20/02/2018, 09.39
TURCHIA-GRECIA
Invia ad un amico

Richiesta di asilo politico in Grecia per 17 funzionari turchi

di NAT da Polis

Essi si dichiarano perseguitati dal regime. Fra loro vi sono anche dei magistrati. Cresce la tensione fra Ankara e Atene anche per il controllo di alcuni isolotti vicini alle coste turche.

Istanbul (AsiaNews) – Diciassette funzionari turchi, fra cui alcuni membri della magistratura di Ankara, hanno chiesto asilo politico in Grecia. Ieri pomeriggio i 17 cittadini turchi sono stati localizzati dalla guardia costiera sull’isola greca Inusses, che dista otto miglia dalla costa turca.

Essi motivano la loro richiesta di asilo politico perché affermano di essere perseguitati dalle autorità turche per motivi politici.

Dal fallito golpe militare del 15 luglio 2016, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha lanciato una campagna di repressione arrestando, processando e imprigionando giornalisti, avvocati, accademici, soldati. Gli arrestati sarebbero oltre 50mila, le persone sospese o cacciate dal luogo di lavoro - pubblico o privato - più di 140mila.

Subito dopo il cosiddetto golpe, otto militari turchi hanno chiesto asilo politico in Grecia, fuggendo su un elicottero militare.

Le autorità turche avevano chiesto la loro estradizione, ma la magistratura greca l’ha negata, per salvaguardare la loro integrità fisica, sebbene il governo greco non si era dichiarato contrario.

A causa della mancata estradizione, i rapporti tra Ankara ed Atene si sono inaspriti. Anche quest’ultimo episodio sarà forse causa di ulteriori inasprimenti delle relazioni.

Ankara ed Atene sono in lotta anche per una disputa sul controllo di alcuni isolotti a ridosso della costa turca, che le convenzioni ed i trattati internazionali assegnano alla Grecia.

I 17 rifugiati sono stati assegnati al campo profughi di Chios per gli accertamenti.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Incendio e rivolte nel campo profughi: la tragedia continua di Lesbo
30/09/2019 07:33
Istanbul, la chiesa di Chora trasformata in moschea. Timori per il destino di Santa Sofia
06/11/2019 12:44
Il gioco di Erdogan: per la prima volta da Ataturk, il Corano viene letto in Santa Sofia
24/06/2017 11:07
Erdogan si prepara a pregare in Santa Sofia il prossimo Venerdì Santo
07/04/2017 10:56
Il sogno di Erdogan non passa più dall’Europa
14/03/2017 09:03