22 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  •    - Armenia
  •    - Azerbaijan
  •    - Georgia
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 14/11/2013, 00.00

    ITALIA - VATICANO

    Papa: impegno di "singoli e istituzioni" per la famiglia, aiutare chi ha perso il lavoro



    Francesco in visita ufficiale al presidente della Repubblica italiana. "Il compito primario che spetta alla Chiesa- è quello di testimoniare la misericordia di Dio e di incoraggiare generose risposte di solidarietà per aprire a un futuro di speranza; perché là dove cresce la speranza si moltiplicano anche le energie e l'impegno per la costruzione di un ordine sociale e civile più umano e più giusto, ed emergono nuove potenzialità per uno sviluppo sostenibile e sano".

    Roma (AsiaNews) - Promuovere l'impegno di tutti, "singoli e istituzioni", per dare sostegno alla famiglia, moltiplicare gli sforzi per alleviare le conseguenze della crisi economica e della conseguente mancanza di lavoro, "incoraggiare generose risposte di solidarietà per aprire a un futuro di speranza; perché là dove cresce la speranza si moltiplicano anche le energie e l'impegno per la costruzione di un ordine sociale e civile più umano e più giusto, ed emergono nuove potenzialità per uno sviluppo sostenibile e sano". Lo ha detto papa Francesco nel corso della visita, segnata da grande cordialità, al presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano. Prima visita ufficiale dell'attuale papa nel palazzo che, fino alla fine dello Stato pontificio, era la residenza papale.

    Sesto papa ad entrarvi dopo il 1870, Francesco anche in questa occasione ufficiale non ha rinunciato al suo stile di sobrietà: un corteo formato da cinque o sei automobili, senza sirene, con il Papa in una Ford Focus, passato nel traffico, accanto a romani e turisti. E un inusuale saluto ai dipendenti del Quirinale, con i familiari, riuniti nel salone dei Corazzieri. A loro il Papa raccomanda "spirito di accoglienza e di comprensione verso tutti" coloro che si rivolgono al presidente della Repubblica. Francesco trasforma l'incontro in una specie di udienza privata: si avvicina ai bambini, ne chiede i nomi.

    Col presidente - al terzo incontro con l'attuale papa - Francesco parla di "eccellente stato" dei rapporti tra Italia e Santa Sede e di "sviluppo sereno dei rapporti tra Stato e Chiesa in Italia". Lo ringrazia per i "tanti gesti di attenzione" avuti per lui e Benedetto XVI. "A lui desidero rivolgere in questo momento il nostro pensiero e il nostro affetto, nel ricordo della sua visita al Quirinale, che in quell'occasione egli definì «simbolica casa di tutti gli italiani»".

    "Tante - dice poi - sono le questioni di fronte alle quali le nostre preoccupazioni sono comuni e le risposte possono essere convergenti. Il momento attuale è segnato dalla crisi economica che fatica ad essere superata e che, tra gli effetti più dolorosi, ha quello di una insufficiente disponibilità di lavoro. E' necessario moltiplicare gli sforzi per alleviarne le conseguenze e per cogliere ed irrobustire ogni segno di ripresa".

    "Il compito primario che spetta alla Chiesa - aggiunge - è quello di testimoniare la misericordia di Dio e di incoraggiare generose risposte di solidarietà per aprire a un futuro di speranza; perché là dove cresce la speranza si moltiplicano anche le energie e l'impegno per la costruzione di un ordine sociale e civile più umano e più giusto, ed emergono nuove potenzialità per uno sviluppo sostenibile e sano".

    "Sono impresse nella mia mente le prime visite pastorali che ho potuto compiere in Italia. A Lampedusa, anzitutto, dove ho incontrato da vicino la sofferenza di coloro che, a causa delle guerre o della miseria, si avviano verso l'emigrazione in condizioni spesso disperate; e dove ho visto l'encomiabile testimonianza di solidarietà di tanti che si prodigano nell'opera di accoglienza. Ricordo poi la visita a Cagliari, per pregare davanti alla Madonna di Bonaria; e quella ad Assisi, per venerare il Santo che dell'Italia è patrono e di cui ho preso il nome. Anche in questi luoghi ho toccato con mano le ferite che affliggono oggi tanta gente. Al centro delle speranze e delle difficoltà sociali, c'è la famiglia. Con rinnovata convinzione, la Chiesa, continua a promuovere l'impegno di tutti, singoli ed istituzioni, per il sostegno alla famiglia, che è il luogo primario in cui si forma e cresce l'essere umano, in cui si apprendono i valori e gli esempi che li rendono credibili. La famiglia ha bisogno della stabilità e riconoscibilità dei legami reciproci, per dispiegare pienamente il suo insostituibile compito e realizzare la sua missione. Mentre mette a disposizione della società le sue energie, essa chiede di essere apprezzata, valorizzata e tutelata".

    Segnata da evidente cordialità - Francesco e Napolitano si parlano continuamente anche mentre percorrono corridoi e saloni - la visita del Papa è ufficiale: c'è la delegazione della Santa Sede e le massime autorità dello Stato e lo scambio di doni: da Napolitano un'acquaforte di Giovanni Battista Piranesi del 1773 raffigurante una veduta della piazza di Monte Cavallo, come si chiamava a Roma il piazzale antistante il palazzo del Quirinale, da Francesco due fusioni in bronzo di arte contemporanea, di Guido Veroi, una con l'immagine di San Martino che taglia in due parti il suo mantello per donarlo al povero, l'altra che rappresenta un angelo in atteggiamento mistico che abbraccia e ravvicina i due emisferi del globo terrestre vincendo l'opposizione di un drago.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    21/06/2015 VATICANO - ITALIA
    Papa a Torino: “Un patto sociale e generazionale” per creare lavoro e speranza
    La visita di papa Francesco per l’ostensione della Sindone e ai luoghi di don Bosco inizia con un incontro con il mondo del lavoro. Il papa esprime solidarietà ai giovani disoccupati e anche verso i migranti “trattati come merce”. Impegno comune di giovani e vecchi: i giovani sono “la promessa”; i vecchi “la memoria del passato”; insieme essi sono “la ricchezza di un popolo”. Quattro “no”: all’economia “dello scarto”; alla “idolatria del denaro”; alla corruzione; all’inequità che genera violenza. Un nuovo modello economico basato sul “bene comune”.

    21/06/2015 VATICANO - ITALIA
    Papa a Torino: L’amore di Dio verso di noi è fedele, ricrea tutto, è stabile e sicuro
    Alla messa in piazza Vittorio Veneto, con circa 40mila fedeli, papa Francesco ricorda l’amore di Dio e la fede “dei nostri antenati”, “rocciosa” e “solida”. Un ricordo ai santi “liberi e testardi” che in questa terra “hanno accolto l’amore di Dio e lo hanno diffuso nel mondo”. “Affrontare la vita con coraggio e guardare al futuro con speranza”, accogliendo i migranti “che fuggono da guerre e persecuzioni in cerca di pace e libertà”. Alla Madonna Consolata ha affidato “il cammino ecclesiale e civile di questa terra”. Il dono dell’arcivescovo e dei pellegrini della Sindone “per la carità del papa”.

    02/11/2017 16:55:00 VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'

    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.



    27/05/2017 11:27:00 VATICANO-ITALIA
    Papa a Genova: La malattia dell’economia e la dignità del lavoro. La preghiera per i martiri copti di Minya

    La prima tappa di papa Francesco a Genova è nello stabilimento dell’acciaieria Ilva segnata da difficoltà economiche e disoccupazione. Le virtù del buon imprenditore e del buon lavoratore. Lo “speculatore” è un “mercenario” che vende tutto, anche la sua dignità. Lavoro per tutti e non “assegno sociale”. All’incontro con i sacerdoti, i religiosi e le religiose, Francesco ricorda il martirio dei cristiani copti a Minya e il suo “fratello Tawadros”.



    05/07/2014 VATICANO-ITALIA
    Papa in Molise: Testimonianza della carità, via maestra dell'evangelizzazione
    Papa Francesco, in visita a una delle regioni più povere dell'Italia, domanda ai fedeli di essere come Maria, "serva del Signore" e a servizio dei "fratelli che hanno bisogno". Dio ci libera dalla tristezza e dall'egoismo. All'università di Campobasso, l'appello per un "patto del lavoro" che salvaguardi la dignità dei disoccupati. "Custodire" la terra, senza "sfruttarla". Occorre "perdere il tempo con i nostri bambini". "Forse è giunto il momento di domandarci se quella di lavorare alla domenica è una vera libertà".



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®