). Lasciarsi consumare per il vangelo; "farsi tutto a tutti, non risparmiarsi". "Unità nella differenza" è la strada dell'unità cattolica. Unire insieme "sinodo dei vescovi" e "primato".

    29/06/2007 VATICANO
    Papa: Aderire alla confessione di Pietro, per conoscere Cristo non “dall’esterno”
    Nella festa dei santi Pietro e Paolo Benedetto XVI celebra la fede dell’apostolo Pietro e il ministero papale. Presente una delegazione ortodossa del Patriarcato di Costantinopoli e decine di arcivescovi a cui è stato imposto il pallio, come segno di comunione con la Sede apostolica.

    29/06/2015 VATICANO
    Papa: “Affetto e riconoscenza” di Roma per la testimonianza di Pietro e Paolo
    All’Angelus papa Francesco ricorda la missione della Chiesa di Roma, che conserva l’eredità di Pietro e Paolo: la fede e la carità. La “secolare devozione dei romani alla Vergine, invocata specialmente come Salus Populi Romani”. Il legame di comunione degli arcivescovi metropoliti con “la sede di Pietro” e i “fraterni legami” con la Chiesa sorella di Costantinopoli. L’annuncio del viaggio in Ecuador, Bolivia, Paraguay dal 5 al 12 luglio.

    29/06/2011 VATICANO
    Benedetto XVI per i 60 anni di sacerdozio: È un’ora di gratitudine
    Parlando a lungo dell’anniversario della sua ordinazione, il papa ha voluto dedicare “una parola di speranza incoraggiamento” a fedeli, vescovi e sacerdoti sul senso dell’essere “amici non servi” di Gesù Cristo. Durante la celebrazione, 40 arcivescovi hanno ricevuto il pallio, simbolo del “giogo dolce di Cristo che ci viene posto sulle spalle”, “il giogo di introdurre altri nell’amicizia con Cristo e di essere a disposizione degli altri, di prenderci come Pastori cura di loro”.

    19/10/2009 VATICANO - ORTODOSSI
    Metropolita Zizoulas: Difendiamo il dialogo ecumenico contro chi lo contesta
    Al Secondo colloquio per il dialogo fra cattolici e ortodossi, in corso a Cipro vi sono state forti contestazioni e blocco dei lavori per il timore di “sottomettere l’Ortodossia al papa di Roma”. Anche fra i cattolici vi sono resistenze dogmatiste. A tutti risponde Johannes Zizoulas, metropolita di Pergamo, tenace assertore del valore del dialogo.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    La persecuzione dei cattolici durante la Rivoluzione culturale

    Sergio Ticozzi

    La documentazione di quel violento periodo è stata bruciata o è sepolta negli archivi. Solo alcuni sopravvissuti ne parlano. I persecutori tacciono nella paura. I roghi degli oggetti religiosi e arredi nell’Hebei. Vescovi umiliati e arrestati nell’Henan; suore battute e uccise con bastoni, o sepolte vive. La persecuzione “non è ancora finita”; oggi è forse solo più sottile.


    CINA
    Il silenzio sui 50 anni della Rivoluzione Culturale in Cina e in occidente

    Bernardo Cervellera

    La sanguinosa campagna lanciata da Mao Zedong ha ucciso quasi 2 milioni di persone e mandato nei lager altri 4 milioni. Ogni cinese è stato segnato dalla paura. Ma oggi, nessuna cerimonia in memoria è stata prevista e non è apparso nessun articolo di giornale. Le lotte interne del Partito e il timore di Xi Jinping di finire come l’Urss. Anche oggi, come allora, in Europa c’è chi tace e osanna il mito della Cina. Molti predicono un ritorno al “grande caos”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®