25 Giugno 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 23/06/2011, 00.00

    VATICANO

    Papa: nell’eucaristia il “motivo” della comunione con Gesù e l’umanità intera



    Celebrando il Corpus Domini, Benedetto XVI dice che “specialmente nel nostro tempo, in cui la globalizzazione ci rende sempre più dipendenti gli uni dagli altri il Cristianesimo può e deve far sì che questa unità non si costruisca senza Dio, cioè senza il vero Amore, il che darebbe spazio alla confusione, all’individualismo, alla sopraffazione di tutti contro tutti”.
    Roma (AsiaNews) – L’unità della famiglia umana è da sempre un obiettivo del Vangelo, “un’unità non imposta dall’alto, né da interessi ideologici o economici, bensì a partire dal senso di responsabilità gli uni verso gli altri, perché ci riconosciamo membra di uno stesso corpo, del corpo di Cristo, perché abbiamo imparato e impariamo costantemente dal Sacramento dell’Altare che la condivisione, l’amore è la via della vera giustizia”. Nel giorno del Corpus Domini Benedetto XVI indica come la partecipazione all’eucaristia, che “assimila”a Gesù, “unisce alla persona che ho accanto, e con la quale forse non ho nemmeno un buon rapporto, ma anche ai fratelli lontani, in ogni parte del mondo. Da qui, dall’Eucaristia, deriva dunque il senso profondo della presenza sociale della Chiesa”.

    Il Papa celebra messa nella basilica di san Giovanni, cattedrale di Roma, da dove, al termine del rito guiderà la processione eucaristica che si snoderà fino alla basilica di santa Maria maggiore e che vede la presenza delle confraternite romane, accanto a sacerdoti, religiosi, associazioni, movimenti e migliaia di fedeli. Torce e candele accompagnano il cammino, illuminando la sera.

    “Specialmente nel nostro tempo, in cui la globalizzazione ci rende sempre più dipendenti gli uni dagli altri - dice ancora Benedetto XVI - il Cristianesimo può e deve far sì che questa unità non si costruisca senza Dio, cioè senza il vero Amore, il che darebbe spazio alla confusione, all’individualismo, alla sopraffazione di tutti contro tutti”.

    E’ un concetto che parte dall’Ultima cena, dall’istituzione dell’eucaristia, nella quale “avviene la trasformazione dei doni di questa terra – il pane e il vino – finalizzata a trasformare la nostra vita e ad inaugurare così la trasformazione del mondo”. “Questa trasformazione è possibile grazie ad una comunione più forte della divisione, la comunione di Dio stesso. La parola ‘comunione’, che noi usiamo anche per designare l’Eucaristia, riassume in sé la dimensione verticale e quella orizzontale del dono di Cristo. E’ bella e molto eloquente l’espressione ‘ricevere la comunione’ riferita all’atto di mangiare il Pane eucaristico. In effetti, quando compiamo questo atto, noi entriamo in comunione con la vita stessa di Gesù, nel dinamismo di questa vita che si dona a noi e per noi. Da Dio, attraverso Gesù, fino a noi: un’unica comunione si trasmette nella santa Eucaristia”.

    Ma, mentre “il cibo corporale viene assimilato dal nostro organismo e contribuisce al suo sostentamento, nel caso dell’Eucaristia si tratta di un Pane differente: non siamo noi ad assimilarlo, ma esso ci assimila a sé, così che diventiamo conformi a Gesù Cristo, membra del suo corpo, una cosa sola con Lui. Questo passaggio è decisivo. Infatti, proprio perché è Cristo che, nella comunione eucaristica, ci trasforma in Sé, la nostra individualità, in questo incontro, viene aperta, liberata dal suo egocentrismo e inserita nella Persona di Gesù, che a sua volta è immersa nella comunione trinitaria. Così l’Eucaristia, mentre ci unisce a Cristo, ci apre anche agli altri, ci rende membra gli uni degli altri: non siamo più divisi, ma una cosa sola in Lui”.

    “Mediante il pane e il vino consacrati, in cui è realmente presente il suo Corpo e Sangue, Cristo trasforma noi, assimilandoci a Lui: ci coinvolge nella sua opera di redenzione, rendendoci capaci, per la grazia dello Spirito Santo, di vivere secondo la sua stessa logica di donazione, come chicchi di grano uniti a Lui ed in Lui. Così si seminano e vanno maturando nei solchi della storia l’unità e la pace, che sono il fine a cui tendiamo, secondo il disegno di Dio”.

    FOTO: Credit CPP
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    30/05/2013 VATICANO
    Papa: solidarietà, saper mettere a disposizione di Dio e del prossimo quello che abbiamo, per seguire Gesù
    Celebrando la messa per il Corpus Domini. Francesco ammonisce contro la tentazione di non farci carico delle necessità degli altri, "congedandoli con un pietoso: 'Che Dio ti aiuti'. Ma la soluzione di Gesù va in un'altra direzione", sfama la folla che era venuta ad ascoltarlo. "Nell'Eucaristia il Signore ci fa percorrere la sua strada, quella del servizio, della condivisione, del dono, e quel poco che abbiamo, quel poco che siamo, se condiviso, diventa ricchezza, perché la potenza di Dio, che è quella dell'amore, scende nella nostra povertà per trasformarla".

    07/06/2007 VATICANO
    Papa: il “pane della vita” sostiene i cristiani in questo mondo inaridito da ideologie di morte
    Benedetto XVI celebra il Corpus Domini guidando la processione nelle vie di Roma, perché tutti possano incontrare “Gesù che passa”. Perché l’Eucaristia “è per tutti, per l’intera umanità”.

    07/06/2012 VATICANO
    Papa: se si elimina ogni ritualità religiosa, nella società dei consumi si lascia spazio ad altri riti, che possono diventare "idoli"
    Celebrando il Corpus Domini, Benedetto XVI pone l'accento su due aspetti, tra loro connessi, del Mistero eucaristico: il culto dell'Eucaristia e la sua sacralità. Una "interpretazione unilaterale" del Concilio Vaticano II ha "penalizzato" l'adorazione eucaristica, "restringendo in pratica l'Eucaristia al momento celebrativo". E' "sbagliato contrapporre la celebrazione e l'adorazione".

    11/06/2009 VATICANO
    Papa: anche nella Chiesa il rischio di una secolarizzazione strisciante
    Celebrando il Corpus Domini, Benedetto XVI alla vigilia dell’inizio dell’Anno ad essi dedicato esorta i sacerdoti a partecipare sempre “con il cuore” alla celebrazione dell’eucaristia, accompagnando il sacrificio di Gesù con quello della propria esistenza.

    17/11/2010 VATICANO
    Papa: “sia restituita piena libertà ad Asia Bibi”
    Appello di Benedetto XVI per la giovane che vive in un Paese nel quale i cristiani sono “spesso vittime di violenza o discriminazione”. Rispetto per la dignità umana. Nel discorso per l’udienza, il Papa ha illustrato la figura di santa Giuliana di Liegi. Nella Chiesa c’è una “nuova primavera eucaristica”.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Confusione e polemiche per il silenzio del Vaticano sul caso di mons. Ma Daqin di Shanghai

    Bernardo Cervellera

    Per alcuni l’articolo di mons. Ma con cui elogia l’Associazione patriottica, riconoscendo i suoi “errori”, è solo “fango”. Per altri egli si è umiliato “per il bene della sua diocesi”. Molti esprimono perplessità per il silenzio della Santa Sede: silenzio sul contenuto dell’articolo; silenzio sulla persecuzione subita dal vescovo di Shanghai. Il sospetto che in Vaticano si vede bene lo svolgimento del “caso” Ma Daqin che però fa emergere un problema: la Lettera di Benedetto XVI (con cui dichiara l’AP non compatibile con la dottrina cattolica) è abolita? E chi l’ha abolita? Il rischio di una strada di compromessi senza verità.


    CINA - VATICANO
    Mons. Ma Daqin: il testo della sua “confessione”

    Mons. Taddeo Ma Daqin

    Con un articolo pubblicato sul suo blog, il vescovo di Shanghai, dimessosi dall’Associazione patriottica quattro anni fa, sembra “confessare” il suo errore e esalta l’organismo di controllo della Chiesa. Riportiamo qui il testo quasi integrale del suo intervento. Traduzioni dal cinese a cura di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®