06/09/2004, 00.00
india
Invia ad un amico

Prima festa ufficiale per la beata Madre Teresa

Calcutta (AsiaNews/Ucan) – Le suore Missionarie della Carità di tutto il mondo hanno festeggiato ieri insieme a numerosi devoti, la loro fondatrice: la beata Teresa di Calcutta. La liturgia cattolica non prevede la celebrazione di feste di santi nella giornata di domenica. L'arcidiocesi di Calcutta e le 719 case delle missionarie hanno avuto però il permesso del Vaticano.

"Era difficile spiegare alla gente che non si poteva ricordare la morte di madre Teresa di domenica", ha raccontato suor Lynn Mascarenhas, vice postulatore per la canonizzazione di madre Teresa. A Calcutta, sede della casa generalizia e base della missione della beata, la  festività è stata particolarmente sentita. Le celebrazioni domenicali hanno seguito una novena di preghiera, iniziata il 26 agosto, giorno della nascita di madre Teresa. Per l'occasione le suore hanno scritto delle preghiere da distribuire ai fedeli. I testi sono tutti "approvati dalla Chiesa", ha spiegato suor Lynn. Centinaia di persone hanno cantato e pregato davanti alla statua della beata nella casa generalizia, dove si trova anche la sua tomba. Il sabato precedente, 4 settembre, religiose, sacerdoti e volontari di varie religioni si sono raccolti nella cappella della casa generalizia. Qui sotto l'altare è conservata e esposta al pubblico una goccia del suo sangue.

Suor Nirmala, la madre generale dell'ordine, ha detto che ieri, durante le funzioni, tutte le suore hanno ringraziato Dio perché madre Teresa dal paradiso intercede per loro. "Lei ci conosce tutte e conosce i nostri bisogni", ha aggiunto suor Nirmala.

Dopo la messa i fedeli si sono raccolti intorno alla tomba  di marmo bianc0, dove hanno deposto fiori, candele e incensi profumati. Membri dell'All India Minority Forum, rappresentanti le comunità cristiana, indù, musulmana e sikh, davanti alla tomba hanno pregato per la pace. Igalorsi Kaoru, un protestante giapponese volontario, ha suonato inni sacri. Antara Purkait, una bambina orfana di 10 anni, adottata da una famiglia indù tramite le suore della carità, ha posto una ghirlanda di fiori sulla statua. Ha detto che tutti i giorni, prima di andare a scuola,  prega madre Teresa.

Le novizie hanno poi ballato e cantato nel cortile, dove su un muro è appeso il ritratto di madre Teresa, che era servito per la beatificazione. Fino al 13 settembre, giorno della sepoltura della beata, le suore offriranno pasti ai poveri.

Madre Teresa era nata nel 1910 a Skopje, Macedonia. Arrivò in India nel 1929. Nel 1950 fondò la congregazione delle missionarie della Carità. È morta per arresto cardiaco a Calcutta il 5 settembre 1997. Il 19 ottobre 2003 ha ricevuto la beatificazione. Alla canonizzazione manca ancora la certificazione di un miracolo avvenuto tramite sua intercessione.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Kolkata, il 96mo anniversario della nascita di Madre Teresa
29/08/2006
Madre Teresa e Nirmal Hriday: il miracolo della gioia nella Casa dei morenti
25/08/2010
È viva la testimonianza di Madre Teresa tra gli ultimi del mondo
13/07/2010
Suor Nirmala Joshi dedica ai poveri il premio Padma Vibhushan
26/01/2009
Sr Nirmala testimone di Cristo fra gli indù del suo paese natale
07/03/2004