28 Settembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 16/07/2012, 00.00

    COREA DEL NORD

    Pyongyang, rimosso il capo dell’esercito



    Il generale Ri Yong-ho lascia il suo posto “per malattia”. Considerato un alleato chiave del nuovo dittatore Kim Jong-un, lo ha sostenuto durante la transizione al potere dello scorso dicembre. Attesa per il suo rimpiazzo.

    Seoul (AsiaNews/Agenzie) - Il capo dell'esercito nordcoreano, generale Ri Yong-ho, è stato "rimosso dalle sue funzioni per malattia". Lo ha annunciato l'agenzia di stampa ufficiale della Corea del Nord, la Kcna, che non fornisce molte altre informazioni sull'accaduto. La decisione è comunque inaspettata, dato che ad uscire di scena è uno dei leader più vicini al dittatore del Nord, Kim Jong-un.

    Ri Yong-ho è considerato dagli analisti della Corea del Sud uno dei personaggi chiave che ha sostenuto il giovane leader durante il periodo di transizione del potere in Corea del Nord dopo la morte di suo padre, Kim Jong-il, avvenuta a dicembre. Il militare ha inoltre aiutato il nuovo presidente nella riorganizzazione dell'esercito, base della struttura sociale nordcoreana.

    La decisione è "inattesa e inusuale", secondo una fonte del ministero degli Interni di Seoul, e "scuote la rigida struttura autoritaria del Paese comunista". Il militare era apparso in buone condizioni nelle recenti occasioni pubbliche, quindi - come al solito - la motivazione della malattia sembra essere una scusa.

    Secondo alcuni analisti, Kim Jong-un avrebbe deciso la rimozione per piazzare una personalità più giovane e, soprattutto, più vicina al Partito comunista alla testa dell'influente esercito del Paese, sotto osservazione a causa delle ambizioni nucleari: Ri, eroe della rivoluzione, era infatti considerato quasi un esterno alla struttura politica interna al Paese.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    17/07/2012 COREA DEL NORD
    Uno “sconosciuto” è il nuovo capo dell’esercito nordcoreano
    Kim Jong-un nomina Hyon Yong-chol al posto del rimosso Ri Yong-ho. Sconosciuto ai più, ha raggiunto anche il grado di vice maresciallo nonostante sia stato nominato generale soltanto nel settembre del 2010: insieme a lui venne promosso anche l’attuale dittatore, che continua nella sua manovra per prendere in mano il potere.

    25/04/2006 Corea del Nord
    Corea del Nord: la situazione dell'esercito "peggiora sempre di più"

    Secondo fonti militari a Seoul "l'equipaggiamento ed il morale dei soldati nordcoreani sembrano in crisi". "Kim Jong-il ha due prospettive davanti: o le Forze armate si ribellano al regime o muoiono di fame".



    28/09/2010 COREA DEL NORD
    Il “terzo Kim” nominato generale, mistero sulla successione
    Il Congresso del Partito dei lavoratori nordcoreani ha rieletto a maggioranza il “Caro Leader” Kim Jong-il segretario nazionale, approvando nel contempo la nomina a generale “a 4 stelle” per il terzogenito del dittatore. Ancora silenzio sulla nomina ufficiale di Kim Jong-un a erede del potere.

    30/09/2010 COREA DEL NORD
    Seconda successione dinastica dei Kim: tutto in famiglia
    Timori e preoccupazioni per l’imminente trasferimento di potere al 27enne Kim Jong Un, con nessuna epserienza politica. La dinastia dei Kim ricorda le famiglie confuciane ed è molto simile a quanto accade in Cina, con i figli dei leader del Partito.

    08/02/2011 COREA
    Gli incontri fra le due Coree, un segno della disperazione di Pyongyang
    I colonnelli dei due eserciti si sono incontrati oggi nella zona demilitarizzata per mettere a punto un incontro a livello ministeriale. Una fonte dice ad AsiaNews: “Pyongyang è sull’orlo del collasso, abbiamo paura che il ‘terzo Kim’ voglia imporsi con altra violenza”.



    In evidenza

    SIMPOSIO ASIANEWS
    Madre Teresa, la Misericordia per l’Asia e per il mondo (VIDEO)



    Pubblichiamo le registrazioni video degli interventi che si sono susseguiti durante il Simposio internazionale organizzato da AsiaNews il 2 settembre scorso. In ordine intervengono: P. Ferruccio Brambillasca, Superiore Generale del PIME; Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide; Sr. Mary Prema, Superiora Generale delle Missionarie della Carità; P. Brian Kolodiejchuk, postulatore della Causa della Madre; Card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai; P. John A. Worthley, sull'influenza di Madre Teresa in Cina; una testimonianza sull'influenza di Madre Teresa nel mondo islamico; mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale.


    CINA - VATICANO
    Pechino diffonde la nuova bozza di regolamenti sulle attività religiose. Più dura

    Bernardo Cervellera

    Multe fino a 200mila yuan (27mila euro) per “attività religiose illegali” da parte di cattolici o altri membri di comunità sotterranee. Fra le “attività illegali” vi è la “dipendenza dall’estero” (ad esempio il rapporto col Vaticano). Si predica la non discriminazione, ma ai membri del partito è proibito praticare la religione anche in privato. Precisi controlli su edifici, statue, croci. Controlli serrati anche su internet. Forse è la fine delle comunità sotterranee.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®