18 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  •    - Mongolia
  •    - Russia
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 10/11/2015, 00.00

    RUSSIA-IRAN

    Riprende il commercio dopo l’embargo: Mosca consegnerà missili terra-aria a Teheran



    Il contratto con la Rostoc era stato sospeso nel 2010 a causa delle sanzioni Onu. L’Iran aveva chiesto un risarcimento miliardario, che ora è pronto a cancellare. Critiche di Israele e Usa. Ma Paesi europei e Stati Uniti stanno investendo in un Paese che diverrà presto un leader dell’economia.

    Mosca (AsiaNews/Agenzie) – La Russia ha annunciato di aver firmato un accordo per consegnare un sistema missilistico S-300 (terra-aria) all’Iran, dopo che un contratto simile era stato congelato nel 2010 a causa delle sanzioni Onu contro Teheran.

    Mosca aveva già tolto lo scorso aprile il divieto di vendita del sistema missilistico, prevedendo un risultato positivo dell’accordo di Losanna, firmato da Iran e grandi potenze lo scorso luglio. La decisione russa aveva provocato le critiche di Israele e le preoccupazioni degli Stati Uniti per il contratto varato prima della fine dell’embargo, ma Mosca aveva risposto che il sistema missilistico è esclusivamente difensivo e non entra nemmeno all’interno delle merci sotto sanzioni.

    Nel 2010, dopo che la Russia aveva bloccato la vendita degli S-300, l’Iran aveva denunciato Mosca a una corte di arbitrato internazionale a Ginevra, chiedendo 4 miliardi di dollari di risarcimento per un contratto dal valore di 800 milioni di dollari.

    La Russia ha dichiarato che l’Iran ha promesso di annullare il risarcimento se una “prima parte” del contratto viene onorata.

    Sergei Chemezov, direttore generale della Rostec, la ditta statale produttrice dei missili, ha detto che offrirà all’Iran una versione “modernizzata e aggiornata” dei missili.

    Molto tempo prima che l’embargo finisse, centinaia di compagnie europee, soprattutto tedesche, hanno iniziato ad investire in Iran, considerato uno dei mercati più appetibili. Anche diverse compagnie statunitensi hanno trovato il modo di investire, insinuandosi fra le strettoie dei divieti Usa.

    L’Iran con 78 milioni di abitanti, una popolazione al 70% al di sotto dei 30 anni, con un alto grado di educazione, ha tutte le potenzialità per divenire un Paese leader nell’economia regionale e mondiale.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    01/04/2015 IRAN
    Giovani iraniani: colpiti dall’embargo, stanchi dell’islam politico
    A causa delle sanzioni, il 20% dei giovani sono disoccupati e spesso anche a tarda età vivono in casa coi genitori, senza sposarsi. Il lavoro, "più importante dei missili e del nucleare". La critica verso gli ayatollah sul versante della corruzione e dell’invadenza della religione nella vita pubblica. “Solo il 16-17% pratica l’islam”.

    03/04/2015 IRAN - ONU
    Raggiunto l’accordo-base sul nucleare iraniano. Teheran festeggia
    L’annuncio è stato dato a conclusione delle feste per Nowruz, il capodanno iraniano. Caroselli di auto con bandiere nella capitale. Nessuno sa quando saranno levate le sanzioni. Il premier Netanyahu critico verso l’accordo. Le Guardie della rivoluzione stanno diffondendo messaggi negativi, ma il web in Iran è pieno di commenti entusiasti.

    01/04/2015 IRAN - ONU
    Si procede un altro giorno per l’accordo sul nucleare. Russia e Iran ottimisti
    I rappresentanti iraniani e dei 5+1 hanno lavorato fino a notte fonda. Qualche perplessità da Usa e Francia. Per Lavrov, oggi si dovrebbe giungere a conclusione. L’accordo definitivo a giugno.

    11/02/2014 IRAN
    Teheran festeggia i 35 anni dalla rivoluzione di Khomeini, mentre si prepara a dialoghi "costruttivi" sul nucleare
    Rouhani parla alla folla in piazza Azadi e minimizza la possibilità di una guerra contro Teheran. Ma le frange più estremiste lo accusano di fare troppe concessioni agli Stati Uniti.

    01/08/2012 IRAN - USA
    Migliaia di bambini iraniani "vittime collaterali" delle sanzioni di Obama
    Il presidente Usa rafforza sanzioni contro chi commercia con ditte petrolifere iraniane o aiuta l'Iran a evitare le sanzioni. Colpite una banca cinese e una irakena. Decine di migliaia di bambini emofiliaci senza medicine a causa dell'embargo sulle transazioni finaziarie. "Vittime collaterali" anche fra gli imprenditori.



    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: Avvento fra i profughi di Mosul, la solidarietà più forte delle difficoltà (Foto)



    P. Samir racconta un clima di gioia e di speranza, nonostante la mancanza di risorse e il calo negli aiuti. La lotta per sopravvivenza ha accresciuto il legame di unione fra cristiani e con musulmani e yazidi. Ancora oggi il centro ospita 150 rifugiati, il 70% dipende dalle risorse stanziate dalla Chiesa. Centinaia di giovani all’incontro di preghiera in preparazione al Natale.


    VATICANO-ASIA
    Xenofobia e populismo. Il caso dell’Asia

    Bernardo Cervellera

    Il simposio sul tema, voluto dal Consiglio mondiale delle Chiese (Wcc) e dal Dicastero vaticano per il servizio dello sviluppo umano integrale. Nella crescente ostilità verso gli altri, considerati come nemici e stranieri, tracciare le piste per l’impegno delle Chiese. I “migranti” tema politico importante in Germania e nella Brexit del Regno Unito. Testimonianze dall’America latina e dall’Africa. Esperienze asiatiche affidate al direttore di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®