25 Marzo 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 07/03/2017, 08.36

    MALAYSIA - COREA DEL NORD

    Pyongyang blocca i malaysiani in Nordcorea. Kuala Lumpur fa altrettanto



    Per il premier Najib Razak i suoi concittadini sono presi in “ostaggio”. La polizia dice che nell’ambasciata di Pyongyang a Kuala Lumpur sono nascosti i ricercati in connessione all’assassinio di Kim Jong-nam

    Kuala Lumpur (AsiaNews/Agenzie) – La Corea del Nord ha proibito oggi ai cittadini malaysiani di lasciare il Paese; in risposta Kuala Lumpur ha fatto lo stesso per i nordcoreani che vivono in Malaysia. Il premier malaysiano Najib Razak, condannando il gesto di Pyongyang ha denunciato che i suoi cittadini sono di fatto “ostaggio” della Corea del Nord.

    Il divieto e la risposta della Malaysia sono l’atto più recente nelle tensioni che stanno emergendo fra i due Paesi dopo l’uccisione di Kim Jong-nam, fratellastro del dittatore della Corea del Nord, Kim Jong-un. Kuala Lumpur non ha accusato in modo diretto la dittatura del Nord, ma è alla ricerca di alcuni nordcoreani che avrebbero avuto parte nell’assassinio di Kim. Uno di questi è un segretario dell’ambasciata di Pyongyang a Kuala Lumpur che, secondo la polizia, sarebbe nascosto nell’ambasciata (v.foto)  insieme ad almeno un altro sospettato.

    Nei giorni scorsi la Corea del Nord aveva criticato la Malaysia per il modo in cui aveva gestito la morte del “cittadino nordcoreano”, per la poca scientificità dell’autopsia (che ha dimostrato l’avvelenamento da agente nervino), per aver elencato fra i sospetti dei nordcoreani. Tre giorni fa la Malaysia ha espulso l’ambasciatore della Corea del Nord per aver offeso il Paese; subito dopo Pyongyang ha fatto lo stesso con l’ambasciatore malaysiano.

    Secondo il ministero degli esteri della Malaysia, in Corea del Nord vi sono 11 cittadini malaysiani. Tre di essi lavorano all’ambasciata, due alle Nazioni unite, gli altri sono loro familiari.

    In Malaysia vi sono 14 nordcoreani che lavorano nell’ambasciata. Un altro centinaio vive nel Paese, in maggioranza studenti e operai. Almeno altri 170 nordcoreani lavorano nel Sarawak.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/02/2017 08:58:00 MALAYSIA - COREA DEL NORD
    Kim Jong-nam: una 'morte dolorosa in 20 minuti'

    La conferma del ministro della salute in Malaysia. L’agente nervino ha agito in fretta bloccando il cuore e i polmoni. Le due donne arrestate pensavano di spalmare sul volto di Kim “olio per bambini” e di stare all’interno di uno scherzo televisivo. Una è stata pagata con 80 dollari.



    03/03/2017 08:34:00 MALAYSIA - COREA DEL NORD
    Kuala Lumpur libera il nordcoreano implicato nell’assassinio di Kim Jong-nam

    Non vi sono “prove evidenti”. Ri Jong-chol, 46 anni, è un chimico. Il giorno dell’uccisione ha portato quattro nordcoreani all’aeroporto. La Malaysia ha cancellato la cessione dei visti per i nordcoreani.



    16/02/2017 08:48:00 COREA-MALAYSIA
    Arrestate due donne sospettate dell’assassinio di Kim Jong-nam

    Una ha passaporto indonesiano; l’altra ha passaporto vietnamita. La polizia malaysiana pensa che siano implicati anche quattro uomini. Visite dei rappresentanti dell’ambasciata di Pyongyang al centro di medicina legale di Kuala Lumpur. Aumentare la protezione per tutti i profughi nordcoreani di alto profilo a Seoul.



    21/02/2017 14:35:00 MALAYSIA - COREA DEL NORD
    Omicidio di Kim Jong-nam, sale la tensione tra Pyongyang e Kuala Lumpur

    I resti della vittima al centro di una disputa diplomatica. Fonti malaysiane affermano che il primogenito è nel Paese per reclamarli. Proseguono le indagini per l’uccisione del fratellastro di Kim Jong-un. Le accuse dell’ambasciatore nordcoreano provocano la dura reazione del governo di Kuala Lumpur.



    27/02/2017 15:05:00 CINA - COREA DEL NORD
    Le responsabilità della Cina nell’assassinio di Kim Jong-nam

    Perché Kim Jong-nam è stato ucciso solo ora? Guardie del corpo di Pechino avrebbero dovuto difenderlo. L'approvazione e la collaborazione del regime comunista dietro l’operazione. I cambi di strategie diplomatiche in Asia dell’est. La minaccia delle armi nucleari nordcoreane spinge USA e Cina a riconsiderare il loro approccio alla Corea del Nord. Dal grande dissidente “padre della democrazia” in Cina, ora esule negli Stati Uniti. (Traduzione a cura di AsiaNews).





    In evidenza

    VATICANO
    Il Papa ai giovani: Memoria del passato, coraggio nel presente, speranza per il futuro



    Diffuso oggi il Messaggio per la 32ma Giornata mondiale della gioventù sul tema “Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente”. Il modello di Maria nel suo incontro con Elisabetta. Rifiutare l’immobilità del “divano” dove starsene comodi e sicuri. Vivere l’esperienza della Chiesa non come una “flashmob” istantanea. Riscoprire il rapporto con gli anziani. Vivere il futuro in modo costruttivo non svalutando “le istituzioni del matrimonio, della vita consacrata, della missione sacerdotale”.


    AFGHANISTAN
    P. Moretti: Le Piccole sorelle di Gesù, per 60 anni “afghane fra gli afghani”



    Hanno vissuto 60 anni al servizio dei bisognosi. Sono rimaste a Kabul sotto l’occupazione sovietica, il controllo dei talebani e i bombardamenti Nato. Rispettate da tutti, anche dai talebani. Questo febbraio è finita la loro esperienza, secondo p. Moretti “una a cui guardare”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®