1 Marzo 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 06/09/2004
india
Prima festa ufficiale per la beata Madre Teresa

Calcutta (AsiaNews/Ucan) – Le suore Missionarie della Carità di tutto il mondo hanno festeggiato ieri insieme a numerosi devoti, la loro fondatrice: la beata Teresa di Calcutta. La liturgia cattolica non prevede la celebrazione di feste di santi nella giornata di domenica. L'arcidiocesi di Calcutta e le 719 case delle missionarie hanno avuto però il permesso del Vaticano.

"Era difficile spiegare alla gente che non si poteva ricordare la morte di madre Teresa di domenica", ha raccontato suor Lynn Mascarenhas, vice postulatore per la canonizzazione di madre Teresa. A Calcutta, sede della casa generalizia e base della missione della beata, la  festività è stata particolarmente sentita. Le celebrazioni domenicali hanno seguito una novena di preghiera, iniziata il 26 agosto, giorno della nascita di madre Teresa. Per l'occasione le suore hanno scritto delle preghiere da distribuire ai fedeli. I testi sono tutti "approvati dalla Chiesa", ha spiegato suor Lynn. Centinaia di persone hanno cantato e pregato davanti alla statua della beata nella casa generalizia, dove si trova anche la sua tomba. Il sabato precedente, 4 settembre, religiose, sacerdoti e volontari di varie religioni si sono raccolti nella cappella della casa generalizia. Qui sotto l'altare è conservata e esposta al pubblico una goccia del suo sangue.

Suor Nirmala, la madre generale dell'ordine, ha detto che ieri, durante le funzioni, tutte le suore hanno ringraziato Dio perché madre Teresa dal paradiso intercede per loro. "Lei ci conosce tutte e conosce i nostri bisogni", ha aggiunto suor Nirmala.

Dopo la messa i fedeli si sono raccolti intorno alla tomba  di marmo bianc0, dove hanno deposto fiori, candele e incensi profumati. Membri dell'All India Minority Forum, rappresentanti le comunità cristiana, indù, musulmana e sikh, davanti alla tomba hanno pregato per la pace. Igalorsi Kaoru, un protestante giapponese volontario, ha suonato inni sacri. Antara Purkait, una bambina orfana di 10 anni, adottata da una famiglia indù tramite le suore della carità, ha posto una ghirlanda di fiori sulla statua. Ha detto che tutti i giorni, prima di andare a scuola,  prega madre Teresa.

Le novizie hanno poi ballato e cantato nel cortile, dove su un muro è appeso il ritratto di madre Teresa, che era servito per la beatificazione. Fino al 13 settembre, giorno della sepoltura della beata, le suore offriranno pasti ai poveri.

Madre Teresa era nata nel 1910 a Skopje, Macedonia. Arrivò in India nel 1929. Nel 1950 fondò la congregazione delle missionarie della Carità. È morta per arresto cardiaco a Calcutta il 5 settembre 1997. Il 19 ottobre 2003 ha ricevuto la beatificazione. Alla canonizzazione manca ancora la certificazione di un miracolo avvenuto tramite sua intercessione.

invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
29/08/2006 India
Kolkata, il 96mo anniversario della nascita di Madre Teresa
25/08/2010 INDIA
Madre Teresa e Nirmal Hriday: il miracolo della gioia nella Casa dei morenti
di Nirmala Carvalho
25/03/2009 INDIA
Una tedesca alla guida delle suore di Madre Teresa di Calcutta
26/08/2005 india
Il Kerala festeggia la Giornata per gli orfani in onore di Madre Teresa
26/08/2009 INDIA
Prepariamoci ai 100 anni dalla nascita di Madre Teresa di Calcutta
di Mary Prema*

In evidenza
EGITTO - ISLAM
Le parole di al-Tayeb e di al-Sisi un grande passo per una rivoluzione dell'islam
di Samir Khalil SamirIl grande imam di Al-Azhar ha denunciato le interpretazioni basate sulla lettera del Corano e della sunna, brandite dai fondamentalisti e dai terroristi islamici; sostiene l'urgenza di una riforma dell'insegnamento dell'islam fra i laici e gli imam; domanda la fine della scomunica (takfir) reciproca fra sunniti e sciiti. E il presidente egiziano al-Sisi ha deciso di combattere lo Stato islamico dopo la decapitazione di 21 cristiani copti, che egli ha definito "cittadini egiziani" a parte intera.
ARABIA SAUDITA - ISLAM
Imam di Al-Azhar: Per fermare l'estremismo islamico occorre una riforma dell'insegnamento religiosoPer Ahmed al-Tayeb è urgente stilare un nuovo curriculum di studi per evitare una "cattiva interpretazione" del Corano e della sunna. Il terrorismo islamico mette in crisi l'unità del mondo musulmano. Il "nuovo colonialismo globale alleato al sionismo mondiale". Il discorso del re saudita.
HONG KONG - CINA - VATICANO
Card. Zen: Sembra che qualcuno voglia farci tacere
di Card. Joseph Zen Ze-kiunIl diffuso ottimismo sul miglioramento del dialogo fra Santa Sede e Cina sembra non avere fondamento. Alcune "tendenziose" interviste a vescovi cinesi, frenati nella libertà di parlare. Le questioni fondamentali sono sempre aperte: chi nomina i vescovi; cosa fare dell'Associazione patriottica. La guida della Lettera di Benedetto XVI ai cattolici cinesi, citata anche da papa Francesco. Un non accordo è meglio di un cattivo accordo. Cosa è successo a mons. Cosma Shi Enxiang? E a mons. Giacomo Su Zhimin? Un'animata riflessione del vescovo emerito di Hong Kong, campione della libertà religiosa in Cina.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate