25 Giugno 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 27/08/2013, 00.00

    RUSSIA - SIRIA

    Patriarcato di Mosca: I “giustizieri internazionali” Usa sacrificano cristiani e musulmani in Siria



    Ad AsiaNews il metropolita Hilarion, a capo del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca, condanna le minacce sempre più pressanti di un intervento Nato senza mandato Onu: “Altre vittime saranno sacrificate sull’altare di un’immaginaria democrazia”.

    Mosca (AsiaNews) - Mentre sembra sempre più vicino un intervento militare occidentale contro il regime di Bashar al-Assad, accusato dagli Usa di aver usato armi chimiche contro la popolazione, la Chiesa ortodossa russa esprime "forte preoccupazione" per i possibili sviluppi della crisi. "Ancora una volta, come nel caso dell'Iraq, gli Stati Uniti si comportano da giustizieri internazionali", ha denunciato il metropolita Hilarion di Volokolamsk, presidente del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca. Parlando con AsiaNews, il rappresentante della Chiesa ortodossa russa ha criticato duramente la posizione degli Stati Uniti, che "in maniera assolutamente unilaterale, senza alcun avallo delle Nazioni Unite, vogliono decidere loro il destino di tutto un Paese con milioni di abitanti".

    "Ancora una volta - ha avvertito Hilarion - migliaia di vittime saranno sacrificate sull'altare di un'immaginaria democrazia". Tra queste, secondo il metropolita, vi saranno prima di tutto "i cristiani, della cui sorte nessuno si preoccupa". Proprio loro "rischiano di diventare gli ostaggi principali della situazione e le principali vittime delle forze estremiste radicali, che con l'aiuto degli Stati Uniti andranno al potere". "La comunità internazionale - ha concluso -  deve fare di tutto per evitare che gli avvenimenti possano avere un tale sviluppo". (M.A.)

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/08/2013 RUSSIA - SIRIA
    La Russia preme per fermare l’intervento in Siria, ma ha come unica arma la diplomazia
    Il pressing russo sulle Cancellerie occidentali si fa frenetico. Mosca avverte che un attacco senza mandato Onu rappresenterebbe una “violazione del diritto internazionale” e peggiorerebbe solo la situazione. Esperti: il Cremlino reagirà solo con misure non militari.

    10/11/2015 RUSSIA - SIRIA
    In attesa di Vienna 2, a Mosca arriva il Patriarca siro-ortodosso di Antiochia e tutto l’Oriente
    Mar Ignazio Efrem II: intervento militare russo ha dato speranza al popolo siriano; ora si proceda con i negoziati. Il leader religioso è in visita in Russia fino al 13 novembre: incontrerà sia il Patriarca Kirill che il ministro degli Esteri Lavrov.

    05/09/2013 RUSSIA – G20 – ASIA
    Siria, bond e squilibri economici: parte il G20 di San Pietroburgo
    Le economie di Stati Uniti, Europa e Giappone hanno ripreso a crescere; ma le nazioni in via di sviluppo rallentano a causa delle politiche della Fed. Sull’intervento armato contro Damasco il mondo si spacca e Washington sembra rimanere sola. Il summit dei 20 Grandi dipinge un pianeta sempre più diviso.

    17/08/2015 RUSSIA - UCRAINA
    Chiesa ucraina fedele a Mosca: Costantinopoli non interferisca negli affari del Paese
    Il metropolita Antony critica la visita di due rappresentanti del Patriarca Bartolomeo nell’ex repubblica sovietica, dove hanno sostenuto l’idea di istituire una unica Chiesa locale.

    04/04/2014 RUSSIA - UCRAINA
    Metropolita Hilarion: la crisi Ucraina ha fermato i preparativi dell'incontro tra Papa e Patriarca
    Secondo il rappresentante della Chiesa ortodossa russa, già lo scorso autunno le parti erano pronte ad avviare i preparativi, ma le azioni dei greco cattolici, impegnatisi in prima linea nelle proteste del Maidan, "ci hanno riportato di molto indietro".



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Confusione e polemiche per il silenzio del Vaticano sul caso di mons. Ma Daqin di Shanghai

    Bernardo Cervellera

    Per alcuni l’articolo di mons. Ma con cui elogia l’Associazione patriottica, riconoscendo i suoi “errori”, è solo “fango”. Per altri egli si è umiliato “per il bene della sua diocesi”. Molti esprimono perplessità per il silenzio della Santa Sede: silenzio sul contenuto dell’articolo; silenzio sulla persecuzione subita dal vescovo di Shanghai. Il sospetto che in Vaticano si vede bene lo svolgimento del “caso” Ma Daqin che però fa emergere un problema: la Lettera di Benedetto XVI (con cui dichiara l’AP non compatibile con la dottrina cattolica) è abolita? E chi l’ha abolita? Il rischio di una strada di compromessi senza verità.


    CINA - VATICANO
    Mons. Ma Daqin: il testo della sua “confessione”

    Mons. Taddeo Ma Daqin

    Con un articolo pubblicato sul suo blog, il vescovo di Shanghai, dimessosi dall’Associazione patriottica quattro anni fa, sembra “confessare” il suo errore e esalta l’organismo di controllo della Chiesa. Riportiamo qui il testo quasi integrale del suo intervento. Traduzioni dal cinese a cura di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®