24 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 01/09/2017, 15.15

    VATICANO

    Papa: in Colombia, viaggio nel segno della riconciliazione



    Francesco dal 6 all’11 settembre nel Paese che esce da 50 anni di guerra civile. Card. Parolin: per la riconciliazione “non basta firmare un documento. Certamente è necessario, un passo necessario, indispensabile, ma evidentemente non è sufficiente: c’è tutto un cammino da fare, a partire proprio dalla firma, dalla sottoscrizione di questi accordi”.

    Città del Vaticano (AsiaNews) – Un viaggio nel segno della riconciliazione, per segnare un momento importante nella storia della Colombia, la pace dopo 50 anni di conflitti, e per incoraggiare a tradurre in concretezza l’impegno preso, anche con il sostegno della comunità cattolica. Si presenta con questa impronta il 20mo viaggio apostolico che papa Francesco si prepara a compiere in un Paese a lungo emblema della più lunga guerra civile dell’America latina. "La visita in Colombia – ha detto oggi il portavoce vaticano, Greg Burke - sarà pastorale, anche se più di una volta si riferirà al tema della pace, ma proclamerà il Vangelo".

    La visita, che avrà il significativo motto "Facciamo il primo passo”, prenderà avvio da Roma la mattina di mercoledì 6 settembre. Francesco arriverà a Bogotá alle 16.30, ora locale. Il giovedì sono in programma gli incontri con le autorità civili e con i vescovo ed anche con il Comitato direttivo del Celam, il consiglio che riunisce l’episcopato latino-americano. Nel pomeriggio il Papa celebrerà la prima messa in terra colombiana.

    Il giorno successivo, venerdì 8 settembre, sarà quello dedicato il modo particolare alla riconciliazione nazionale. Francesco andrà a Villavicencio dove celebrerà la messa e parteciperà al Grande incontro di preghiera per la riconciliazione nazionale, con una significativa sosta alla Croce della riconciliazione (nella foto). In proposito, il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, parlando alla Radio Vaticana ha sottolineato che il processo di riconciliazione entra ora “nella fase dell’applicazione, non basta firmare un documento. Certamente – ha aggiunto - è necessario, un passo necessario, indispensabile, ma evidentemente non è sufficiente: c’è tutto un cammino da fare, a partire proprio dalla firma, dalla sottoscrizione di questi accordi. Ed è un cammino che si deve compiere nella quotidianità ed è un cammino che deve coinvolgere tutti e che deve coinvolgere tutto di tutti, cioè soprattutto il cuore e la mente. Io credo che il compito, la missione fondamentale della Chiesa, in questo momento, sia quello di favorire la riconciliazione. Questo è il punto centrale: mi pare che ce ne sia tanto bisogno, proprio perché la pace non sarà una realtà presente, una realtà viva ed effettiva se non nella misura in cui ci sarà una riconciliazione all’interno del popolo colombiano. E naturalmente uno degli strumenti principali di questa riconciliazione è la capacità del perdono, la capacità di dare e di ricevere perdono”.

    La visita papale proseguirà, il sabato, a Medellin, dove il Papa celebrerà la messa e incontrando sacerdoti e religiosi accompagnati dalle loro famiglie affronterà il tema della vocazione cristiana e dell’apostolato.

    Domenica, infine, a Cartagena, protagonisti saranno il tema della dignità della persona e quello dei diritti umani. Francesco, infatti benedirà la prima pietra delle case per i senza tetto e dell’Opera Talitha Qum e visiterà la Casa santuario di San Pietro Claver.  Nel pomeriggio, dopo aver celebrato l’ultima messa di questo viaggio, ripartirà per Roma, dove arriverà alle 12.40 di lunedì 11 settembre.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/09/2017 23:37:00 VATICANO-COLOMBIA
    Papa: Colombia, apri il tuo cuore di popolo di Dio e lasciati riconciliare

    Al Parque Las Malocas, alla presenza di vittime della violenza, militari, agenti di polizia e ex guerriglieri, papa Francesco celebra il Grande Incontro per la Riconciliazione Nazionale. Le testimonianze di alcune vittime e due ex guerriglieri.  La Colombia “terra santa” perché “irrigata con il sangue di migliaia di vittime innocenti e col dolore lacerante dei loro familiari e conoscenti”.



    08/09/2017 08:32:00 VATICANO-COLOMBIA
    Papa al Celam: La speranza nel volto di giovani, donne, laici

    Nell’incontro coi vescovi di tutto il continente latinoamericano, papa Francesco invita a non vivere di ricordi del grande passato, ma a “concretizzare” la speranza che viene dalla fede. “Incontro con Cristo vivo”, “uscire”, valorizzare la “religiosità del popolo”, “passione per l’evangelizzazione”. Accompagnare i giovani; valorizzare le donne; spingere i laici all’impegno sociale.



    07/09/2017 16:49:00 VATICANO-COLOMBIA
    Papa in Colombia: la riconciliazione sia basata sulla forza della legge e sul perdono

    Nel suo primo incontro nel Paese sudamericano Francesco raccomanda l’inclusione di tutti i cittadini, in modo particolare dei più deboli, tutela della famiglia, della vita e della natura. “Occorrono leggi giuste” per “aiutare a superare i conflitti che hanno distrutto questa Nazione per decenni; leggi che non nascono dall’esigenza pragmatica di ordinare la società bensì dal desiderio di risolvere le cause strutturali della povertà che generano esclusione e violenza”.



    08/09/2017 18:09:00 VATICANO-COLOMBIA
    Papa in Colombia: riconciliazione non è legittimare le ingiustizie, ma aprire una porta

    Francesco a Villavicencio, tappa particolarmente dedicata alla riconciliazione nazionale, ha beatificato un vescovo e un sacerdote uccisi “in odio alla fede”. “In comunità dove tuttora trasciniamo atteggiamenti patriarcali e maschilisti, è bene annunciare che il Vangelo comincia evidenziando donne che hanno tracciato una tendenza e hanno fatto storia”.



    06/09/2017 13:00:00 VATICANO - COLOMBIA
    Papa: da stasera in Colombia, per sostenere la riconciliazione

    Oggi in un tweet Francesco scrive: “Cari amici, per favore pregate per me e tutta la Colombia dove mi recherò per un viaggio all’insegna della riconciliazione e della pace”. Le tappe di un viaggio difficile.





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®